Cosa significano le immagini dei sogni dalla A alla Z

cosa-significano-le-immagini-dei-sogni-dalla-a-alla-z/

Ragni, serpenti, leoni, fiori, montagne, sono alcune delle immagini e mattoni della nostra anima che in sogno ci vengono a trovare. Le immagini dei nostri sogni non vogliono le nostre spiegazioni, ma chiedono di raggiungere la superficie del nostro essere e di farci vedere che esistono.

Questo dizionario dei sogni intende risvegliare il richiamo profondo che arriva da questo linguaggio per immagini.

Seguendo le suggestioni che giungono dal linguaggio visivo possiamo arrivare a conoscere ogni lato del nostro essere, anche quelli che ignoriamo.

Nel dizionario che riportiamo nelle prossime pagine troverete le possibili “letture” moderne di varie immagini oniriche, ma anche la citazione di alcune interpretazioni date dagli antichi e dalla tradizione popolare. Inoltre riportiamo anche dei sogni che mostrano alcune delle immagini elencate, con l’interpretazione dei simboli contenuti, riferiti alla specifica situazione del sognatore.

DIZIONARIO DELLE IMMAGINI ONIRICHE DALLA A ALLA Z

• ACQUA

• AEROPLANO

• ALBERI

• ANGELI

• ANIMALI

• API

• AQUILA

• ARMI

• ASCENSORE

• AUTOMOBILE

• BALENA

• BAMBINO

• BARCA

• BOCCA

• BORSETTA

• BRUCIARE

• CADERE

• CAMMINARE

• CANE

• CAPELLI

• CARNE

• CASA

• CAVALLO

• CAVERNA

• COLOMBA

• COLORI

• DEFUNTI

• DENARO

• DENTI

• DIAVOLO

• DIVINITÀ

• DOLCIUMI

• DONNA

• ELEFANTE

• FECI

• FIORE

• FIUME

• GATTO

• GIARDINO

• GRAVIDANZA

• LATTE

• LEONE

• LUNA

• MONTAGNA

• MOSTRO

• NEVE

• NUDITÀ

• OCCHIO

• PERDERSI

• PESCE

• PIETRE PREZIOSE

• PORTA

• RAGNO

• RANA

• SANGUE

• SCARPE

• SERPENTE

• SPECCHIO

• STELLE

• TERRA

• TORO

• TRENO

• UCCELLI

• UOVO

• VENTO

• VESTITI

• VOLARE

• ZEBRA

DIZIONARIO DELLE IMMAGINI ONIRICHE DALLA A ALLA Z

 

ACQUA

Gli aspetti simbolici legati al mondo delle acque sono davvero innumerevoli. Secondo Jung l’acqua rappresenta l’inconscio e l’archetipo materno, matrice primordiale all’origine della vita che si fa portavoce di fertilità, prosperità e rigenerazione.

Per gli antichi Egizi vedere riflessa la propria immagine nell’acqua non è buon segno: sta per morire il sognatore o uno dei familiari più stretti.

Secondo i cinesi sognare di annegare o essere in difficoltà con l’acqua significa avere dei problemi ai reni. L’acqua è un elemento sempre presente nei miti e nelle cerimonie di tutti i popoli: il diluvio universale, le abluzioni e le purificazioni sono temi che ritornano costantemente. L’immersione nelle acque, che costituisce un momento fondamentale nei riti di iniziazione e di passaggio, simboleggia il ritorno al grembo materno, la nostalgia dall’essere avvolti dal liquido amniotico che abbraccia e protegge, quindi rappresenta un momento di rinascita spirituale.

L’aspetto purificatore dell’acqua si collega al bisogno profondo di cambiare e rinnovarsi, il vecchio viene lavato via per poter predisporsi a un nuovo modo di essere; la morte e la rinascita si uniscono proprio in questo simbolo.

L’acqua nei sogni in generale rappresenta la nostra emotività, tutto ciò che non è razionalizzabile, l’energia creativa. Se è un’immagine onirica ricorrente significa che queste componenti stanno emergendo con forza e vogliono essere espresse nella nostra vita.

L’acqua spesso compare in sogno come elemento rassicurante: elisir da bere, acque limpide in cui rinfrescarsi. È quindi presagio di ritrovata energia e vitalità, come l’acqua ci rinfresca e ci disseta, così nei sogni rappresenta un ristoro affettivo ed emotivo.

Ma per capire meglio il suo significato è necessario tenere presenti alcune componenti dell’immagine dell’acqua nei sogni: la forma (mare, lago, pioggia…); il colore, l’aspetto (se è limpida, torbida, calma, agitata); cosa facciamo con l’acqua (nuotiamo, ci immergiamo, la beviamo, la guardiamo, ci laviamo, rischiamo di annegare); e infine le nostre sensazioni nei suoi confronti (paura, benessere, inquietudine, agitazione, pace).

Il mare calmo e tranquillo – Immergersi senza paura nelle acque limpide del mare e prendere contatto con gli esseri che lo abitano è un sogno che spesso compare durante una psicoterapia, a confermare la conquista di un rapporto armonioso con le proprie parti profonde.

L’acqua pulita e trasparente – Si associa alla lucidità e alla chiarezza con cui si possono vedere certe situazioni, alla capacità di “vederci chiaro”.

Invece al contrario sognare acqua stagnante e fangosa ci dice che siamo impantanati e non sappiamo uscire da certi circoli viziosi o siamo “invischiati” emotivamente e non riusciamo a prendere importanti decisioni in maniera autonoma.

Nuotare tranquillamente con la testa fuori – Si tratta di un’altra immagine che ricorre con frequenza nel mondo onirico.

Essa manifesta il raggiungimento di un buon equilibrio nella propria vita: il soggetto è in contatto con il proprio mondo interiore, sta dominando la propria emotività, che non prende il sopravvento.

Se invece si sogna di stare a galla a fatica oppure di nuotare controcorrente, significa che fatichiamo a procedere, e non stiamo seguendo il flusso naturale della nostra esistenza.

Restare a guardare il mare – E coloro che nei sogni non si immergono nelle acque del mare ma rimangono a osservarlo seduti su uno scoglio? Oppure stanno a guardare le profondità degli abissi da una terrazza o da un’ imbarcazione?

È importante in questi casi prendere in considerazione lo stato d’animo del sognatore alla vista del mare: prova paura, indifferenza, attrazione, serenità o senso di impotenza? Le diverse emozioni indicano il desiderio del soggetto di contattare le acque profonde dell’inconscio oppure al contrario il rifiuto o il timore verso esse. Comunque il messaggio che arriva da questo tipo di sogni è chiaro: è in arrivo una trasformazione molto coinvolgente e profonda.

L’atteggiamento di chi contempla il mare è già indice del fatto che si sta prendendo contatto con questa forza rinnovatrice. Forse però non siamo ancora pronti ad affrontare un cambiamento radicale e tendiamo a rimandare il processo.

Quando appare il mare in tempesta

«Sono distesa su un materassino e mi lascio cullare dalle onde del mare al largo di una piccola baia. All’improvviso mi agito e non so il perché. Mi guardo attorno e mi accorgo che il mare si sta ingrossando, sta diventando scuro e minaccioso.

Cerco di raggiungere la riva, ma le onde si fanno sempre più alte e violente e stanno per raggiungermi. Non so se ce la farò. Mi sveglio bruscamente terrorizzata dalla paura».

Cecilia

Sogni come quello raccontato da Cecilia indicano momenti di grandi incertezze e turbamenti, che possono essere accompagnati da disturbi somatici quali infiammazioni dell’apparato genitourinario, sindromi ansiose, agitazione psicomotoria e, nella donna, disturbi o irregolarità mestruali. Le onde che si sollevano sostenute da forze oscure sono il simbolo di irruzioni improvvise dell’inconscio che minacciano l’equilibrio psicofisico dell’individuo, che forse da troppo tempo conduce uno stile di vita che non lascia esprimere le sue qualità più autentiche. La tempesta indica che è giunto il momento di cambiare. Del resto è proprio nel caos e nella tempesta che appaiono i grandi inizi e le fini delle epoche storiche.

AEROPLANO

Secondo Jung l’immagine di un aeroplano che si innalza in volo elevandosi dalla terra ci racconta di un desiderio di crescita spirituale, della voglia di compiere un viaggio iniziatico alla riscoperta degli aspetti più misteriosi di se stessi. Ma non solo, l’aereo può simboleggiare una predisposizione a idealizzare troppo alcuni aspetti della vita, un’eccessiva tendenza a sognare ad occhi aperti, atteggiamento che porta a nutrire pericolose illusioni e a non considerare le componenti più pratiche e terrene della propria esistenza. Per questo l’aereo, allacciandosi al simbolismo della caduta, può invitare il sognatore a un “brusco risveglio”, a ritornare con “i piedi per terra”.

Chi sale in alto rischia la caduta rovinosa – Marie-Louise von Franz dice: «Se si sogna di cadere, significa che da qualche parte si è troppo in alto. Forse il sognatore ha un’opinione troppo alta di sé; o coltiva idee romantiche, irreali; oppure vive in un mondo fatto di finzioni e teorie. Da qualche parte non è in contatto con la realtà. I sogni di cadute improvvise incominciano di solito con la delusione profonda, esterna, di chi si trova all’improvviso faccia a faccia con la realtà nuda e cruda. Questo può rappresentare un colpo mortale per l’Io. Per un attimo ci si sente cancellati; l’Io è tagliato fuori, non può dire nulla. Questa è la morte che s’incontra quando in sogno si cade al suolo» (Marie-Louise von Franz, “Il mondo dei sogni”).

È anche un simbolo sessuale – Secondo la concezione freudiana l’aeroplano rimanda alla simbologia sessuale dell’organo genitale maschile. Sognare di volare quindi può essere associato all’eccitazione, al desiderio di lasciarsi andare, di farsi portare dalle emozioni.

Se l’aereo stenta a decollare può indicare un cattivo rapporto con la sessualità: chiusura o inibizione.

Quando non vola bene – L’immagine di un aereo che non spicca il volo a causa di un eccessivo carico, oppure che parte, ma poi cade rovinosamente, ci dice che non abbiamo saputo valutare e indirizzare le nostre risorse e quindi fatichiamo a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefigurati. Oppure semplicemente non è quella la meta che nel profondo volevamo raggiungere. Al contrario chi sogna di essere seduto alla guida di un aeroplano che plana tranquillo nel cielo azzurro, manifesta che i suoi progetti si stanno realizzando.

Chi c’è insieme a noi? – Che atmosfera si respira a bordo? Che persone ci sono? Che sensazioni proviamo? Se siamo impauriti significa che stiamo vivendo un periodo di instabilità. Se siamo noi alla guida dell’aereo significa che abbiamo la tendenza a tenere tutto sotto controllo e sappiamo assumerci le responsabilità.

Un desiderio di fuggire in alto – L’aereo si associa anche al desiderio di libertà, di evasione; si parte verso lidi lontani per cambiare abitudini, fuggire da una quotidianità soffocante o da una situazione problematica. Ci stacchiamo e la guardiamo dall’alto.

ALBERI

L’albero è un elemento naturale che simboleggia con il suo rinnovarsi continuo la ciclicità della vita. Ogni anno segue il corso delle stagioni: in autunno perde le foglie e sembra morire per poi in primavera rinascere, riempiendosi di nuove gemme e fiori.

È espressione della forza della natura, e quindi della vita che si rigenera continuamente, per questo viene associato al cosmo intero nella sua evoluzione e perpetuazione. Non a caso nelle civiltà antiche molti alberi erano venerati come sacri e nei miti sull’origine e sulla struttura del mondo un albero era collocato al centro dell’universo, come struttura portante.

La sua verticalità evoca l’unione del cielo e della terra, dell’alto e del basso, il femminile e il maschile.

In quest’immagine gli opposti convivono armoniosamente e l’albero è un’immagine che raffigura il processo d’individuazione, in cui si integrano i contrari. Simbolo di provvidenza, porta con sé un significato favorevole, soprattutto se ai suoi piedi c’è una fonte.

Nell’interpretazione popolare ogni specie di albero riveste un significato diverso: la quercia ricchezza; l’alloro vittoria, coronamento di un sogno o un importante progetto; il cipresso sofferenze; l’olivo la pace e l’armonia; il pino la pigrizia.

Robusto, rigoglioso e pieno di frutti – Sognare un albero saldo, ben piantato, robusto e rigoglioso, carico di frutti e di fiori è simbolo di salute, forza vitale, abbondanza, autorealizzazione e maturazione. Può rappresentare anche un riferimento saldo nella vita del sognatore, un appoggio sicuro, la presenza di un mentore che c’illumina la strada o un membro della famiglia al quale fare riferimento.

Quando è secco oppure spaccato – Sognare un albero secco ci dice che il sognatore sta vivendo un momento di sfiducia e depressione, sono carenti risolse e energie, l’assenza di foglie può indicare la difficoltà nel comunicare con l’esterno.

Se nel sogno vediamo l’albero che perde le foglie significa che stiamo attraversando un momento di passaggio: ci disfiamo del vecchio per predisporci al nuovo.

Sognare un albero morto, spaccato o sradicato indica che stiamo perdendo sostegno e protezione: viene meno un punto di riferimento e dovremo cavarcela da soli; questo sogno mette in luce un momento di difficoltà, che però ci servirà per imparare a contare sulle nostre risorse interiori.

È un’immagine molto suggestiva che può anche riferirsi a malesseri fisici o incidenti.

Sognare un albero con i rami rotti significa che alcune strade ci sono state precluse, e per questo motivo ci sentiamo bloccati e impotenti.

Piantare un albero – Sognare di piantare un albero è un’immagine propiziatoria, che indica il desiderio di investire su un percorso di crescita personale, “seminare” un progetto che appartenga all’ambito lavorativo, oppure a quello famigliare o affettivo.

ANGELI

Gli angeli sono creature eteree e alate che mettono in contatto l’uomo con Dio, rappresentano la totalità, l’essere che fa convivere in modo armonioso il maschile e il femminile.

Questa immagine simboleggia un desiderio di elevazione, l’incontro con il divino e con tutto ciò che è spirituale. Si manifestano in sogno spesso sotto forma di grandi figure vestite di bianco circondate da un’aura dorata e ci portano simbolicamente in contatto con una dimensione superiore, con le energie “sottili” che innalzano da una realtà puramente materiale.

Sognare un angelo può indicare il bisogno di vedere oltre, di avere una guida in grado di trascendere la visione limitata dell’Io reale.

Custodi o ammonitori – Ma vedere un angelo in sogno può anche segnalare da parte del soggetto la tendenza ad idealizzare troppo e a fuggire dalle cose pratiche e “terrene” di tutti i giorni. Gli angeli arrivano a popolare il nostro mondo onirico per accompagnarci, custodirci, sorreggerci e consigliarci nel nostro cammino. Secondo l’interpretazione popolare la loro apparizione è di buon auspicio, significa che i nostri programmi andranno in porto. Se l’angelo si dimostra amichevole significa che la situazione si girerà a nostro favore. Invece se l’angelo ha un’espressione triste o arrabbiata, oppure è in lotta con il sognatore, allora significa che qualcosa non va e potrebbero arrivare eventi negativi.

ANIMALI

A nostra insaputa il nostro inconscio è come un immenso giardino zoologico, un ambiente popolato da animali che entrano in contatto con noi comparendoci in sogno. Ogni animale ci fa vedere un aspetto di noi che fino ad allora per la maggior parte dei casi era sconosciuto. La parola animale deriva da anima, quindi rappresenta l’aspetto di noi più puro, genuino e naturale. Gli animali in genere rappresentano la forza dei nostri istinti primordiali e accogliere queste immagini nel nostro mondo interno significa attivare un’energia che è già presente dentro di noi. Invece, se questa energia viene repressa o negata, il rischio è esse si scagli contro di noi e diventi distruttiva.

Rievocano i nostri istinti profondi – Quando s’intraprende un percorso di psicoterapia, la comparsa di un animale in sogno è molto frequente e il suo arrivo è sempre degno di interesse, perché il suo significato simbolico è denso di contenuti volti a completare e integrare la visione dell’universo psichico di una persona. Per capire cosa significa per noi un animale apparso in sogno bisogna chiedersi che cosa ci ricorda o che sensazioni ci fa provare questa immagine che per pochi momenti è uscita dal recinto del nostro inconscio, che sia un lupo, un gatto o una giraffa…

Esaminiamo ora alcuni sogni popolati da animali. Più avanti nel dizionario vedremo il significato simbolico di alcuni animali che appaiono più di frequente.

L’insegnamento della tartaruga

«Ho una gran confusione dentro di me, sono come un fiume in piena, ma non so ancora dove convogliare queste energie. Ho conosciuto una persona, ma non so se sono già pronta per una frequentazione. Ho fatto questo sogno: vedo in un cortile fuori dalla finestra la mia tartaruga di terra che passeggia al sole. Penso che la primavera sia in arrivo e che si stia svegliando dal letargo. Vedo poi che un uccello sta tentando di colpire con il becco la tartaruga sulla testa. Apro la finestra e con una scopa caccio l’uccello. Mi accorgo che, oltre alla mia tartaruga ci sono anche due piccole tartarughine. Le proteggo e cerco di accompagnare tutti e tre gli animaletti in un posto sicuro».

Ludovica

La tartaruga nei sogni può assumere svariati significati. Con il suo avanzare lento e costante indica al sognatore di rallentare e di essere più presente alle proprie azioni. Il suo guscio duro e robusto esprime il bisogno di rinchiudersi in se stessi, per ritrovare un dialogo diretto con la propria interiorità.

La comparsa di questo animale nel sogno di Ludovica vuole ricordare alla sognatrice di non avere fretta; occorre cautela e pazienza, prima di agire impulsivamente. L’uccello che tenta di beccare la testa della testuggine simboleggia i pensieri e le idee che creano confusione nella testa della sognatrice, ma anche tutte le interferenze esterne che le impediscono di capire quello che vuole davvero. Il sogno dice che ha bisogno di rifugiarsi ancora un po’ in se stessa, prima di uscire allo scoperto e rituffarsi nel fiume della vita.

Lo sguardo della giraffa

«A breve dovrò dare gli ultimi esami e cominciare a scrivere la tesi. Ma poche settimane fa ho incontrato una ragazza che mi ha fatto perdere la testa e non riesco più a concentrarmi. Questa notte ho sognato che stavo facendo un safari (sto programmando di andare in Africa) e mentre ero sulla jeep da un fine-strino aperto è entrato il muso di una giraffa: inizialmente mi sono spaventato, ma poi ho visto che mi guardava dolcemente e mi sono detto che è la prima volta che ne vedevo una da così vicino».

Carlo

La giraffa, pur essendo un animale selvatico, non è aggressivo e ci ricorda gli istinti primari di sopravvivenza. Grazie al lungo collo può avere una vista dall’alto che le consente di scampare in tempo i pericoli.

La sua immagine ci sprona ad avere una prospettiva più nitida e ampia. Occorre vedere tutto un po’ più dall’alto. Indica l’urgenza di farsi coinvolgere di meno in certe situazioni, in quanto un’emotività straripante potrebbe in questo momento essere rischiosa e fare naufragare importanti progetti.

API

Le api sono insetti laboriosi che hanno un’intensa attività sociale e lavorano in gruppo. Rimandano alla capacità di saper collaborare per perseguire un progetto, all’organizzazione, all’ordine e alla prosperità.

Secondo gli Egizi le api sono nate dalle lacrime del dio solare Ra cadute sulla terra. Racchiudono simboli legati al miele e al sole. Quando fanno capolino nei nostri sogni spesso indicano la possibilità di esprimere il massimo del nostro potenziale creativo attraverso il lavoro di squadra.

Laboriose “alchimiste” – La loro capacità di trasformare il nettare in miele è paragonabile a quella dell’alchimista che sapientemente e con pazienza è in grado di trasformare in sostanze preziose degli elementi naturali grezzi. Perciò rappresentano l’inclinazione ad andare a fondo per sviscerare il nucleo profondo dell’essenza stessa della vita e del mondo che ci circonda. Simboleggiano la ricerca di un equilibrio psichico che necessita di funzionare secondo un certa gerarchia, come quella che vige nello sciame.

La visione di api che entrano e escono dall’alveare è indice di grande operosità e voglia di fare.

Secondo la visione popolare sognare delle api minacciose che potrebbero aggredirci è il segnale di una situazione di pericolo imminente. Oppure esprime la sensazione inconscia che una persona che ci è vicina potrebbe dimostrarsi pericolosa e aggressiva.

AQUILA

L’aquila è un animale maestoso e per la sua forza e rapacità viene soprannominato “re del cielo”. Simbolo solare, ci invita verso l’elevazione spirituale.

L’aquila nelle visioni oniriche si fa portavoce dei bisogni dell’anima, ma vuole rivelare anche un desiderio di possesso e conquista.

Animale rapido e scaltro ci appare in sogno per attivare le nostre risorse. Ma la sua immagine simbolica di animale superbo può segnalare anche l’incapacità di riconoscere i propri limiti e quindi l’avere un Ego troppo “gonfiato” e sicuro di se stesso.

Per Jung e Freud – Secondo Jung l’aquila nei sogni indica la padronanza di una situazione, la forza di volontà in atto e il dominio. Per Freud invece è simbolo del maschile e se è una donna a sognare l’aquila può rivelare un suo desiderio di maternità.

Secondo Artemidoro l’aquila assume una valenza simbolica che cambia a seconda dell’atteggiamento del rapace: se è tranquillo il successo è alle porte; se è aggressivo significa che stiamo per subire delle minacce; se vola con fatica gli affari sono ostacolati.

Nella tradizione popolare se in sogno compare un’aquila appollaiata, un progetto lavorativo è destinato a non andare in porto con successo. Invece la visione di un’aquila morta prefigura che vi potranno essere delle difficoltà per le persone benestanti, al contrario è in vista fortuna per le persone meno altolocate.

ARMI

Jung vedeva nelle armi il simbolo di come le energie vengono canalizzate in una direzione, immagine di una volontà ben indirizzata verso il fine, la presenza di risorse interiori necessarie per raggiungere uno scopo. Secondo Freud, per la forma fallica di certe armi come il coltello, il pugnale e la lancia, questa immagine rimanda all’organo maschile e alla potenza sessuale.

La valenza simbolica delle immagini di armi è molto ricca e acquisisce dei significati diversi a seconda dei contesti onirici in cui si trova.

Volontà di affermarsi – Se nel sogno il protagonista impugna l’arma significa che sta difendendo una decisione che intende portare avanti. Le armi segnalano il bisogno di concretizzare e attuare ciò che ancora è solo presente a livello mentale. Sparare con una pistola segnala l’esigenza di lasciare un segno, l’urgenza di agire in modo concreto nella realtà circostante, la volontà di affermarsi nella vita.

La sparatoria come conflitto – Se nel sogno è il protagonista stesso vittima di una sparatoria significa che è in atto un conflitto dentro di lui, oppure semplicemente è presente dell’aggressività repressa che si sta scaricando attraverso il sogno.

Se sparano al sognatore vuol dire che è in atto un momento di grande cambiamento e la vecchia Identità simbolicamente muore, lasciando posto al nuovo.

ASCENSORE

L’ascensore, pur essendosi diffuso solo a partire dalla fine dell’Ottocento, è entrato profondamente nell’inconscio collettivo e compare di frequente nell’universo onirico. L’ascensore simboleggia in modo spiccato la contrapposizione tra “alto” e “basso”, la lotta tra due polarità opposte che attraggono il sognatore.

Quando in sogno si manifesta l’incapacità a fermarsi al piano giusto significa che in questo momento non sappiamo compiere una scelta importante che potrebbe cambiare significativamente il corso dell’esistenza.

Quando è “impazzito” e senza controllo – Se stiamo vivendo un rapporto affettivo molto coinvolgente, la comparsa in sogno di un ascensore “impazzito” può significare che siamo combattuti tra seguire l’istinto o la ragione; è in atto uno scontro tra la morale corrente e il desiderio sessuale che proviamo per il nostro partner. Il mondo della mente e quello delle pulsioni e degli istinti più profondi si trovano in disaccordo.

Queste due forze trascinano in direzioni opposte, senza controllo da parte dell’individuo; il conflitto si può manifestare anche somaticamente nel senso di vertigine che proviamo fisicamente.

Sprofondare verso il basso – Se l’immagine onirica riguarda la fase dello sprofondare sempre più basso, indica l’attrazione-repulsione verso il mondo della materia, del buio, dove si compiono gli “atti più osceni”.

Tre volte un ascensore in sogno

«Per tre notti, in tre settimane diverse, mi sono trovata a sognare un ascensore. Nel primo sogno mi trovavo in un luogo mai visto, strano, quasi “spaziale”, c’era molta confusione e una voce fuori campo mi diceva di non prendere l’ascensore; io invece mi ostinavo a chiamare l’ascensore, provando da piani diversi, ma sembrava fuori servizio. Nel secondo sogno invece ero con altre persone sul terrazzo di un palazzo molto alto; abbiamo preso l’ascensore, ma subito si è bloccato e abbiamo proseguito per le scale. Infine ho sognato di incontrare un uomo (che nella realtà mi attrae molto), prendevamo l’ascensore in preda passione per andare a casa mia e questa volta l’ascensore non si è fermato… C’è un legame?».

Sabrina

Da un punto di vista simbolico queste immagini indicano la difficoltà nel far convivere i vecchi costrutti mentali con la nuova prospettiva che sta nascendo dentro di lei. Il primo sogno lo indica chiaramente: non riesce a prendere l’ascensore.

Il secondo sogno segnala come la protagonista fatichi a rapportarsi al mondo del basso, all’elemento terra, infatti l’ascensore non scende.

L’ultimo sogno rivela che l’atteggiamento di Sabrina sta cambiando, quando segue l’istinto, l’ascensore si sblocca. Le due forze che trascinano in direzioni opposte si stanno armonizzando.

AUTOMOBILE

Secondo Jung l’automobile rappresenta quella che lui definisce la “maschera”, la persona del sognatore, cioè il ruolo in cui si identifica e ciò che vuole mostrare di se stesso di fronte agli altri.

In generale l’automobile nei sogni può fare riferimento al tipo di personalità del sognatore, al modo in cui si pone nei confronti del mondo esterno e a come instaura le sue relazioni interpersonali. Per esempio un auto che si ferma in panne suggerisce il bisogno di fare una pausa e prendersi un momento di riflessione; invece un incidente indica che i nostri progetti non si stanno realizzando. È da sottolineare il collegamento tra le componenti dell’auto e l’immagine del corpo umano, dove la carrozzeria si associa all’immagine esteriore ed il motore gli organi interni.

Perdere il controllo della vettura

«Sto percorrendo la strada che faccio tutti i giorni per andare al lavoro; a un certo punto non so più dove mi trovo; la strada diventa sterrata, è in discesa, tutta a curve e sento di non avere più il controllo della mia automobile. Mi aggrappo al volante, ma non c’è niente da fare, non riesco più a rallentare, ho paura di uscire di strada. Poi di fronte a me vedo innalzarsi un enorme tronco, credo proprio che andrò a sbatterci contro e chiudo gli occhi… Invece niente! Quando riapro gli occhi mi accorgo che non è successo nulla, sono salvo e mi trovo sulla macchina che si è fermata. Cosa mi suggerisce questo sogno, anche alla luce del fatto che ultimamente mi hanno riscontrato un’aritmia cardiaca?».

Flavio

In questa scena onirica il sognatore è calato in una dimensione contradditoria. Da una parte c’è la tendenza a seguire la ragione e ripetere meccanicamente il proprio percorso di vita, rappresentato dall’incapacità di cambiare strada con la macchina. Dall’altro lato premono l’inconscio e le sue istanze più profonde, che simbolicamente fanno perdere il controllo del volante. Mentre Flavio procede a velocità elevata si ritrova di fronte un ostacolo, ma l’impatto lo lascia illeso. Ancora una volta l’energia istintuale del sognatore lo invita a superare le barriere di una razionalità troppo rigida e a non lasciarsi frenare dalle false paure.

Uscire dai soliti percorsi – Queste immagini oniriche ci stanno dicendo che a volte è necessario uscire dai soliti binari ed è il caso di dare retta un po’ più all’istinto, che sa fiutare bene se ci troviamo in un vero pericolo oppure no. Nel caso di questo sognatore, anche il cuore, con la sua aritmia, potrebbe voler far riflettere sulla medesima situazione: un ritmo troppo piatto della vita può provocare una reazione del nostro “motore delle emozioni” spingendolo ad andare più veloce, aumentando, a tratti, i suoi battiti.

BALENA

Secondo Jung la balena è un’immagine molto radicata nell’inconscio collettivo, con diversi riferimenti: l’immensità e la profondità del mare, le sue dimensioni e la sua forma. Rappresenta in qualche modo un simbolo della nostra parte più “profonda” e “oscura”.

La balena ha una forma tondeggiante e richiama il ventre materno che protegge e nutre (Freud la definisce simbolo del femminile materno), ma fa pensare anche a una grande cavità interna che può inghiottire. La balena immersa nella profondità delle acque è associata a ciò che l’inconscio può contenere e rivelare al sognatore. L’individuo, tuffandosi dentro di sé, può scoprire la vitalità del nostro lato oscuro, la matrice femminile che permette di far maturare i progetti.

Inghiottiti nel ventre oscuro – Sognare di essere inghiottito nel ventre della balena, come il profeta Giona, significa simbolicamente discendere negli inferi, a cui potrà seguire una risalita ed un rinnovamento interiore. Giona, vomitato dall’animale, è riuscito a rigenerarsi, con un nuovo modo di affrontare il mondo. Secondo gli antichi interpreti, la balena è simbolo di un presagio negativo: essere inghiottiti da tale animale conduce ad una malattia, da cui si guarisce solo se si è in grado di liberarsi dal suo ventre.

Arenata sulla spiaggia, è un animale impotente. Secondo l’interpretazione popolare può segnalare un aiuto imprevisto e annunciare lunghi viaggi.

BAMBINO

Il bambino è il simbolo di quella parte di personalità che conserva caratteristiche legate al mondo infantile come creatività, giocosità, spontaneità ed innocenza, ma anche vulnerabilità e bisogno di accudimento.

Nel 1912 Jung fu il primo a parlare di “Puer aeternus”, ossia fanciullo eterno, che rappresenta quella parte di infanzia che abbiamo relegato nell’inconscio, per poter assumere le caratteristiche tipiche di un adulto responsabile, conformi alle aspettative sociali.

Spesso però i ruoli che ci imponiamo arrivano a soffocare questa “parte bambina” che sopravvive in noi ma resta inespressa e soffocata.

Allora ecco che intervengono i sogni, i quali permettono all’Io cosciente di recuperare quell’aspetto vitale indispensabile per evadere dalla routine e risolvere molti problemi del quotidiano.

Emerge un lato nuovo di noi – In genere sognare dei bambini significa che stanno emergendo nuovi lati della nostra personalità, oppure che stiamo “partorendo” un nuovo progetto creativo. Se il bambino che appare nelle immagini oniriche ha un aspetto sereno, questo preannuncia una maturazione in chi sogna; se invece tale bambino è triste o abbandonato, indica la presenza di un turbamento nel sognatore.

L’archetipo del Fanciullo può avere anche una connotazione negativa, un aspetto ombra che è stato preso in esame da Marie-Louise von Franz.

Il bambino manifesta infatti anche un lato distruttivo che si esplica nell’infantilismo, ossia lo sfuggire alle responsabilità della vita, l’essere dipendente dagli altri e incapace di prendere decisioni.

Accogliere il “fanciullo interiore” – Importante diventa quindi conoscere il proprio “bambino interiore” nelle sue varie sfaccettature, creare un contatto con la sua energia, per recuperarne le qualità ed ampliare così la propria consapevolezza ed esperienza personale. Questo è possibile se impariamo a dare un volto e ad accogliere sensazioni che spesso ci pervadono senza alcun motivo: il senso di vuoto, l’inquietudine, la paura dell’abbandono o il bisogno spasmodico di attenzione.

Un preannuncio di buona sorte – Secondo gli antichi interpreti la visione di un bambino in sogno lascia intravedere guadagni, riuscita e competitività; simboleggia tutto ciò che è pronto per essere portato a compimento. Secondo la tradizione, quando nel sogno compaiono bimbi altrui, la situazione è favorevole solo se tali fanciulli sono di bell’aspetto; se invece sono fragili, preannunciano malattie. Felicità e fortuna ci attendono se sogniamo di giocare con un bimbo.

L’interpretazione popolare considera il fanciullo simbolo di desiderio di maternità o paternità; un segno positivo è ritenuto il sognare di tenere per mano o in braccio un infante o allattarlo al seno.

È di cattivo auspicio vedere molti bimbi insieme; l’identificarsi nel bambino del sogno è sintomo di infantilismo e quindi presagio di insuccesso.

Un bimbo che parla da adulto

«Da un po’ di tempo sento un gran bisogno di cambiare vita; alcuni giorni fa ho fatto un sogno che mi ha colpito molto e vorrei capire se mi vuole indicare qualcosa. Mi trovavo in un ambiente che ricordava un istituto, insieme a una donna e al suo bambino. Il bambino era piccolo, ma parlava da adulto. Chiedeva a sua madre di mostrargli delle immagini, ma la madre non sapeva di quali fotografie stesse parlando. Allora io ho tirato fuori una busta con delle ecografie e le ho mostrate al bambino. In primo piano si vedeva il cordone ombelicale».

Paola

C’è un nucleo forte della tua personalità che è ancora infantile e il sogno mostra tutta la tua ambivalenza perché ti senti sia figlia che madre. Il bambino e la mamma nel sogno infatti riflettono due aspetti di te. Ma le immagini oniriche indicano che qualcosa sta cambiando: la voce del bambino infatti è adulta e vuole vedere più da vicino la realtà, che si manifesta in sogno attraverso la richiesta delle ecografie, che tu prontamente gli mostri.

L’immagine in primo piano del cordone ombelicale rivela ancora un forte legame di dipendenza con tua madre. Il messaggio è chiaro: è necessario tagliarlo affinché tu possa intraprendere un percorso esistenziale in autonomia. Ci vorrà un po’ di pazienza, ma crescere significa anche questo.

Un enorme peluche fa tremare la casa

«Ho 52 anni, ma non ricordo di essere mai stata bambina. Fin da piccola curavo i miei fratelli minori e a 18 anni mi sono sposata. Sono sempre stata un po’ ansiosa, ma da qualche anno gli attacchi di panico non mi danno tregua.

L’altra notte ho sognato che sentivo tremare tutta la casa; mi sono affacciata alla finestra e ho visto un enorme peluche camminare vicino alla mia abitazione, facendo tremare le fondamenta di tutto l’edificio. Significa qualcosa?».

Martina

Il lato bambino di ognuno di noi viene spesso represso in nome dei doveri e delle responsabilità. Commettiamo l’errore imperdonabile di scambiare questo “bambino”, fonte di entusiasmo e vitalità, con l’infantilismo, che è la difficoltà a diventare maturi.

Più ci identifichiamo nel ruolo di adulti e più il nostro bambino interiore viene messo a tacere. Il gigantesco peluche che fa tremare le fondamenta della casa può rappresentare la ribellione da parte di questo aspetto, che non sentendosi accolto e riconosciuto, mette in crisi l’intero equilibrio psicofisico della sognatrice. Il sogno segnala il suo bisogno di mettere in luce gli aspetti più teneri e indifesi della sua personalità, di prendere per mano la bambina che la abita e portare allo scoperto le sue fragilità: così potrà sentirsi più solida e “piantata”. E diminuiranno gli attacchi di panico.

BARCA

La barca, come qualsiasi altro tipo di imbarcazione, esprime la personalità del sognatore, con tutto il suo bagaglio quotidiano di sentimenti, di paure, di aspirazioni e di obiettivi. Considerata nel passato il mezzo che traghettava i defunti verso il regno dell’oltretomba, la barca simboleggiava il viaggio finale, che poteva però coincidere con l’inizio di un nuovo ciclo vitale.

Jung identifica la barca con il grembo materno poiché conferisce protezione e sicurezza nel nostro viaggio attraverso il mondo esterno.

Il viaggio nelle acque della vita – In senso generale la barca è il simbolo dell’orientamento della nostra esistenza, ci “imbarchiamo” nelle acque della vita.

Andare in barca può esprimere la volontà di proseguire lungo una direzione, l’idea che procedendo da quella parte arriveremo presto verso la meta che ci siamo prefissati. Essa rappresenta anche le risorse che vogliamo impiegare per far fronte alle difficoltà che possiamo incontrare lungo il cammino, e le energie che si muovono in noi e che ci sostengono nella realizzazione del nostro fine. Ma la nostra vita è segnata da grandi traversate fatte di morti e di rinascite, in attesa dell’ultima “grande traversata”.

Una navigazione tranquilla? – Se il viaggio nella barca onirica avviene su acque pacifiche, in modo tranquillo, sospinti dal vento, sotto un sole caldo e luminoso, questo mette in luce l’equilibrio del sognatore, che è indirizzato a raggiungere una vita stabile, armoniosa e ricca di affetti.

Se poi è il sognatore stesso nell’immagine onirica a condurre la barca in un viaggio fruttuoso, allora il significato è ancora più positivo, perché indica la sicurezza nelle proprie capacità di raggiungere l’obiettivo.

Se al contrario il mare si presenta agitato, con forti onde schiumose e nuvoloni grigi che solcano il cielo, allora è probabile che l’anima del soggetto stia vivendo una forte agitazione interiore che si esprime in un faticoso arrancare nella vita e che potrà anche portare ad un’involuzione personale.

Se nel sogno l’imbarcazione si ribalta può essere il preannuncio che un evento doloroso ci costringerà a indirizzarci verso un nuovo percorso.

Nel caso in cui invece la barca onirica approdi su una terra sconosciuta, questo può indicare che è in atto un rinnovamento della psiche che ci permetterà di portare a compimento i nostri progetti di cambiamento.

Quando la barca affonda – Artemidoro, antico interprete dei sogni, vedeva nella visione onirica di una nave in viaggio la previsione di notizie favorevoli, tranne naturalmente nel caso in cui essa fosse affondata o presentasse delle falle, che erano invece considerate simbolo di grosse difficoltà, anche di tipo economico. Anche l’interpretazione popolare ritiene che l’affondamento di un’imbarcazione apparsa in sogno sia la segnalazione di pesanti negatività, soprattutto nel caso in cui prenda fuoco oppure finisca in secca.

BOCCA

L’immagine della bocca ci conduce a diversi significati simbolici. La bocca è la porta dell’anima per la sua capacità di esprimere i nostri pensieri, i nostri sentimenti e la nostra personalità. Ma è la porta dell’anima anche perché dalla bocca entra il primo respiro del neonato ed esce l’ultima esalazione del morente.

Una delle spiegazioni etimologiche della parola anima la fa derivare infatti dal greco “anemos”, che significa “soffio” e anche “respiro”. La bocca è l’indispensabile strumento di comunicazione con gli altri; può esprimere sia amore (attraverso parole dolci e baci) che al contrario odio (quando morde, urla o insulta…).

Un simbolo erotico e sessuale – Nei sogni, così come nella vita, la bocca è profondamente legata a vari simboli sessuali ed erotici. A seconda di come viene vista nel sogno, la bocca può svelare l’atteggiamento del sognatore (o della sognatrice) nei confronti del sesso in generale e in particolare dell’organo femminile (che spesso la figura della bocca stessa richiama).

Secondo Freud, se durante il sogno appare in primo piano una bocca, questo significa che il soggetto ha un rapporto problematico con il sesso.

La “porta” verso l’interiorità – Ma la simbologia incarnata dalla bocca è ancora più vasta; essa rappresenta infatti lo spazio di apertura per accedere verso l’interiorità e nello stesso tempo anche la “porta” attraverso cui l’interiorità si esprime, tramite la voce. Sognare una bocca spalancata indica il desiderio del sognatore di accedere alla propria vita interiore, la volontà di arrivare al proprio intimo; se la bocca è aperta, ma si mostrano i denti, invece l’individuo potrebbe esprimere la rabbia e l’aggressività che non riesce a far traboccare durante il giorno.

L’apparizione tra le immagini oniriche di una bocca serrata può simboleggiare il rifiuto ad esprimere se stessi e quindi la volontà di mantenere il silenzio, di essere riservati, di non far trapelare indiscrezioni.

Se nel sogno invece la bocca viene baciata, può significare un bisogno di comunicare, di essere capiti ed accettati, la necessità di inglobare quindi aspetti che ci possono essere di sostegno.

Per gli antichi simboleggiava la casa – Gli antichi interpreti vedono la bocca come una rappresentazione della casa, in cui i denti possono identificarsi con i beni, tra cui mobili od oggetti vari, e i familiari del sognatore. Se la bocca esprime un sorriso e i denti sono scintillanti, questo preannuncia un aumento di beni. Se al contrario, presenta denti cariati e manifesta un aspetto sgradevole, preannuncia problemi di salute o finanziari. Secondo l’interpretazione popolare è importante valutare anche le dimensioni della bocca in sogno: se è piccola annuncia una fortuna lieve, molto maggiore se invece è grande.

Sempre secondo gli antichi, se in sogno la propria bocca è chiusa e si tenta invano di aprirla questo è un annuncio di avvenimenti negativi.

BORSETTA

Nata come un oggetto essenzialmente utile, la borsetta ha acquisito con il trascorrere del tempo un’importanza sempre più rilevante, così da essere considerata oggi accessorio indispensabile per le donne.

La borsa che appare in sogno a una donna rappresenta le qualità femminili della sognatrice stessa, come la capacità di affascinare, di attrarre o di consolare, ma anche la predisposizione psicologica e fisica verso la maternità. La borsetta viene considerata da Freud simbolo della sessualità femminile e dell’organo genitale della donna. Per questo motivo giocare in sogno con la borsetta indicherebbe una tendenza all’autoerotismo.

Quando si perde la borsetta – La perdita di questo oggetto nel sogno è associata a un sentimento di ansia e agitazione, in quanto essa simboleggia situazioni nelle quali la donna si è sentita insicura e poco apprezzata; manifesta così la necessità di ritrovare e riconoscere le proprie qualità. Ritrovare la propria borsetta simboleggia quindi un recupero della fiducia in sé, mentre scoprire una borsa di cui non si sospettava l’esistenza e aprirla, mostra alla sognatrice tutto il suo potenziale. Se invece nel sogno la borsa viene rubata, questo è segno di un turbamento ancora più profondo, riferito forse a situazioni sentimentali penalizzanti, che stanno “rubando” la serenità alla sognatrice. Oppure potrebbe indicare anche situazioni sgradite legate al sesso, nelle quali la donna si è sentita “violata”.

La perdita o il furto della propria borsetta possono anche alludere allo smarrimento della propria identità, visto che essa contiene i documenti.

Chi lo sogna dimostra di avere il timore o il desiderio di “cambiare” la propria identità.

Ci sono anche occasioni in cui è un uomo a sognare una borsetta, che in questo caso può simboleggiare quell’universo femminile da cui si sente attratto o respinto, oppure dei lati del suo “femminile interiore”. O ancora, la borsetta sognata da un uomo potrebbe simboleggiare un atto sessuale consumato o una propria conquista.

Qual è il suo contenuto?

È rilevante anche capire quale sia nel sogno il contenuto della borsetta. Ecco alcune interpretazioni.

  • Buste e bigliettini da visita sono il simbolo di avventure sentimentali legate all’interesse ed all’ambizione professionale di chi sogna.
  • Carte stropicciate parlano invece di legami che si sentono privi di importanza.
  • Un portafogli “gonfio” rappresenta una preziosità interna da proteggere.
  • Le briciole di pane sul fondo della borsetta vengono lette come segnale di una frigidità sessuale.
  • Rossetto e portacipria indicano la cura e l’esibizione del proprio femminile.
  • Le caramelle e altri tipi di dolci ci riportano a una sessualità insoddisfatta.
  • Foglie e fiori secchi sono simbolo di sentimenti.

BRUCIARE

Secondo Jung, quando si sogna di essere bruciati da un fuoco, questo rappresenta l’energia psichica legata allo spirito, all’amore, alla morte e alla distruzione. Ne sottolinea quindi un duplice aspetto: favorevole, in quanto simbolo di purificazione e trasformazione; sfavorevole, poiché rappresenta rabbia e aggressività.

Ardere” di passione – Quindi bruciare in sogno riporta al desiderio estremo verso un sentimento d’amore oppure ad una passione artistica; ma “prendere fuoco” significa anche lasciarsi andare ad un’emozione forte del momento, che sia rabbia o passione.

Secondo Freud infatti, il fuoco simboleggia un risveglio della libido, oltre che un risveglio del lato passionale; si brucia per amore fisico, ma si può ardere anche per desiderio di affetto.

La paura di un incendio – Se ci si sente minacciati da un incendio, significa che l’individuo ha paura di condurre un’impresa poco onesta, mentre camminare coraggiosamente tra le fiamme, indica un forte desiderio di arrivare all’obiettivo preposto.

Solitamente sono le persone che soffrono di bruciori digestivi a sognare il fuoco, oppure individui con disfunzioni ghiandolari o con presenza di infezioni.

Secondo Artemidoro, invece, sognare di bruciare tra le fiamme annuncia un miglioramento della salute, oltre che una forte passione amorosa.

CADERE

Sognare di cadere potrebbe manifestare dei problemi fisici di cui soffre il sognatore: cattiva digestione, vertigini e difficoltà a stare in equilibrio.

Ma molto più spesso le immagini oniriche di una caduta indicano l’incapacità dell’individuo di procedere nella realtà, di prendere contatto con gli aspetti più “terreni” e pratici dell’esistenza. Il sognatore sente il rischio di “precipitare” in basso ed entrare in contatto con il mondo istintuale e con le proprie istanze più profonde. Questo sogno può anche anticipare l’avvento di patologie traumatiche, quali fratture, ferite, traumi, perché il soggetto ha bisogni di “fermarsi” per poter contattare se stesso e cambiare stile di vita.

Il terrore dell’inconscio – Secondo Jung, la paura di cadere è associata alla paura dell’inconscio e agli aspetti più reconditi e misteriosi di noi.

A livello onirico, la caduta può rivelare uno squilibrio interiore, che può essere provocato dal timore di perdere i propri punti di riferimento, come lo status sociale o economico, o di perdere la stima da parte delle persone più care.

Tali timori, tenuti sotto controllo durante il giorno, la notte si esprimono in tutta la loro potenza.

Questo tipo di sogni può anche invitare il soggetto a confrontarsi con l’opinione “gonfiata” che ha di se stesso, ovvero con la sua presunzione.

Jung afferma infatti, che «coloro che mancano di realismo o che hanno un’opinione di sé troppo alta, o che fanno dei progetti grandiosi senza alcun rapporto con le loro reali capacità, sognano di volare oppure di cadere» (C.G. Jung, “L’uomo e i suoi simboli”, Longanesi). Gli antichi interpreti dei sogni pensavano che tali cadute presagissero perdita di prestigio e l’arrivo di un disonore. Secondo l’interpretazione popolare, cadere bruscamente preannuncia un’improvvisa rovina; precipitare in acqua vorrebbe dire che è in arrivo un forte spavento; cadere in una fossa segnala cattiva reputazione; cadere da un muro porta malattia, mentre il precipitare da una scala o da una finestra è l’annuncio di una perdita di averi.

Precipitare a testa in giù

«Ultimamente sono molto distratto; mi capita spesso di inciampare; qualche giorno fa sono caduto dalle scale. Niente di grave, solo qualche botta qua e là, ma che spavento! La notte stessa ho fatto questo sogno. Stavo salendo su una scala a pioli, molto ripida, poi improvvisamente sono inciampato e mi sono ritrovato a cadere nel vuoto a testa in giù; ho provato una grande paura di precipitare e farmi male».

Riccardo

Cadere nel vuoto a testa in giù è una visione che di frequente s’incontra nei sogni delle persone più razionali che emotive, che hanno la tendenza ad arroccarsi rigidamente sulle loro posizioni, senza considerare gli istinti più profondi o semplicemente gli imprevisti che possono portare a dei “cambi di rotta” improvvisi.

Da un punto di vista simbolico queste immagini oniriche fanno riferimento a parti aggressive, o tabù sessuali che non riconosciamo, ma che a volte si rivelano più forti della nostra volontà, tendendoci una trappola. Proprio come nel sogno di Riccardo, che più si tiene stretto alla scala e più fa fatica a cambiare direzione.

Il tema del capovolgimento a testa in giù però non corrisponde necessariamente a esperienze di vita negative o angoscianti.

Una “caduta” simbolica che può essere utile – A volte, dopo aver sognato di “cadere in basso”, i problemi che ci angosciavano vengono affrontati in un’ottica diversa. È giunto il momento per il nostro sognatore di incontrare “il mondo degli istinti” ed accettare l’idea che le sue parti basse non sono così scabrose e sporche come la sua parte “rigida” sostiene.

A volte l’immagine di una caduta nel vuoto si associa alla paura di rimanere feriti, schiacciati, di inciampare rovinosamente. Questo timore dà la misura della rigidità con cui i protagonisti di questi sogni si pongono di fronte a un imprevisto: resistono e in questo modo rischiano di farsi male veramente, proprio come accade al nostro protagonista.

CAMMINARE

Il camminare è legato all’archetipo del viaggio e quindi al proprio percorso esistenziale.

Secondo Jung, infatti, il cammino simboleggia la vita psichica e tale percorso evolutivo nei sogni può essere impedito o rallentato dalla presenza di vari ostacoli. È importante identificare quali sono tali difficoltà che si presentano in sogno, oltre che osservare le caratteristiche dell’ambiente, il proprio equipaggiamento e i “compagni di viaggio”.

Il “cammino” della vita – Se il nostro procedere ci porta da un luogo buio e tenebroso a uno ricco di luce, significa che stiamo compiendo una trasformazione interiore, anche se piedi o gambe gonfie possono rallentare il percorso.

Secondo Freud camminare in modo impacciato simboleggia l’impotenza maschile o l’inibizione sessuale. Se il sognatore si prodiga per la costruzione di una strada che non è ancora finita, questo può indicare che egli sta costruendo solide basi per la sua vita. Se tale strada passa attraverso un bosco, allora vuol dire che l’individuo deve ancora risolvere problemi inconsci. Nell’interpretazione popolare, il camminare si riferisce alla vita del sognatore: muoversi all’indietro rivela insuccessi; zoppicare o non essere in grado di procedere nel cammino, indica che si sono quasi esaurite le proprie forze interiori; se stringiamo la mano a un piacevole sconosciuto, non soffriremo di solitudine!

CANE

Nella mitologia il cane viene associato al mondo dell’invisibile e alla morte. È considerato un simbolo spirituale, l’amico fedele che guida le anime dei defunti, dopo essere stato il loro compagno durante la vita terrena; è un animale che ci sostiene e protegge.

Il “guardiano” degli istinti – Secondo Jung il cane può rappresentare talvolta la figura della madre ma in generale è ritenuto il “guardiano degli istinti”.

Quando un cane appare in sogno può evidenziare il nostro atteggiamento nei confronti del mondo inconscio e profondo e indicarci se abbiamo accettato la parte “animale” che è in noi.

Se il cane ci aggredisce significa che alcune sfumature del nostro inconscio vorrebbero essere riconosciute, perché ancora non lo sono. Se ci accompagna in una passeggiata, significa che abbiamo raggiunto un buon equilibrio con la nostra parte “ombra”.

Il cane nero simbolo tenebroso – Importanti nella valutazione simbolica sono anche il colore e le dimensioni dell’animale. Sognare un cane bianco è rappresentativo di unione felice. Invece un cane nero è un simbolo oscuro e tenebroso: rappresenta l’incarnazione del guardiano degli Inferi.

Secondo gli antichi interpreti, la presenza del cane nei sogni assume significato sempre e comunque negativo: un cane che morde porta avversità e preannuncia litigi; se ci fa le feste, presagisce truffe dovute a donne di malaffare; si tratti di un cane bianco o nero, è sempre simbolo di attacchi e tradimenti. Assume un’accezione positiva solo nel caso in cui sia di pura razza: allora porta ricchezza e distrazioni.

Per l’interpretazione popolare una cagna in sogno preannuncia l’odio da parte di una donna, un cane mogio che vuole trascinarci, prendendo tra i denti i nostri vestiti, ci regalerà una splendida amicizia; se un cane ci morde subiremo un tradimento e se corre dietro alle nostre caviglie, ci preannuncerà litigi con persone ritenute amiche. Se riusciremo invece a uccidere un cane rabbioso scamperemo ad una disgrazia. Importante è poi la razza: otterremo un lavoro redditizio se il protagonista del sogno è un cane da caccia, invece se si tratta di un cane da guardia ci arriverà sicurezza. Nel caso in cui l’animale si presenti denutrito e acciaccato, vuol dire che un familiare ha bisogno di aiuto.

Il gatto e il cane: istinti e amicizia

«Sto frequentando un ragazzo con il quale c’è una grande affinità mentale, ma non fisica. Ho deciso di continuare a vederlo, perché mi fa sentire serena e protetta. L’altra notte ho sognato di essere a casa dei miei nonni, dove ho trascorso la mia infanzia. Nel sogno sono appoggiata alla porta della sala e guardo dentro: c’è il mio gattino in preda alle convulsioni, mentre cammina sanguina. Compare il mio cane (morto quest’estate) che viene verso di me e mi abbraccia e mi parla! Mi dice che non devo preoccuparmi perché è lì con me e che posso coccolarlo. Alla fine arriva la mamma del gattino, le apro la porta e la faccio entrare. Il giorno successivo al sogno sono andata a trovare mia nonna e vedere la stessa ambientazione del sogno mi ha messo i brividi».

Cristina

La casa nei sogni è un simbolo del corpo o del mondo interno del sognatore. L’immagine della casa dei nonni, in cui la nostra protagonista ha trascorso l’infanzia, rappresenta il suo lato più antico, originario, che vuole entrare in contatto con lei e comunicarle qualcosa. Il salotto è il luogo che rappresenta il “luogo di scambio” che il sognatore ha con il mondo eterno. E il gattino sofferente ci rivela la difficoltà della sognatrice ad affermare la propria femminilità e sensualità e le resistenze nel prendere contatto con le componenti istintive e le pulsioni più autentiche. Tanto che nei rapporti fa prevalere la componente “canina”. Il cane che arriva in soccorso è l’amico fedele che tutti vorrebbero avere, puntuale, che non delude. L’aspetto familiare del cane aiuta la sognatrice ad accogliere e fare suoi quegli aspetti che ancora la spaventano. È un piccolo trucco dell’inconscio per metterla di fronte a componenti che non è ancora pronta a riconoscere ed integrare.

Ma le immagini oniriche rivelano l’esigenza di stabilire dei rapporti appaganti su tutti i fronti, portando in campo anche la dimensione emotiva e passionale!

CAPELLI

I capelli sono considerati da sempre una parte molto significativa del nostro aspetto, non solo dal punto di vista estetico, ma anche simbolico. Attraverso il loro taglio, il colore e la pettinatura, contribuiscono a definire l’immagine di noi che mostriamo agli altri.

La capigliatura era anche considerata la manifestazione esteriore della forza, della potenza e del ruolo di una persona. Tagliare i capelli a un individuo significava sottometterlo. Anche la tonsura ecclesiastica è il simbolo di una sottomissione a Dio.

Secondo Jung i capelli simboleggiano la nostra natura istintiva, il vigore, e l’energia vitale.

La storia di Sansone e Dalila è un chiaro esempio di questa simbologia racchiusa nelle chiome: la forza di Sansone scompare quando Dalila durante la notte gli taglia i capelli. Questo vigore è legato anche alla vita erotica, poiché i capelli rappresentano l’aspetto seduttivo, il sex appeal femminile, che viene spesso evidenziato da una folta e lunga chioma.

Freud diceva che la paura di diventare impotente o di essere evirato si manifesta in sogno con la caduta dei capelli. Questa visione onirica può essere collegata anche alla paura di un decadimento fisico o di una perdita di valori personali significativi.

Se invece in sogno decidiamo di tagliarci i capelli, questo spesso simboleggia il bisogno o il desiderio di spingerci verso cose nuove, abbandonando o rigenerando il precedente vissuto.

I capelli simbolicamente rappresentano anche i nostri pensieri (spuntano dalla testa…) e di conseguenza tagliarli significa aprirsi a nuovi punti di vista e voler cambiare mentalità, perché un nuovo modo di pensare si sta facendo spazio.

Se in sogno pettiniamo e curiamo i nostri capelli, dimostriamo di aver raggiunto un buon equilibrio con la nostra interiorità e con la nostra fisicità.

Secondo gli antichi interpreti delle immagini oniriche le chiome lunghe e lucenti sono presagio di positività ma soltanto se associate a re, saggi, indovini, donne, artisti e sacerdoti; per le altre persone invece sono simbolo di difficoltà nel raggiungere la ricchezza.

Secondo la tradizione popolare vedere in sogno i capelli che crescono dimostra un andamento positivo negli affari, mentre l’immagine dei capelli che cadono annuncia una perdita di denaro.

Se sogniamo capigliature in disordine dobbiamo stare in guardia da probabili liti familiari.

Attenzione al loro colore

Secondo l’interpretazione popolare, è importante fare attenzione anche al colore dei capelli che ci appaiono in sogno. Ecco il significato che sarebbe da attribuire ai diversi colori della capigliatura.

  • Brizzolati: annunciano difficoltà e ansie.
  • Bianchi: indicano tranquillità e serenità.
  • Biondi: simboleggiano bontà e pacatezza.
  • Neri: qualcuno prova amore verso il sognatore.
  • Rossi: prefigurano inganno e menzogne.

Cadevano vermi dai capelli

«Dopo essermi laureata sono ritornata in Puglia, nella mia città di origine, ma, trascorsi un paio di anni, non si sta rivelando la scelta giusta. Forse mi sono fatta condizionare dal mio ragazzo che ha fatto lo stesso percorso, ma adesso con lui le cose non funzionano e mi sento confusa e spaesata.

Il fatto è che qui non vedo sbocchi lavorativi per me e mi sento come soffocare. L’altra notte ho fatto questo sogno. Ero a Ferrara, nella camera in cui abitavo da studentessa, sembrava passata un’infinità dall’ultima volta che c’ero stata e tutti gli oggetti erano lì, esattamente come li avevo lasciati: le mie pantofole, i libri… Improvvisamente ho sentito qualcosa sulla testa, tra i miei capelli, li scuotevo con le mani e vedevo cadere sul pavimento dei vermicelli marroni e sottili! Avevo la sensazione che mi piovessero in testa. Una volta atterrati sul pavimento diventavano più grandi, erano orribili! Continuavo a scuotermi la testa, ma non finivano mai; allora ho fatto un balzo sulla destra e da questa posizione riuscivo a vedere i vermi caduti sul pavimento, che disgusto!».

Valentina

Quando compaiono i vermi nei sogni, essi rimangono impressi per il senso di repulsione che suscitano. Inoltre se in sogno siamo accerchiati dagli insetti ci sentiamo senza via di scampo. Una sensazione simile a quella che proviamo quando in sogno siamo inseguiti da uno sconosciuto o un ladro entra furtivamente nella nostra casa: è stata violata la nostra dimensione più intima, i confini sono stati superati e siamo in uno stato di allarme e forte preoccupazione.

La stanza in cui Valentina viveva a Ferrara rappresenta il suo spazio di autonomia che è stato invaso; infatti, come racconta, le sue scelte di vita negli ultimi anni sono state condizionate.

Nel caso della nostra sognatrice il ribrezzo provato è ancora più forte, perché i vermi cadono proprio dalla sua testa: più scuote i capelli e più scendono numerosi. Cosa ci rivelano queste immagini?

I capelli da un punto di vista simbolico possono raffigurare i legami affettivi, che, contaminati dai vermi, stanno “marcendo”. Questi animali infatti possono venire associati simbolicamente al deterioramento di un rapporto che non funziona più.

L’inconscio di Valentina, attraverso queste immagini oniriche, sta chiedendo aiuto. Le suggerisce di allontanarsi dai rapporti che vacillano e che potrebbero danneggiare la sua realizzazione futura.

CARNE

Secondo Jung la carne è simbolo di nutrimento psichico; sognare di mangiare questo cibo può evidenziare un disagio della propria interiorità, che non trova sufficiente spazio per esprimersi.

La carne però è anche simbolo del mondo fisico e istintivo; per questo Freud la identifica anche con l’attività sessuale. Nei sogni essa potrà quindi riferirsi a problematiche relative all’eros e alla sessualità.

Il disgusto e il desiderio – Mangiare carne con disgusto in sogno dimostra il fatto di tenere repressi i propri impulsi sessuali, mentre provare un forte desiderio di cibarsene fa riferimento alla necessità o al desiderio di colmare dei vuoti affettivi nella propria vita reale.

Se nei sogni appaiono degli atti di cannibalismo, essi possono esprimere, per immagini simboliche, una passione esasperata e totale verso la persona amata.

Dal punto di vista psicosomatico il mangiare della carne in sogno può indicare il bisogno di specifiche sostanze nutritive, quali proteine e ferro.

Tra gli antichi interpreti delle immagini oniriche il greco Artemidoro considerava la visione della carne come una predizione favorevole, portatrice di guadagni. Al contrario gli Egizi la ritenevano un presagio del prossimo arrivo di sofferenze.

CASA

La casa è lo specchio di se stessi poiché rappresenta nei sogni l’individuo, la sua forma e il prolungamento del proprio corpo; può considerarsi come una sorta di involucro che delimita i nostri confini e che contiene tutto il nostro vissuto.

La casa simboleggia quindi il processo evolutivo personale e può così mutare sembianze, trasmetterci sensazioni differenti con lo scorrere del tempo.

Essa può emanare sensazioni protettive, come immagine positiva del vissuto con i nostri cari o, al contrario, può essere vista come un luogo da cui fuggire, se le difficoltà esistenziali hanno trovato origine proprio tra le mura domestiche. Infatti, secondo Jung, l’abitazione evidenzia i rapporti che il sognatore ha saputo creare con il mondo esterno, con i suoi familiari ed anche con la propria interiorità; la facciata rappresenta la maschera sociale, l’esteriorità del soggetto, mentre la parte interna si identifica con l’anima: la zona superiore è legata alla razionalità, quella inferiore all’inconscio.

Sognare di vagare tra i vari locali della casa evidenzia che si sta verificando una trasformazione interiore: se i nostri passi ci conducono verso l’alto stiamo mettendo a punto un percorso di crescita spirituale, se invece vanno verso i piani inferiori ci stiamo dirigendo verso le pulsioni più nascoste.

Analizzando dettagliatamente il significato simbolico delle varie stanze, possiamo capire il tipo di rapporto che intercorre tra questi vani e i nostri organi.

Soffitta: esprime la predilezione verso il mondo razionale rispetto a quello degli istinti e tale squilibrio si può manifestare con forti cefalee, simbolo di una ribellione a questo eccesso di “mentale”. A livello onirico, se invasa da oggetti, segnala una testa sovraffollata di pensieri; se maniacalmente ordinata, esprime la necessità di tenere razionalmente tutto sotto controllo.

Cucina: il focolare simboleggia il fulcro degli affetti familiari e quindi un luogo dove l’atto del nutrire si può sovrapporre alla capacità di dare e ricevere amore, necessaria per la crescita. La carenza di affetto può essere simboleggiata da una dispensa vuota o da una tavola apparecchiata su cui manca il nostro piatto; tale mancanza può essere manifestata fisicamente con un drastico rifiuto del cibo e quindi con l’anoressia, oppure con il bisogno spasmodico di cibo e quindi con la bulimia. In entrambi i casi esprime una fame d’amore.

Bagno: la sua presenza onirica si riferisce alla genitalità ed alla sessualità; un bagno sporco, con la porta difettosa e con acqua che trabocca, può indicare un rifiuto degli aspetti più intimi delle nostre funzioni corporali. Tale rifiuto viene solitamente manifestato attraverso vaginiti o difficoltà nei rapporti sessuali.

Cantina: essa rappresenta il luogo della parte “ombra” e dei desideri inconfessati; qui si getta tutto ciò che non vogliamo più vedere; questo segnala se appare in sogno; simbolicamente si lega all’intestino e ai suoi disturbi più frequenti, come colite e stipsi.

In volo nei locali della vecchia casa

«Dieci anni fa sono stata abbandonata da mio marito che mi ha lasciato sola, senza un lavoro, senza patente e senza alimenti. Ero annichilita e spaventata, non avevo mai sofferto tanto. Forse tutto questo dolore mi è servito perché oggi sono indipendente, ho un lavoro, un mutuo, un’auto e ho conosciuto un uomo che mi gratifica molto, con il quale sto progettando una convivenza.

Ultimamente faccio un sogno ricorrente: sono nella casa in cui vivevo da sposata; volo in ogni stanza e vedo dall’alto ogni particolare, ogni soprammobile. La casa è ordinata, pulita e brillante, fredda e accecante nella sua luce: come non lo è mai stata; io sono una donna disordinata e non me ne sono mai vergognata, ci ho sempre convissuto benissimo. Poi mi fermo all’entrata e mi pervade di nuovo quell’angoscia che mi ha annichilita tanti anni fa. Mi sveglio con una gran voglia di piangere».

Michela

Anche se in un sogno si rivivono situazioni e sensazioni che facevano parte della nostra vita passata, in realtà le indicazioni che ci arrivano dal mondo onirico sono sempre rivolte al presente.

In questi casi le immagini che ci vengono a trovare possono riportare alla luce atteggiamenti mentali o scelte esistenziali che erano stati negativi per noi e che potrebbero, se riattivati, nuocere al nostro equilibrio psicologico. In quest’ottica la casa di Michela di quando era sposata rappresenta un modo di essere femminile dipendente, dal momento che in quel periodo la protagonista non aveva un lavoro e un’auto. Il fatto che voli sopra ogni stanza, vedendo tutto dall’alto, significa che l’inconscio suggerisce alla nostra sognatrice di vivere con maggior consapevolezza e “distanza” la situazione sentimentale che sta vivendo. È giusto lasciarsi andare e vivere pienamente le emozioni, senza compromettere però la nuova indipendenza raggiunta. Il sogno indica di stare all’erta, perché la fretta di mettere “le cose a posto” e i progetti con il nuovo partner stanno facendo affiorare inclinazioni del passato che non sono più in sintonia con l’autonomia raggiunta.

Entrare in casa dal lucernario

«Sogno sempre di entrare nel mio appartamento – racconta Dario – ma anziché accedere dalla porta principale, entro dalle finestre o mi infilo dal lucernario salendo dal tetto, rischiando pure di cadere e farmi male. Cosa può voler dire?».

Significa che anziché entrare nel merito di una questione e affrontare il problema, preferisci aggirare l’ostacolo, ma così facendo rischi di portare avanti per troppo tempo delle condizioni che non ti piacciono e “farti male”. Meglio entrare dalla porta principale, guardando in faccia ciò che ti preoccupa di più, cominciare ad occuparsene è già parte della soluzione…

CAVALLO

Secondo Jung il cavallo incarna sia il principio materno originario, espresso dalla sua forza creativa e spirituale, sia la nostra parte istintuale. Viene definito infatti “il figlio della notte”, delle tenebre e del mistero; archetipo di forze minacciose galoppanti che devono essere dominate dall’individuo. Questa dualità viene evidenziata dal colore del manto equino: il bianco esprime la trasmutazione dell’istinto animale nella potenza divina; il nero invece, simboleggia gli istinti primordiali incontrollabili, come l’erotismo.

Per questo motivo osservare in sogno un branco di cavalli che corrono può significare che fatichiamo nel controllo dei nostri istinti erotici.

Secondo Freud infatti l’animale simboleggia la libertà sessuale: perciò il sognarsi a cavallo esprime il nostro desiderio di lasciarci andare all’amore.

La galoppata tranquilla – Il cavaliere che galoppa a stretto contatto con il cavallo, descrive bene il contrasto tra la razionalità del sognatore e l’energia istintiva dell’animale. Se il soggetto riesce ad accettarne le componenti più “oscure”, si creerà un’integrazione armonica nella sua personalità; tale armonia viene espressa in sogno da una libera e veloce corsa al galoppo.

L’animale che scalpita – Non sempre però nell’anima del sognatore si raggiunge questo equilibrio e così possono apparire in sogno rappresentazioni di cavalli che scalpitano, “imbrigliati”, o chiusi in recinti, nel tentativo di circoscrivere questa componente istintuale e selvaggia con cui non riusciamo a rapportarci. Se tale tentativo di dominio viene esasperato, possiamo andare incontro a disturbi psicosomatici, quali problemi cardiaci, tensioni muscolari o stanchezza diffusa.

L’interpretazione degli antichi – Secondo Artemidoro, antico interprete dei sogni, questo animale simboleggia la figura femminile, e il suo nitrito preannuncia l’arrivo di una donna nella vita del soggetto.

Anche condurre facilmente un cavallo da corsa era considerato un segnale di positività, mentre guidarlo fuori da una città porterebbe disagi.

La visione popolare – Secondo l’interpretazione popolare montare un cavallo che galoppa molto veloce preannuncia eventi negativi; solo se saremo in grado di gestirne la corsa prima del risveglio, recupereremo la situazione. Ma se cavalchiamo un animale altrui, significa che stiamo compiendo adulterio nei confronti del proprietario di tale animale. Allo stesso modo se chi sogna vede a cavallo un altro uomo, potrebbe essere vittima di tradimento!

È un segnale di disagi e negatività se ci appare in sogno un ronzino (indice di discesa negli affari) oppure un animale ribelle.

CAVERNA

La caverna è l’archetipo della matrice materna, dello spazio uterino: una cavità da un lato protettiva e accogliente, dall’altro sotterranea e misteriosa.

Secondo Jung, essa simboleggia l’inconscio ed il cambiamento interiore a cui il soggetto andrà incontro. Infatti, l’antro rappresenta un tuffo nel passato, ossia l’esigenza di capire esperienze anteriori, in modo tale da riuscire a vivere una vita emotivamente migliore nel presente. Tali contenuti, relegati nella nostra parte “ombra”, disturbano la personalità, poiché considerati negativamente dalla coscienza; la grotta, in sogno, si presenta per permetterci di incanalare e integrare tali impulsi in modo costruttivo.

Riuscire a dominare l’angoscia e la paura che ci assalgono in quel luogo oscuro, ci consente quindi di giungere a una trasformazione individuale, tale da condurci a un equilibrio interiore.

Senso diverso per l’uomo e per la donna – La caverna onirica assume un duplice significato, a seconda che il sognatore sia una persona di sesso maschile o femminile. Nel caso sia un uomo, è necessario considerare la bipolarità del simbolismo uterino: da un lato, espressione di un luogo rassicurante, in cui ci possiamo cullare, dove nulla può nuocerci e da cui possiamo uscire forti e rasserenati; dall’altro, cavità che impedisce l’autonomia e vagina “dentata” che minaccia la libertà e l’integrità personale. In quest’ultimo caso, il problema si potrebbe manifestare nella sessualità del soggetto, attraverso impotenza o eiaculazione precoce.

Se chi sogna è donna, questo luogo scuro richiama l’immagine dell’utero; si incontrano quindi in questa immagine il simbolo del “grembo della madreterra” e quello del “grembo della sognatrice”.

Se la caverna apparsa in sogno è desolata, contiene acqua stagnante o ghiacciata, e suscita sensazioni sgradevoli, essa esprime un femminile paralizzato (ghiaccio) o incapace di creatività (desolazione).

Le donne che fanno questo tipo di sogno, possono avere problemi del ciclo mestruale che si manifestano con amenorrea o sterilità.

L’interpretazione degli antichi – Secondo gli studiosi del passato che hanno “letto” i sogni, se la caverna nel sogno si presenta chiara e spaziosa, ci saranno guadagni inattesi, mentre se è profonda e buia, indicherà la presenza di creditori. Se al suo interno giunge acqua di mare, presagisce una nascita; se arrivano animali sgradevoli, annuncia complotti a proprio sfavore.

Nella visione popolare – L’interpretazione popolare conferisce alla grotta un significato prevalentemente negativo; infatti la sua presenza nei sogni rivela elementi equivoci nel soggetto o nella sua realtà, necessariamente da eliminare. Inoltre, una caverna oscura presagisce persecuzioni; se ci camminiamo dentro con paura e terrore, dimostriamo incapacità a risolvere le difficoltà. Solo se in sogno riusciamo a uscire dalla grotta, allora il significato sarà positivo!

COLOMBA

La colomba è simbolo di pace, purezza, innocenza e serenità e sul piano umano, personifica l’animo puro e semplice. I Greci consideravano questo uccello sacro ad Afrodite, mentre nella Bibbia, con il rametto di ulivo in bocca, rappresenta la conciliazione tra Dio e l’uomo. Inoltre lo Spirito Santo viene spesso rappresentato sotto forma di colomba.

L’amore spirituale – La presenza della colomba nei sogni è sempre un segno positivo.

Esprime l’amore platonico e spirituale, quindi caratterizzato più dal sentimento che dalla passione, un amore di tipo coniugale.

Il suo apparire in sogno può essere relativo al nostro desiderio di un rapporto profondo e stabile.

Identificata sul piano onirico come colomba pasquale, essa si riferisce ad una rinascita serena e tranquilla del sognatore vicino ai propri cari.

La pace familiare – Secondo gli antichi interpreti, la colomba nei sogni rappresenta l’amore, la donna, la fecondità, la dolcezza e l’innocenza, mentre per l’interpretazione popolare, la sua presenza preannuncia la pace e la serenità familiare.

Se nel sogno la protagonista è una colomba che tuba, questo significa che l’innamorata del sognatore non prova il suo stesso coinvolgimento sentimentale e quindi lo farà attendere ancora.

COLORI

Nei sogni l’inconscio, attraverso l’utilizzo dei colori, cerca di guidare il sognatore verso determinati contenuti psichici particolarmente rilevanti per il soggetto stesso. I colori spesso simboleggiano i quattro elementi naturali: il fuoco viene espresso con il rosso e l’arancione; l’acqua con il verde; l’aria con il bianco o il giallo; la terra con il nero ed il marrone.

Se ci riferiamo allo spazio, la dimensione orizzontale, viene identificata dal colore rosso, la verticale dal blu e la dimensione celeste dall’azzurro. Per quanto riguarda il tempo, esso è rappresentato dal nero, mentre il non temporale dal bianco e l’accostamento di queste due tonalità rappresenta la dualità dell’individuo, i suoi lati manifesti e quelli che tende a occultare. Analizziamo in dettaglio il significato dei vari colori nella visione psicosomatica, che si riflette anche nei sogni.

Rosso: associato al pianeta Marte, esprime energia, combattività, vitalità, tanto che viene definito da Marie-Louise von Franz, “simbolo dell’essenza della vita”. Esso simboleggia però anche un sentimento di collera e crudeltà, con conseguente perdita di controllo razionale, tant’è vero che l’inferno ed il diavolo sono sempre caratterizzati dal colore rosso.

Se parliamo d’amore, tale tonalità si riferisce ad un sentimento folle, passionale e carnale.

In sogno, il rosso può essere sia simbolo spirituale, visto come fiamma purificatrice, espressione di un percorso interiore del sognatore, sia simbolo di una necessità di conforto, vicinanza e capacità di resistenza ai disagi della propria esistenza.

Giallo: se ci riferiamo alle tonalità dell’oro, il giallo rappresenta il colore del sole; una luce che ci riporta ad aspetti quali intuizione, intelligenza e saggezza divina. È l’interiorità dell’individuo che, attraverso le facoltà razionali, si esprime nel mondo e porta all’espressione e alla concretizzazione delle proprie potenzialità. La presenza in sogno di un giallo sbiadito, al contrario, evoca delusioni, difficoltà, gelosia e tradimenti.

Verde: rappresenta la vita vegetativa nelle sue varie fasi e la vita sensitiva dell’uomo, consentendo all’individuo di ricreare questa ciclicità stagionale anche nella propria interiorità. È quindi simbolo di speranza e rinnovamento; nel sogno, il verde esprime questa continua riscoperta individuale.

Blu: è associato allo spirito, all’inconscio e alle forze occulte, riflette una sensazione di pace, serenità, armonia e distensione, che ci riporta alla nostra interiorità, stimolando il desiderio di giungere alla conoscenza. Infatti, anche se si tinge con tonalità sbiadite, il blu non assume connotazioni negative, tranne nel caso sia “sporcato” da macchie nere.

Viola: ottenuto dalla fusione del colore rosso con il blu, il colore viola riesce a creare un equilibrio tra materia e spirito che sfocia nella temperanza. Tale tonalità ci riconduce così alla meditazione, al misticismo, all’amore verso l’invisibile, al raccoglimento, alla sottomissione ed al sacrificio.

Marrone: è un colore caldo e materno che simboleggia la terra, la vitalità della natura, e che si correla alle emozioni generate da un tipo di vita semplice, rasserenante e slegata dalle passioni. Se però in sogno il marrone assume tonalità cupe che richiamano il nero, allora è espressione di degradazione e disfacimento; nella persona che sogna, il marrone può presagire lati depressivi, eccessivo attaccamento ai beni materiali o un importante calo di energia fisica.

Nero: secondo Jung, il nero simboleggia le tenebre e le forze oscure. Rappresenta il buio, il nulla, l’incoscienza, il lutto, il mondo originario in tutta la sua potenza. Se tale colore in sogno è accompagnato dalla luminosità, presagisce difficoltà che arrivano dal mondo esterno; se invece si presenta al buio, i pericoli escono dall’interiorità del sognatore.

Bianco: secondo Jung, il bianco è simbolo di trasformazione. Esso contiene ogni altra tinta e quindi rappresenta il tutto, le varie fasi di sviluppo, dal matrimonio alla morte, viste però in modo positivo, anche come resurrezione. Riflesso dell’assoluto, presagisce il contatto con l’energia luminosa, quale espressione di grazia e saggezza. Nei sogni può riferirsi a cambiamenti positivi del soggetto, al proprio desiderio di raggiungere la purezza e la perfezione.

DEFUNTI

Quando nei sogni compaiono la morte o i defunti, queste immagini oniriche si riferiscono di solito a una “morte psichica” del soggetto e quindi a una trasformazione, a un passaggio evolutivo che ci permette di lasciar andare le parti di noi che hanno esaurito la loro funzione; ora vanno abbandonate perché potrebbero portare regressione e ristagno.

Tuttavia, spesso si tende a trattenere dentro di sé ciò che non è più necessario (atteggiamenti di dipendenza, passività e chiusura, ricordi che legano al passato) e le immagini oniriche legate alla morte, come ad esempio il vedere o trasportare cadaveri, esprimono la difficoltà ad accettare quella parte “trapassata” che ancora alberga in noi.

La fine di un legame o l’elaborazione del lutto – Secondo Jung vedere in sogno la morte di qualcuno che è vivo simboleggia la fine del nostro legame psicoemotivo con quella persona.

Invece sognare un proprio caro che è defunto dimostra di essere riusciti a uscire dallo stato depressivo legato alla sua perdita; se il sogno avviene parecchio tempo dopo il fatto luttuoso, significa che il famigliare ci vuole rassicurare riguardo alla sua nuova condizione e quindi evidenzia che il sognatore è stato in grado di liberarsi da quel dolore legato alla perdita, fino a quel momento inespresso.

La comparsa onirica di una figura significativa dopo molto tempo dal lutto, arriva in aiuto per supportare i nostri progetti immediati o futuri.

Fare domande a un defunto – Secondo gli antichi interpreti, porre domande a un morto che ci appare nelle visioni oniriche può rivelarsi utile, in quanto le sue risposte si concretizzeranno; ma se ci lasciamo guidare dal defunto, lo abbracciamo, o ne ascoltiamo il richiamo, questo ci porterà a seguire la sua strada…

L’interpretazione popolare ritiene che la figura del morto sia l’emblema di cambiamenti drastici: guarigione in caso di malattia; matrimonio per lo scapolo e divorzio per il maritato.

Davanti a mio zio sul letto di morte

«Da quando sono diventato padre di due splendidi bambini, ho iniziato a prendere tutto troppo sul serio e ad accollarmi ogni responsabilità, mentre ero sempre stato spensierato. Di recente ho sognato la morte di mio zio (un personaggio “bizzarro”), in realtà scomparso tanti anni fa.

Mi trovavo con mio cugino e correvo, in zona Stazione Centrale di Milano; a un certo punto siamo entrati in un appartamento. Nella stanza buia, mio zio morto era disteso sul letto alla sinistra dell’ingresso. Io sedevo su un letto di fronte. Ho visto che mio zio alzava il braccio, ho fatto un balzo indietro dicendo: “È ancora vivo!”. Mi sono detto che non era possibile ma intanto lui tentava di raggiungermi con le mani e io lo respingevo. Chiedevo aiuto ma non arrivava nessuno. A quel punto mi ha sorriso e mi sono accorto che gli mancava un dente d’oro; al suo posto c’era un buco nero».

Tommaso

Capita di sognare che le persone defunte ci mandino dei messaggi; si tratta di solito di sogni importanti, nei quali la parte più profonda del nostro essere, entra in contatto con noi attraverso chi non c’è più.

Jung li chiamava “i grandi sogni” proprio perché sono premonitori, anticipano cioè fatti ed esperienze destinati a verificarsi nella realtà. Questo tipo di sogni spesso rivela un “progetto”, più o meno esplicito, che ha lo scopo di individuare sempre meglio le capacità creatrici del sognatore. Nel caso di Tommaso, quello zio che lui descrive come “bizzarro”, rappresenta quell’aspetto di lui al di fuori da ogni schema, quel modo di essere di se stesso che ha accantonato ormai da tempo e che ad oggi reprime e combatte. L’inconscio però gli suggerisce che, nonostante il tentativo di rinnegarla, quella parte di lui non è morta, ma è ancora viva e vegeta dentro di lui; non solo, essa sta per “rinascere”.

Però il dente mancante dello zio dimostra che il sognatore percepisce la possibilità di cambiamenti all’orizzonte, che faranno vacillare dei punti di riferimento ormai consolidati. Questo provoca angoscia, come suggerisce l’immagine del buco nero; ma abbandonare i vecchi dogmi è necessario per favorire un percorso nuovo di crescita ed evoluzione.

DENARO

Secondo Jung il denaro simboleggia la forza e la potenzialità di un individuo, quell’energia psichica pronta per essere investita. Trovare del denaro significa quindi poter attingere alle risorse interiori ed a quelle qualità che costituiscono i nostri punti di forza. Se in sogno preleviamo da una banca, significa che siamo in grado di far sbocciare nuove energie per fronteggiare le nostre attività. Tuttavia, se nel sogno ci avvolge la sensazione di non meritare il denaro trovato, potremmo soffrire di una carenza di autostima.

Secondo la concezione freudiana il denaro rappresenta la potenza sessuale; sognare di avere pochi soldi può indicare nell’uomo insicurezza sulla propria virilità.

Monete d’oro, d’argento o di bronzo? – Nell’interpretazione popolare il ritrovamento di denaro è un segno positivo; tra gli antichi interpreti Artemidoro sottolinea che scovare monete d’oro annuncia la possibilità di portare a termine affari davvero notevoli.

Invece trovare monete di bronzo annuncia rapporti poco piacevoli e difficoltà economiche; mentre l’argento predice affari di importanza poco rilevante. Sognare di perdere denaro simboleggia una perdita di valori, non necessariamente negativa, in quanto utile alla nascita di nuovi valori che andranno a sostituire i precedenti. Sognare di dissipare denaro è indice di problemi finanziari, mentre il possederne in giusta quantità è indice di positività.

DENTI

I denti sono simbolo di potenza ed energia aggressiva poiché destinati a rompere e frantumare. Ma allo stesso tempo sono simbolo di crescita e trasformazione. Se sogniamo una perdita di denti, questo può significare che in noi è in atto un calo di dinamismo e vitalità. Può anche indicare un cambiamento della personalità. Importante è anche considerare il tipo di dente perso.

  • Gli incisivi rivelano un forte problema relazionale vissuto dal sognatore.
  • I canini indicano una difficoltà del soggetto che sogna ad accettare la propria parte aggressiva.
  • I molari, specialmente se si sogna che cadono, sono il simbolo di una personalità “traballante”.

Simbolo di potenza sessuale – Secondo Jung e Freud la caduta dei denti riguarda la sfera sessuale: nell’uomo è simbolo di impotenza, di frustrazione legata ad un rapporto intimo insoddisfacente; se a sognare la caduta di un dente è una donna gravida, per Jung rappresenta la paura del parto o il desiderio di un aborto.

Se i denti cadono, brutto presagio – Nella visione popolare e nell’interpretazione degli antichi la perdita di denti preannuncia la morte. Artemidoro afferma che la posizione di un dente può indicare chi sia il predestinato: gli incisivi per i giovani, i premolari per le persone di mezza età e i molari per gli anziani. Se un dente però cade nella mano, preannuncia una nascita.

DIAVOLO

Il diavolo è una figura arcaica che appartiene al patrimonio collettivo e rappresenta quella parte “ombra” presente secondo la visione junghiana in ognuno di noi. Quest’immagine personifica i comportamenti istintivi condannati dalla parte conservatrice e moraleggiante della personalità, o che subiscono un giudizio negativo dall’ambiente in cui vive il sognatore.

Può trattarsi di fantasie ossessive, tentazioni a cui si teme di cedere, attrazione per ciò che è considerato proibito e relativa condanna, aspetti rinnegati che rischiano di disturbare la coscienza.

Una forza oscura – Il diavolo si presenta in sogno come una forza oscura, spesso appare in un momento in cui l’individuo sta per affrontare un passaggio evolutivo. Se questa spinta energetica viene integrata in noi, saremo in grado di compiere tale passaggio; al contrario, se il suo potere occulto ci spaventa, potremmo cadere in uno stato di impotenza e disordine.

Tale disagio si può manifestare a livello corporeo sotto forma di disturbi che simbolicamente ci riportano al tema della crescita; ad esempio i capelli sfibrati o che iniziano a cadere possono essere il segnale di un momento di difficoltà, di “blocco” nella crescita.

Sofferenza, senso di colpa e crescita – La figura del diavolo viene associata da Jung a uno stato di sofferenza e senso di colpa, mentre secondo Freud incarna l’immagine del padre terribile, la cui malvagità libidinosa è in grado annientare. Nei sogni, l’incontro con il diavolo e il suo mondo materiale rappresenta simbolicamente un gradino che bisogna superare per riuscire a elevarsi verso il divino.

Nella visione popolare – Secondo l’interpretazione popolare l’apparizione del diavolo in un sogno ha sempre una connotazione negativa, ma con diverse sfumature di significato. Se si presentasse in sogno con coda, corna ed artigli, il sognatore sarà perseguitato da una donna oppure ingannato da amici. Nel caso in cui il diavolo cercasse di ammaliare il sognatore, ciò presagisce il rischio di un tradimento femminile.

Nell’interpretazione degli antichi – Secondo gli antichi interpreti, la visione in sogno del diavolo contornato dalle fiamme ci può annunciare la vittoria sui nostri nemici.

Se una persona a noi conosciuta ci compare in sogno sotto forma di demone, questo significa che c’è una forte incompatibilità con la persona in questione.

Talvolta la figura che appare nelle vesti del demonio è il padre; questo succede durante il periodo adolescenziale poiché la figura paterna rappresenta “il proibito”, ancora inaccessibile al figlio.

DIVINITÀ

Le sembianze assunte dalle divinità in sogno dipendono dall’esperienza personale, dalla propria religione, dalla tradizione iconografica.

L’immagine di Dio ha avuto nell’immaginario collettivo diverse rappresentazioni. Nella visione della tradizione cristiana e cattolica Dio Padre viene rappresentato in vari modi: come essere indistinto sotto forma di fiamme, oppure con l’archetipo del vecchio saggio imponente, con una lunga barba bianca.

Altre religioni invece – come è noto – non ritengono lecita la rappresentazione di Dio. L’Ebraismo e l’Islamismo ad esempio, proibiscono di raffigurare Dio, per evidenziare il fatto che è invisibile, e infinitamente diverso e superiore rispetto alle sue creature.

La rappresentazione della divinità con immagini costituisce quindi per queste religioni una profanazione. Nel nostro immaginario collettivo sono ancora molto presenti anche le rappresentazioni della divinità secondo la mitologia greca e romana, che si affiancano alle immagini dell’inconografia cristiana.

Un “messaggio” dal cielo – Le immagini del divino che appaiono in sogno rappresentano spesso il desiderio del soggetto di ricollegarsi a una sapienza superiore interna; la potenza di questo simbolo permette al sognatore di richiamare quella forza nascosta che vive in lui, necessaria alla realizzazione dei propri obiettivi e al superamento di eventuali ostacoli.

Questo genere di sogno vuol dire dunque cercare un “messaggio dal cielo” da parte di un Dio interiore che comunica per esortare, indirizzare o correggere.

Inoltre la visione onirica di una immagine di divinità può indicare un bisogno di protezione che ci permetta di mostrare e dichiarare le nostre fragilità, tra cui l’incapacità di gestire il proprio vissuto.

Oppure, al contrario, l’immagine del divino ci consente di evidenziare alcuni nostri aspetti caratteriali di presunta onnipotenza e di sicurezza estrema, che ci impediscono di rapportarci correttamente agli altri, offuscando la nostra capacità di giudizio.

Come si atteggiano gli dei nel sogno? – Secondo Artemidoro, per l’interpretazione del sogno sono importanti gli atteggiamenti e i comportamenti delle divinità. Se assumono sembianze colleriche o minacciose presagiscono sfortuna per i beni o la salute del soggetto, se invece sono sorridenti e gentili, preannunciano ricchezza e buona sorte.

L’interpretazione popolare delle visioni oniriche degli dei, conferisce loro un significato sia positivo che negativo, a seconda delle situazioni.

  • Scorgere Dio in un determinato luogo indica che in quel posto gli affari miglioreranno.
  • Se Dio ci parla e benedice è un buon presagio.
  • Se lo si prega, saremmo consolati dalle nostre pene.
  • Se Dio si mostra in collera con noi, potrebbero capitarci delle disgrazie.
  • Se nel sogno ci fanno visita divinità differenti dal nostro credo, significa che siamo sulla strada sbagliata.

DOLCIUMI

I dolci sono l’immagine simbolica dei sentimenti, della tenerezza e dell’amore; il loro apparire in sogno segnala che abbiamo bisogno di far entrare nella nostra vita una maggiore componente emotiva e sentimentale; manifesta un bisogno di coccole e di “dolcezza”. Probabilmente quindi il sognatore prova una carenza di amore e calore.

Il bisogno di compensare una carenza – Secondo Jung il bisogno di dolciumi segnala la necessità di compensare situazioni psichiche ed emotive, mentre Freud li considera simboli delle delizie d’amore.

Nel caso dei dolci si può parlare di una regressione allo stadio infantile, in cui tutto il nostro interesse è concentrato sul cibo. Sognare dolci può riferirsi anche al piacere sessuale, all’erotismo, alle carezze che mancano e che l’inconscio ripropone nei sogni in una forma simbolica compensatoria. Quindi sognare di mangiare dolci potrebbe significare che abbiamo raggiunto la gioia e la soddisfazione, mentre la voglia intensa di dolci senza però riuscire a prenderli, può evidenziare un desiderio verso qualcosa ritenuto irraggiungibile.

Sono simboli di amore – Anche secondo l’interpretazione popolare, i dolci sono legati all’amore. Acquistare dolci presagisce felicità in amore; riceverli in dono significa essere desiderati; mangiarli annuncia l’arrivo di beni materiali.

DONNA

Secondo Jung, la donna simboleggia l’anima, ossia quella parte femminile dell’inconscio, antitetica all’Io razionale (e “maschile”), che vive in ogni individuo. Tale parte si esprime attraverso sentimento, creatività, fecondità, instabilità, sensibilità e irrazionalità.

Lo sviluppo emotivo di tale archetipo e la capacità del soggetto di integrarlo nella sua personalità, dipendono dalle esperienze infantili, soprattutto quelle che riguardano la figura materna. Se ha lasciato sensazioni positive, allora l’anima si incarna nelle immagini di fate o principesse. Se invece le immagini che la ricordano sono negative, allora la figura femminile nel sogno sarà negativa: strega, matrigna o donna ammaliatrice. L’immagine di donna vista nei sogni ci permette di rivedere il nostro rapporto con il femminile.

Conta anche il suo aspetto – Secondo gli antichi interpreti, è rilevante l’aspetto della donna vista in sogno: se anziana, simboleggia la fine di qualcosa; se poco piacente, invita a non cambiare i propri obiettivi personali; se è di bell’aspetto, ci incoraggia nel perseguire i nostri progetti. Nel caso in cui la donna sia sconosciuta, questo presagisce affari vantaggiosi!

Anche l’interpretazione popolare si riferisce alle sembianze dell’immagine della donna in sogno: se è vecchia, preannuncia perdite; se è giovane, porta felicità; se è bella, esprime verità; se è brutta, annuncia maldicenza; infine se è truccata ci sono truffe in vista!

Vuol mettere in mostra i miei vestiti osé

«Ho fatto un sogno che mi ha colpito molto. Mi trovo nel mio letto e sto leggendo. Il telefono suona e vado a rispondere. C’è una grande confusione, poi sento una voce di donna che mi dice che ha dei miei vestiti molto osé che vuole mostrare a tutti appendendoli sul davanzale. Improvvisamente in casa, non so da dove, entrano degli uccelli. Cerco di farli uscire e nel frattempo mi accorgo che in casa c’è qualcuno, sento una voce e capisco che è la donna che mi ha chiamato; in realtà mi stava telefonando da casa mia».

Dafne

Il protagonista del sogno è il senso di colpa. C’è qualcosa che la sognatrice ha fatto in passato e di cui si è vergognata, ha cercato di dimenticarlo rimuovendolo, ma ora sta riaffiorando attraverso l’immaginario onirico. I vestiti osé rappresentano un’azione o un comportamento vissuto come una colpa. La donna è l’elemento chiave per comprendere il messaggio che sta mandando l’inconscio. Ha una valenza duplice: punitiva da una parte (ha le “prove” della “colpa”) dall’altra salvifica, perché vuole essere un monito per non commettere più gli stessi errori. La volontà avvertire e mettere in salvo la sognatrice è rinforzata in sogno dalla presenza degli uccelli che erano considerati “messaggeri”. Inoltre la donna chiama dalla casa della sognatrice: rappresenta una parte di lei, quella più giudicante, censoria e che alimenta i tuoi sensi di colpa.

ELEFANTE

L’elefante in Oriente è un animale molto significativo, è anche usato per trasportare maraja e cacciatori. È un emblema dell’unione tra prestanza fisica e intelligenza. Come simbolo di realizzazione e prosperità, l’elefante è un auspicio di pioggia e abbondanza, oltre a donare pace ed esaudire speranze e desideri.

Il suo apparire in sogno guida il soggetto alla conoscenza, al riserbo ed alla pietà.

Una grande energia sotto controllo – Ma con la sua potenza fisica può rappresentare anche le forze istintive e dirompenti dell’inconscio, che la razionalità però è in grado di controllare ed incanalare. La prestanza fisica di tale animale e l’energia vitale che sprigiona, quando appaiono in sogno, possono essere simbolo della necessità dell’individuo di risolvere problemi di autostima personale. La visione della potenza dell’elefante in sogno, può cercare di mettere in luce tratti di forza e determinazione del soggetto, che quest’ultimo non è ancora riuscito ad esprimere a livello cosciente.

Se appare a una donna che vuole un figlio – Nella tradizione popolare vedere un solo elefante in sogno annuncia una relazione importante e fortuna; se l’elefante appare a una donna che vuole un figlio, l’animale è simbolo di fecondità.

Sognare di cavalcare un pachiderma annuncia un avanzamento professionale e sociale.

FECI

Gli escrementi assumono nei sogni un duplice significato. Da un lato rappresentano ciò che viene considerato “sporco” e che suscita disgusto; con la necessità di eliminarlo dal corpo attraverso una defecazione simbolica e “onirica”, fino a giungere ad una purificazione dell’anima e del corpo.

Espellere le emozioni fastidiose – L’individuo cerca di “espellere” dalla sua mente e dal suo corpo le persone o le situazioni considerate emotivamente fastidiose, liberandosi anche di stati d’animo controproducenti, come inibizioni o sensi di colpa. Secondo Jung infatti, l’evacuazione onirica riguarda la volontà di eliminare i “rifiuti” dell’anima.

Dall’altro lato però gli escrementi rappresentano anche la materia, l’energia primitiva e grezza da cui ha origine la vita.

Se sogniamo di cibarci di feci, questo potrebbe indicare il nostro bisogno di assorbirne la forza e le potenzialità. Poiché gli escrementi rappresentano anche il denaro e la ricchezza materiale.

Sognare di ingoiarle potrebbe simboleggiare anche una ricerca di sostegno economico.

Associate simbolicamente al denaro – Secondo Freud infatti, esiste un legame simbolico molto forte tra feci e denaro. Questo significato simbolico nasce già per il bambino, il quale nota l’attenzione dei genitori per le sue feci ed è portato a pensare che abbiano un grande valore. Perciò per lui il fatto di espellere gli scarti diventa quasi l’espressione del desiderio di donare qualcosa di valore ai propri cari, soprattutto alla madre.

Al contrario l’ostinarsi a trattenere le feci può essere anche l’espressione di uno “sgarbo”, di una ostilità nei confronti della figura materna.

Se nel sogno compare una persona imbrattata da feci, questo può essere espressione di un sentimento di disgusto o di disprezzo verso tale figura. Se invece è il sognatore stesso che appare sporco, allora l’immagine può riferirsi alla necessità di una ricarica energetica per poter attuare la propria evoluzione interiore.

Un annuncio di eventi fortunati – Secondo le tradizioni popolari sognare di essere sporcati da escrementi oppure calpestarli o vederli in sogno, porterebbe ricchezza e anche oro; se sogniamo invece di liberarcene e ne notiamo un aspetto poco piacevole, allora è un presagio di problemi.

Secondo gli antichi interpreti, sognare di essere imbrattati di feci assume un significato molto diverso a seconda che gli scarti vengano da un ricco o da un povero. Se invece in sogno compare lo sterco animale, esso viene interpretato come l’annuncio di malattie, escluso il caso in cui il sognatore sia un contadino.

FIORE

I fiori sono la migliore manifestazione della grande capacità creativa e rigeneratrice della natura, che sa perennemente far rinascere questi prodigi di bellezza, di colori e di profumi.

Consciamente o inconsciamente, l’immagine del fiore è collegata alla capacità incredibile della natura di far sgorgare continuamente dalla materia grigia e grezza “creature” stupende e armoniose.

Lo “sbocciare” del proprio talento – I fiori vengono per questo collegati simbolicamente al processo evolutivo personale che porta alla propria “fioritura interiore”. Se ciascuno di noi ha un proprio talento personale, che giace come un seme nella nostra essenza profonda è inevitabile associare l’immagine dei fiori allo sbocciare di questo seme, che poi produrrà i suoi frutti. Quindi l’immagine dei fiori, anche nei sogni, fa da portavoce della nostra interiorità.

Quando essi compaiono tra le visioni oniriche si riferiscono spesso a uno specifico stato d’animo o a una qualità spirituale del sognatore.

Fioriscono nuovi sentimenti – I fiori sono collegati a molti simboli che fanno parte dell’immaginario collettivo; quando appaiono in sogno assumono particolari significati. Se nel corso di un sogno appare lo sbocciare dei fiori, oppure ci viene donato un mazzo floreale, questo viene interpretato come il segno che sta nascendo un sentimento d’amore puro e stimolante. Il sognare fiori appassiti invece metterebbe in luce la fine o l’affievolimento di un amore.

Il significato dei vari generi di fiori – È importante osservare anche i dettagli della visione onirica, considerando anche il numero, la forma e il colore dei fiori che appaiono in sogno. Nella tradizione popolare la visione onirica di un campo di fiori bianchi viene considerata il presagio di un funerale. Per quanto riguarda i vari generi di fiore, ecco i significati che vengono loro attribuiti, anche da quello che viene comunemente accettato come “linguaggio dei fiori”.

  • Rosa: la sua bellezza e la sua perfezione esprimono sentimenti nobili, spirituali, che richiamano la ricchezza dell’anima. Le spine rappresentano il dolore necessario all’evoluzione interiore. A seconda del colore porta con sé un significato diverso: se è rossa simboleggia l’amore passionale, bianca la purezza, rosa un amore tenero e delicato.
  • Loto o ninfea: è un fiore che schiude i petali sull’acqua e che, avendo le proprie radici piantate in profondità, esprime l’armonia, la purezza e la luce che fuoriescono dal buio delle tenebre; simbolo di un viaggio spirituale dell’individuo, che apre le porte verso il nuovo, il cambiamento e la crescita.
    Se nel sogno il loto è sbocciato, il sognatore sta vivendo una realizzazione interiore, attingendo alle proprie potenzialità.
  • Giglio: simbolo di amore puro, verginità e candore.
  • Narciso: fiore primaverile che simboleggia egocentrismo e vanità, è in grado di ipnotizzare e sopire, provocando un senso di stordimento. In sogno può parlarci di una persona che ameremo in futuro.
  • Crisantemo: rappresenta l’immortalità.
  • Iris: simbolo di moralità, innocenza e candore, con la sua presenza fornisce al sognatore uno scudo protettivo dagli influssi malefici.
  • Anemone: è collegato simbolicamente all’amore effimero, quindi all’instabilità e alla mutevolezza.

Secondo gli antichi e la tradizione – Gli antichi interpreti di sogni, attribuiscono ai fiori anche un significato negativo. In particolare Artemidoro considera la rosa presagio di morte per i malati e di lacrime per i sani; la viola è ritenuta portatrice di disgrazie; la malva simbolo di difficoltà personali; il giglio, anche se viene visto come l’annuncio di un blocco dei buoni affari, promette però giorni migliori; anche i fiori appassiti vengono considerati messaggeri di infelicità.

Al contrario, l’interpretazione popolare parla di serenità sentimentale nel caso in cui sboccino fiori o se ne riceva un mazzo in dono; solo nel caso in cui i fiori siano secchi o appassiti, questa immagine segnala al sognatore un blocco sessuale o una ribellione verso le regole della società.

FIUME

Il fiume, scorrendo tra le montagne, i boschi e i prati, sino ad arrivare al mare, simboleggia lo scorrere della vita con tutte le sue vicissitudini, attraverso la fecondità, il decesso e la rinascita.

Jung, infatti, fa coincidere il corso d’acqua con la vita stessa. Perciò la sua presenza nei sogni si riferisce ai vari ostacoli che possiamo trovare durante il nostro cammino. L’immagine del fiume infatti ci avverte di una presenza emotivamente ingestibile e minacciosa dentro di noi o nella realtà che ci circonda.

Gli ostacoli allo scorrere dell’acqua – I nostri processi evolutivi, come interruzioni nella crescita o trasformazioni interiori, si manifestano attraverso una variazione nel lento scorrere del fiume.

L’immagine di uno straripamento vista in sogno, dovuto all’impetuosità dell’acqua, manifesta simbolicamente una mancanza di controllo emotivo del soggetto o la sua paura nell’affrontare un aspetto della vita che risulta per lui difficile da superare.

Se nel corso del fiume incontriamo scogli o cascate inaspettate, con l’acqua che si agita in modo vorticoso, significa che stiamo affrontando una situazione molto difficile; allo stesso modo la necessità di attraversare un fiume è la traduzione nel linguaggio delle immagini del fatto che stiamo incontrando ostacoli notevoli nella nostra evoluzione interiore.

Nel caso in cui nel sogno troviamo aiuto in una barca, in un guado o in un ponte, allora il sogno assume una connotazione molto positiva poiché sottolinea una nostra forte decisione; un gesto che ci permetterà il passaggio verso nuove strade.

Nuotare nell’acqua del fiume – Se stiamo nuotando tranquillamente rilassati in un fiume, significa che stiamo trascorrendo pacificamente la nostra vita senza opporci al suo flusso e, lasciandoci cullare dalle acque, ne assorbiamo quell’energia che ci condurrà alla realizzazione del nostro potenziale.

Se invece la visione onirica rappresenta la faticosa risalita del fiume controcorrente, questo sogno può esprimere il desiderio di muoverci contro le convenzioni ma è anche espressione di coraggio e di forza interiore che ci sostengono in un periodo di difficili lotte.

Quando il fiume è in secca e privo d’acqua può simboleggiare la carenza in un particolare aspetto della nostra vita, quale il denaro, i sentimenti o la salute; può essere anche il presagio di una malattia, con la conseguente necessità di riposarsi per rigenerare le forze.

L’interpretazione in passato – Se il sogno rappresentava una caduta in un fiume del sognatore o di oggetti a lui appartenenti, gli antichi interpreti lo leggevano come un presagio negativo.

In particolare, Artemidoro considerava il fiume visto in sogno come presagio di ansietà e di prossimi viaggi.

GATTO

Il gatto, come molti simboli, contiene in sé due valenze opposte, che possiamo riscontrare già nel suo comportamento: tenero ed affettuoso da un lato, volubile, selvaggio e indipendente dall’altro.

Infatti la comparsa di un gatto veniva considerata segno positivo da alcuni popoli e negativo da altri.

Per gli Egizi il gatto era una vera e propria divinità, Bastet. In Giappone, viene rappresentato nei panni di una donna assassina, e quindi di cattivo augurio.

Per l’armonia e la sinuosità dei suoi movimenti e la sua grazia innata, l’animale viene considerato simbolo di femminilità e sensualità. Il gatto inoltre, vedendo anche al buio, è simbolo di preveggenza.

Soprattutto un gatto nero rappresenta l’istinto felino in tutto il suo mistero e veniva associato alle streghe.

Lasciarsi andare agli istinti – La presenza di un gatto nei sogni mette in luce la necessità del sognatore di rapportarsi con la propria parte istintiva, sensuale e seduttiva. Secondo Jung, tali caratteri femminili sono presenti anche nell’uomo, in quella che viene definita “anima”, e la mancata integrazione di questi aspetti nell’Io del sognatore viene rappresentata in sogno dall’immagine felina.

Freud ne evidenzia invece il lato sessuale, definendo il gatto espressione dell’organo femminile.

L’apparizione di un gatto, in atteggiamento minaccioso o seduttivo, nei sogni di una persona di sesso maschile, fa ipotizzare che egli stia vivendo una relazione importante con una donna, verso la quale manifesta un comportamento ambivalente, caratterizzato sia dal timore che dal desiderio di lasciarsi andare.

Nel caso in cui invece il gatto compaia nei sogni di una donna, significa che la protagonista necessita di arricchire la propria femminilità con gli aspetti seduttivi propri dell’essere gatto. Negare a se stesso gli aspetti istintuali che sono riferiti a questo animale potrebbe provocare l’insorgere di patologie somatiche, anche attraverso disturbi della pelle, su cui si imprimono i “graffi” simbolici della felinità repressa.

Secondo la tradizione – Spesso nell’interpretazione degli antichi l’apparizione di gatti in sogno assumeva valenza negativa, sia per i rapporti sentimentali che per i beni del sognatore.

Infatti Artemidoro li considera simbolo di adulterio. Anche l’interpretazione popolare ne sottolinea l’aspetto sfavorevole: se il gatto in sogno graffia, presagisce un tradimento femminile; se soffia e si inferocisce, è il preannuncio di tanti litigi; anche il miagolio dell’animale sentito in sogno porta bugie e falsità.

Molto importante il colore del gatto: il nero simboleggerebbe inquietudine e paura dovuta ad un influsso negativo che aleggia sul sognatore, mentre il bianco rappresenta il timore nei confronti di un rapporto sentimentale ambiguo.

GIARDINO

Il giardino rappresenta da un punto di vista simbolico uno spazio soggettivo e personale, immagine del nostro paradiso interiore, luogo emblematico di tutto ciò che per noi è caro, in cui possiamo quindi rifugiarci per ritrovare la nostra armonia ed il nostro equilibrio.

Un mondo magico e ideale – L’immagine ideale di un giardino, con la vegetazione, fontane e zampilli d’acqua, ha un potere magico, quasi divino, intermediario tra Dio e uomo.

È una sorta di mondo ideale, in cui possono avvenire la crescita e la rinascita spirituale dell’individuo.

Jung considera il giardino come espressione dell’anima. È carico di simboli e di valenze religiose e filosofiche. Per questo appare spesso nei sogni e le caratteristiche che assume nell’immagine onirica riflettono lo stato psicoemotivo del sognatore.

Se lo spazio verde che appare in sogno è delimitato da recinzioni o mura, segnala un individuo che tende all’introversione; se al contrario è aperto all’infinito, senza confini, rivela la grande capacità del sognatore di instaurare relazioni con il mondo esterno.

Come è l’entrata? – Anche l’ingresso del giardino nella visione onirica assume una certa importanza: se un enorme portone aperto ci permette l’ingresso nel giardino, il sognatore è connotato da grande generosità; invece se per accedere al giardino bisogna passare da una piccola porta chiusa, questo segnala il timore e la diffidenza di chi sogna.

Un intenso profumo di fiori e una varietà di colori ci segnalano che il sognatore ha una dimensione interiore ricca e gioiosa, volta all’equilibrio ed al benessere. Al contrario sognare erbacce incolte, un terreno arido, oppure un giardino abbandonato è l’espressione di un malessere dell’anima e di un senso di solitudine dovuto a relazioni affettive inappaganti e dolorose.

Se nel sogno il protagonista è intento a dissodare la terra, innaffiare e seminare nuove piante, tutto questo è chiaro simbolo della volontà di rendere nuovamente florida e rigogliosa la propria anima, dedicandole nutrimento e dedizione.

Se è rigoglioso e ben curato… – Gli antichi interpreti consideravano un segnale positivo sognare di entrare in un giardino sconosciuto e anche il camminarci con estrema tranquillità; era visto come l’annuncio di una vita ricca e felice.

Secondo l’interpretazione popolare, in base alle caratteristiche e allo stato del giardino visto in sogno, possiamo valutare quale vita conduce il sognatore.

Se nel centro appare una fontana, un albero rigoglioso o un roseto, significa che il protagonista potrà realizzare tutti i suoi desideri.

Se il terreno prospera di fiori e frutti e viene regolarmente arato, questo sogno annuncia momenti di serenità e gioia; se il sole illumina il prato dopo un acquazzone, sono in arrivo dei miglioramenti sostanziosi nella vita del sognatore.

GRAVIDANZA

La gravidanza apparsa in sogno è simbolo di una crescita interiore del sognatore, evoluzione che lo accompagnerà verso una nuova fase esistenziale.

Sia secondo Jung che Freud, la gravidanza ci parla di un cambiamento, di un rinnovamento personale.

Un “nuovo nato sta arrivando”, cioè un nuovo lato della personalità del sognatore sta emergendo. Jung afferma che il feto è l’immagine del “puer aeternus” e della sua energia potenziale ancora inespressa.

Quando è la stessa sognatrice a vedersi incinta, questa immagine può anche indicare il desiderio di realizzare un progetto, o il fatto che l’obiettivo prefisso sta andando in porto. Se la sognatrice vuole davvero avere un figlio, un sogno di questo tipo è di buon auspicio.

Secondo l’interpretazione popolare – Per gli antichi interpreti, sognare una gravidanza era possibile anche per un uomo oltre che per una donna. Gli antichi Egizi davano un significato anche al sogno in cui veniva partorita la figura di un animale.

Sognare di partorire un gatto indicava l’annuncio di una prole numerosa, mentre la nascita di un cane in sogno faceva presagire l’arrivo di un figlio maschio. L’interpretazione popolare considera la gravidanza vista in sogno come l’espressione di un desiderio di maternità o il suo preannuncio; sognare di essere gravidi annunciava il compimento di progetti e la realizzazione di ingenti guadagni.

LATTE

Alimento indispensabile per i bambini, il latte rappresenta simbolicamente il sapere e le conoscenze che consentono lo sviluppo e il benessere dell’individuo.

Si assimila dal seno della madre e infatti il latte simboleggia anche il nutrimento, il calore e il senso di protezione che solo la figura materna è in grado di regalare. Sognare del latte acquista un valore particolare, perché riconduce spesso al lato più vulnerabile del soggetto, a una certa sua immaturità che fa crescere in lui la necessità di ritornare ad uno stato infantile in cui si sentiva accudito e nutrito.

Bere latte indica che ci stiamo rafforzando – Se però durante il sogno beviamo del latte, questo è il segnale che siamo in contatto con le nostre risorse più profonde, le uniche in grado di indicarci la strada da percorrere per acquisire una maggiore forza interiore, che ci permetterà di affrontare meglio le difficoltà di una vita adulta. Sognare di bere del latte indica quindi che qualcosa di positivo sta avvenendo in noi.

Se poi nel sogno compare anche una grande quantità della bianca bevanda, questo è indice di una certa abbondanza di “nutrimenti essenziali” di cui gode la nostra vita.

Se a sognare di bere latte è una persona malata, oppure che sta vivendo un periodo di timore e di smarrimento, significa che sta cercando di recuperare le forze e che il suo inconscio è alla ricerca di nuove energie.

Anche un simbolo di ricchezza – Il latte è anche il simbolo di un bene prezioso, da non sperperare. Se in sogno ci si vede intenti a regalare del latte o a disperderlo, questa immagine può essere interpretata come un “avviso” a non buttare via i propri beni e le proprie capacità. Infatti sognare del latte che cade a terra è un segnale che indica la perdita di qualcosa che vale, sia dal punto di vista materiale che emotivo.

Questa interpretazione dell’immagine onirica si trova anche nella tradizione popolare, secondo la quale versare a terra del latte è il simbolo del rischio di perdite commerciali; al contrario se si sogna di acquistare del latte questo è un segnale di benessere e fortuna.

Nell’interpretazione popolare – Sempre secondo la tradizione e nella visione popolare, se una donna sogna se stessa con il seno gonfio di latte, il significato di questa immagine onirica varia secondo l’età e la condizione della donna; per una signora benestante questo è il segnale di ingenti spese; per una donna povera in età avanzata, è l’annuncio dell’arrivo di tanto denaro; per una donna giovane sposata è la previsione di una gravidanza; per una ragazza significa matrimonio in vista.

LEONE

Comunemente definito “re della foresta”, il leone ha sempre incarnato il simbolo di una figura maestosa e regale. Nell’iconografia cristiana l’immagine del leone simboleggia la parte divina di Cristo, mentre in Oriente rappresenta una difesa contro le forze negative. Animale solare secondo gli Egizi, il leone simboleggia per l’uomo l’espressione di nobili passioni, che sono la manifestazione della propria forza interiore.

Passione e forza istintiva – Simbolo di potenza regale, autorità e giustizia, il leone può però rappresentare questa energia anche nel suo aspetto negativo, sotto forma di autoritarismo e tirannia, violenza, aggressività animalesca e sessualità indomabile.

Jung infatti lo ritiene il simbolo di una forza istintiva irrefrenabile. Quindi il leone nei sogni può essere espressione della nostra energia interiore, ma può presentare anche il proprio lato brutale ed evidenziare quindi un’incapacità del soggetto di accettare, incanalare e manifestare tale potenzialità istintuale che nella realtà si esprime attraverso violenza, furia, rabbia oppure orgoglio eccessivo.

Aggressivo, tranquillo o in gabbia? – Questo vale soprattutto se l’animale è apparso in sogno con atteggiamento aggressivo e violento, se invece abbiamo sognato un leone tranquillo e pacifico, allora esso può essere il segnale della capacità dell’individuo di assorbire e accettare il proprio aspetto istintivo, che si potrà manifestare nelle sue valenze più positive: come passionalità in amore, coraggio e determinazione.

Sognare un leone in gabbia può avere una duplice valenza: da una parte potrebbe significare di avere una capacità di controllo sulla propria forza istintiva, ma dall’altra può voler dire anche che stiamo tenendo troppo a freno la nostra indole naturale e non le permettiamo di esprimersi.

Autorità e sicurezza – La fierezza del leone e la sua “regalità” fanno sì che esso assuma anche il significato simbolico di guida autorevole e fidata.

Vedere in sogno un leone sotto questo aspetto di figura guida che comanda il branco può dunque significare che il sognatore sente il bisogno di una persona forte di cui fidarsi e a cui ispirarsi.

Previsione di guerra o di benessere – Gli antichi traevano auspici e indicazioni sul futuro dai sogni che rappresentano dei leoni soprattutto osservando l’atteggiamento dell’animale. Se il leone è aggressivo e violento, allora è il segnale che arriverà un periodo di “guerra”, di scontri o di malattia. Se una donna vede in sogno una leonessa tranquilla attorniata dai suoi cuccioli, si preannuncia per lei un periodo felice e appagante.

LUNA

Simbolo del mistero e della notte, la luna richiama l’inconscio, le forze irrazionali e magiche. Ma è anche il simbolo dei cicli naturali della vita: l’andamento quotidiano delle maree e i cicli mensili della donna.

Rappresenta anche gli sbalzi d’umore, la variabilità e l’intuitività femminile, in antitesi con la razionalità maschile che trova rappresentazione nella luce del sole che tutto vuole illuminare, mentre la luna avvolge ogni cosa in una luce soffusa e pallida.

La luna nel mondo mitologico degli Egizi era rappresentata da Iside; nella mitologia greca da Artemide, una Dea fatta di luci e di ombre.

L’astro lunare regola i cicli biologici, stimola la fecondità della donna ed esprime, secondo Freud, il desiderio di maternità. L’andamento dei cicli lunari sembra collegato anche agli sbalzi d’umore depressivi.

Invito a seguire la parte irrazionale – Simbolo sia di ciò che tramonta che di ciò che può sorgere, la luna che si mostra in sogno rappresenta per il sognatore l’abbandono di un vecchio sentiero ormai superato, per intraprendere una nuova strada che gli permetterà di evolvere. L’apparire della luna in una visione onirica, con tutti i significati simbolici a essa collegati, è la manifestazione anche della necessità di attingere ai propri aspetti più naturali, più femminili, meno controllati e meno razionali.

Se la protagonista del sogno è una donna, la luna le ricorderà la necessità di riscoprire e rivalutare il proprio lato femminile, oltre che di occuparsi della propria vita sentimentale; se è un uomo ad osservarla, essa simboleggia, secondo Jung, la sua “anima” interiore che in futuro richiederà spazio per esprimersi.

Piena, luminosa, coperta… – A seconda di come ci appare, la luna può assumere differenti significati.

L’astro luminoso e pieno nel cielo simboleggia femminilità e fertilità; se la luna è brillante e luminosa rappresenta un annuncio di fecondità e fortuna.

Se la luna nei sogni viene invece oscurata da nubi, oppure è nascosta, è il segnale di una fase non favorevole che stiamo attraversando, in cui stiamo tenendo “nascoste” alcune nostre potenzialità. Nel caso che invece la luna appaia in sogno nel cielo diurno, essa presagisce la sconfitta dell’oscurità e dell’occulto.

Nell’interpretazione popolare – Anche secondo la tradizione popolare, importante è valutare il colore e l’intensità della luce lunare che appaiono nei sogni: il nero presagisce un lutto; il rosso pericoli; se scura segnala delle difficoltà; invece se limpida, chiara e splendente, preannuncerà una vita felice, sia a livello affettivo che sociale. Gli antichi consideravano la luna in sogno un simbolo di femminilità, denaro ma anche di morte poiché “sfera” senza vita.

MONTAGNA

La montagna rappresenta l’unione della terra con il cielo e quindi del terrestre con il divino.

Una montagna (l’Olimpo) era la casa degli dei greci e un monte (il Sinai) il luogo in cui Mosè ricevette i dieci comandamenti da Dio.

Simbolo di un’ascesa spirituale o affettiva dell’individuo, la vetta montuosa si identifica con la conoscenza e le aspirazioni del sognatore, che punta a raggiungere questa meta nobile.

Una scalata difficile o una passeggiata? – Secondo Jung infatti, il monte che appare in sogno ci parla del cammino psichico personale che stiamo intraprendendo; un’evoluzione interiore che mette in gioco anche le nostre capacità fisiche e di resistenza, fortemente legate alla volontà, al controllo mentale e alla razionalità.

In base a come si presenta la nostra ascesa alla montagna vista in sogno, potremo comprendere se l’obiettivo che intendiamo raggiungere è alla nostra portata oppure se le forze da noi messe in gioco non sono ancora adatte e sufficienti.

Infatti, se la scalata si presenta difficoltosa, piena di ostacoli, come una salita molto ripida, arbusti, pietre, pioggia, questo potrebbe significare che il sognatore stia utilizzando energie non appropriate. Questa salita difficoltosa si può manifestare anche a livello fisico con disturbi muscolari o articolari.

Se al contrario il sogno ci mostra una passeggiata tranquilla, in montagna, durante la quale possiamo goderci il paesaggio naturale, allora significa che stanno utilizzando le forze dell’Io in modo corretto, avviandoci verso la realizzazione del nostro progetto di crescita.

Quando la salita al monte fallisce – Nel caso in cui il sogno descriva una discesa anticipata dal monte, vuol dire che chi sogna ha in mente di abbandonare o bloccare la propria “scalata”, non considerandosi all’altezza dell’impresa o temendo un fallimento.

Se sogniamo di precipitare dalla montagna, significa che abbiamo paura di subire una sconfitta in qualche settore della vita reale e che temiamo di non riuscire a evitarla poiché travolti da pressioni istintive.

Anche un simbolo sessuale – Secondo Freud invece la salita e la discesa da una montagna sono legate al desiderio sessuale del soggetto; quindi se una persona sogna di non essere in grado di raggiungere la cima questo può segnalare il timore di impotenza o inibizioni sessuali nell’intimità.

Il monte però simboleggia anche il seno od il ventre della madre e quindi ci riporta a simbologie femminili, legate alla fecondità e alla gravidanza.

Secondo gli antichi interpreti, sognare che spunti una nuova montagna, annuncia l’ascesa al potere di un individuo importante. Al contrario, Artemidoro afferma che il monte è presagio di sentimenti negativi, rafforzati dalla presenza di pareti rocciose.

MOSTRO

Il mostro è un’immagine che ci ricorda l’infanzia, poiché personaggio di molte fiabe e spesso protagonista degli incubi dei bambini.

L’immagine dell’orco, del mostro gigantesco che può divorare i bambini richiama simbolicamente al tema ancestrale del ritorno nel ventre materno.

Terrore e desiderio di esprimere gli istinti – Il mostro è l’immagine simbolica della potenza delle forze istintuali. Il suo apparire in sogno può avere un duplice significato. Da una parte il timore che l’istinto passionale possa prendere il sopravvento nel nostro carattere ma dall’altra anche, al contrario, il desiderio inconscio di ribellarsi alla propria personalità, dai tratti troppo miti ed accomodanti, per esprimere anche aspetti più determinati ed egoistici.

Vorremmo che in noi si risvegliasse il “mostro” che ci aiuta ad essere realmente noi stessi.

L’immagine dell’orco assume anche un significato positivo e simboleggia un momento di crescita che, nel sogno, si traduce in un atto coraggioso, come ad esempio affrontare un potente nemico invece di sfuggirgli. Se l’immagine del mostro appare in sogno durante l’età adulta, può essere espressione di una situazione che si riteneva superata, ma che in realtà incombe ancora su di noi. Oppure potrebbe anche rappresentare una persona a noi vicina che temiamo ci possa “sovrastare”, dominandoci o plagiandoci.

Lo scimmione gigantesco mi afferra

«Io e mia sorella siamo sempre state diverse, io la “ribelle”, quella fuori dalle righe e lei la più tranquilla, con i piedi ben piantati a terra e molto più incline ad accontentare le aspettative dei miei genitori. Siamo i due poli opposti: io sono quella attiva e lei quella passiva. In questo periodo stiamo vivendo insieme e la convivenza si sta rivelando meno difficile del previsto, mi sono adattata parecchio al suo stile di vita. Adesso mi sento quasi identica a lei… L’altra notte l’ho sognata. Nel sogno appare un mostro enorme come il “Bigfoot” dei film americani e io ne sono terrorizzata; credo che ci voglia uccidere così mi nascondo. Ma mia sorella fa vedere alla bestia dove sono nascosta; così mi afferra con le sue mani gigantesche. Mentre mi divincolo, lo scimmione sorride. Così mi rendo conto che non vuole farmi del male, ma solo tenermi in braccio! Perché un sogno come questo? È collegato con il senso di ansia e di panico di cui soffrivo? Ora a volte mi sento in pace con il mondo, ma a volte riaffiora questo disagio».

Sara

Meglio non avere delle definizioni per noi stesse, il rischio è proprio quello di non riconoscere il nostro polo opposto. Più ci identifichiamo in un personaggio, più ci dimentichiamo che nel nostro profondo siamo anche il contrario.

Allora l’“essere ribelle” rischia di diventare una maschera che impedisce di esprimersi nella propria totalità. L’armonia, come spiega Jung, si raggiunge attraverso la convivenza pacifica degli opposti che ci abitano. Ed è proprio quello che su tutti i piani, sia interno che esterno, capita alla sognatrice. In fondo le caratteristiche che Sara attribuisce a sua sorella sono anche le sue, anche se ciò non è riconosciuto apertamente, e il sogno sta suggerendo proprio questo.

Il mostro descritto in questo esempio è appunto il “Bigfoot”, che significa “grande piede”; rappresenta, lo dice la parola stessa, il desiderio di avere dei sostegni di appoggio, una stabilità, una piattaforma solida da cui partire e ritornare.

Le certezze rinnegate a parole, in realtà, sono quelle di cui c’è necessità in un determinato momento.

Il mostro è l’istinto naturale che è dentro di noi, che non significa solo violenza, ma anche forza benefica e appoggio. Infatti non vuole fare del male, ma prendere in braccio e sostenere la sognatrice.

Se s’imparerà ad accogliere tutti questi aspetti di sé il panico sarà solo un lontano ricordo.

NEVE

Secondo Jung, la neve nei sogni simboleggia il freddo dell’anima; infatti nella visione simbolica legata alle immagini oniriche i paesaggi invernali esprimono un senso di gelo emotivo, di profonda solitudine e chiusura interiore che segnala una fase stagnante della propria esistenza. L’Io si chiude nel suo mondo, senza lasciar sgorgare l’energia dell’inconscio; anche la libido, secondo Freud, risentirà di questo essere “frigido”, privo di sentimenti e passioni.

Un “gelo” interiore da superare – Attenzione quindi se nel sogno la neve ci sommerge, perché significa che stiamo rischiando di lasciarci inglobare dalla tristezza, senza esprimere capacità reattive.

È importante quindi capire il motivo di questa freddezza, così da poterci liberare da una situazione congelata che non ci permette di procedere serenamente. Una tempesta di neve in sogno può simboleggiare frustrazioni sentimentali per un amore inaccessibile o non ricambiato; un manto nevoso sporco e grigio invece potrà parlarci della paura di perdere la propria integrità morale.

Tuttavia, nel caso in cui il gelo della neve in sogno venga riscaldato dall’immagine di un grande sole oppure attenuato dal candore del bianco invernale, questo può indicare che i problemi e l’indifferenza del sognatore potranno essere superati perché in lui c’è anche il calore dei sentimenti.

Le sensazioni provate dal sognatore di fronte a un paesaggio invernale ci indicano quale strada egli stia intraprendendo, se il “congelarsi” interiore dei sentimenti o al contrario lo “sciogliersi” delle passioni per esprimere un nuovo calore e una nuova armonia.

Perché la neve non è solo simbolo di gelo e di freddezza. Quando scende dal cielo in fiocchi regolari, diventa simbolo di bellezza, purezza, romanticismo e dolcezza. Se questa immagine della neve è prevalente nel sogno, indica la ricerca di armonia e di serenità

Un duplice significato – Artemidoro considerava la visione della neve in sogno come un cattivo auspicio solamente nel caso in cui essa appaia fuori stagione. Invece il suo apparire in sogno d’inverno, preannuncia fortuna e denaro. L’interpretazione popolare dà un duplice significato della neve a seconda che simboleggi la freddezza o la purezza: nel primo caso annuncia difficoltà; nel secondo, esprime candore e virtù. Fiocchi di neve in quantità annunciano ottimi raccolti!

Un triste paesaggio con la neve

«Sto attraversando un periodo molto difficile, il mio psicologo mi ha detto che si tratta di depressione, non ho voglia di uscire, e ho perso ogni stimolo a fare qualsiasi cosa. L’altra notte ho sognato un paesaggio innevato. Mi trovavo in una baita, e dalla finestra di una casetta di legno osservavo le montagne e i bambini felici mentre giocavano a palle di neve e costruivano un pupazzo. Mentre li guardavo invidiavo la loro innocenza e pensavo a quanto fosse lontana da me una tale spensieratezza. Mi sono svegliata con un profondo senso di angoscia».

Flavia

Una scena innevata apparsa in sogno rimanda a una duplice valenza simbolica. Da una parte la rigidità del gelo e del paesaggio spoglio tipico dell’inverno rappresentano il senso di vuoto esistenziale della sognatrice che si sente priva di risorse interiori.

Dall’altra invece c’è la magia di uno scenario fiabesco: i fiocchi pomposi di neve che scendono, il candore e lo splendore del manto immacolato che evoca sensazioni di purezza e protezione.

Nel suo sogno, Flavia osserva i bambini spensierati che giocano con la neve, e sente la nostalgia del periodo dell’infanzia. Le immagini oniriche la invitano a prendere distanza da questa fase della vita che rimpiange: è ora di voltare pagina, di lasciare andare i ricordi, che non le permettono di aprire le porte a una nuova fase della vita. La tristezza ha la funzione di spezzare l’incantesimo e di risvegliare la sognatrice, che tende a rifugiarsi dietro a una visione romantica e idealistica dell’esistenza. La neve come una doccia fredda invita a una visione più cruda, ma sicuramente più vera e reale, che le permetterà di compiere le scelte giuste per riuscire a uscire dall’impasse.

NUDITÀ

L’apparire nudi può essere simbolo di spontaneità, purezza ed innocenza, in riferimento al piacere infantile nel sentirsi liberi ed a proprio agio senza vestiti.

È espressione anche di sincerità, in quanto manifesta il desiderio di liberarsi dei propri indumenti, ossia di quelle maschere che decidiamo di indossare per proteggerci e nasconderci dal mondo esterno; maschere che ci permettono di fingere una personalità adattata al sociale. Infine la nudità è anche legata agli istinti sessuali, alle regole della morale che la vietano, alla vergogna di mostrarsi interamente agli altri.

Un desiderio di libertà – L’individuo che sogna di apparire nudo può esprimere così il proprio desiderio di libertà sociale, la volontà di mostrare aspetti veri della sua personalità, al di là di schemi e convenzioni; nel sogno, questo bisogno di cambiamento viene rappresentato dal muoversi nudi tra la gente, o dall’abbandonare i vecchi vestiti, indossandone di nuovi.

Tuttavia, mostrarsi o sentirsi nudi in sogno, può anche richiamare senso di vergogna ed imbarazzo, provocati dal nostro sentirci inferiori, non adeguati. Il pensiero che gli altri possano vederci come siamo davvero, senza ripari, ci provoca ansia e inquietudine per timore dell’opinione altrui su di noi.

Sia Jung che Freud considerano il sognare nudità simbolo di disagio sociale del sognatore; secondo Freud, anche un’inadeguatezza riferita all’aspetto sessuale.

OCCHIO

L’occhio, nella tradizione, simboleggiava la divinità; anche nel cristianesimo è una delle figure usate per rappresentare Dio, sguardo sovrano che, con la sua forza ed intensità, raggiunge tutte le sue creature.

Nella mitologia egizia, Horus, divinità dalla testa di falco, significava “Occhio della giustizia”: controllava che l’uomo rispettasse le leggi divine; nella mitologia celtica, troviamo l’occhio dei Fomori, ossia l’occhio di giganti marini legato a potenze distruttive.

Definito tradizionalmente “specchio dell’anima”, l’occhio è simbolo dell’interiorità dell’individuo, che traspare da esso perché è una delle parti del viso maggiormente coinvolte nell’espressione dei sentimenti e delle emozioni, in tutte le loro sfumature.

Il desiderio di “guardarsi dentro” – Vedere un occhio durante lo svolgimento del sogno manifesta il fatto che il sognatore sente la necessità di guardare dentro se stesso, così da cogliere esattamente nei dettagli una situazione o un aspetto della propria personalità di cui non ha preso ancora coscienza.

Se nei sogni diveniamo oggetto di sguardo insistente, questo significa che siamo invasi dal senso di colpa e che l’aspetto giudicante e censore della nostra personalità ha origine in noi stessi.

Secondo Jung, l’occhio è espressione di spirito e conoscenza, uno strumento che ci consente di esplorare e studiare la realtà; il sognare infatti di essere ciechi o di perdere gli occhiali, rappresenta l’incapacità dell’individuo di vedere chiaramente nella propria vita psichica o il rifiuto di guardare e quindi di accettare alcune dinamiche che la caratterizzano.

Freud associa invece l’occhio all’organo sessuale (in particolare femminile); quindi apparire in sogno privi di un occhio può riferirsi a un complesso di castrazione provocato dai sensi di colpa.

Importante è anche la colorazione dell’iride dell’occhio che compare in sogno: se scura, si identifica con l’aspetto materiale e reale della persona che sogna, invece se appare azzurra, essa rievoca non più un aspetto vero della persona, ma invece ideale: richiama l’attrazione verso la parte spirituale.

Per gli antichi gli occhi simboleggiavano i figli – Gli antichi interpreti vedevano nell’immagine dell’organo visivo il simbolo dei figli: l’occhio destro simboleggiava il maschio o comunque persone di sesso maschile, mentre il sinistro rappresentava una figlia femmina. Secondo l’interpretazione popolare importante è l’aspetto che l’occhio mostra in sogno: se è luminoso e sano, porterà esperienze positive, ma se appare appiccicaticcio, arrossato o piangente, presagirà sofferenze e litigi in famiglia, oppure rabbia e insidie. Sognare di perdere un occhio è un presagio di sofferenze.

PERDERSI

Sognare di perdersi può significare che stiamo passando un momento di disordine e smarrimento esistenziale. Il perdere la strada rappresenta il desiderio del soggetto di trovarne una nuova, maggiormente in sintonia con le sue esigenze profonde; quindi manifesta il bisogno di delineare un percorso diverso che ci guidi in modo costruttivo.

In questo tipo di sogno, che solitamente ha l’aspetto di incubo per il suo contenuto angoscioso, il sognatore viene pervaso da una sensazione di paura che lo spinge a vagare nella speranza di scorgere una persona o un aspetto conosciuto e quindi rassicurante. Tale senso di panico può aumentare ancora di più se si prova la sensazione di essere inseguiti o spiati nel buio della notte.

Gestire le proprie paure – Il protagonista si trova così a dover gestire in sogno tutte le emozioni istintive che più lo terrorizzano e che durante la giornata cerca di comprimere e controllare; in questo modo l’inconscio emerge nella vita onirica del soggetto, così da obbligarlo a rapportarsi con i lati oscuri ed istintuali della sua personalità. È un modo per accompagnarlo nella gestione delle situazioni reali che gli tolgono sicurezza, stabilità e serenità. Per questo motivo il sognare di perdersi può stimolare a ritrovare nella vita reale il senso di sicurezza che si era perso, e quindi la possibilità di indirizzarci verso il raggiungimento degli obiettivi che ci riguardano più direttamente.

Mi perdo a Milano e mi ritrovo a Londra

«Ho fatto una vera e propria “maratona” per riuscire a traslocare nella mia nuova casa in tempi “record”; credevo che una volta fermata, finalmente mi sarei goduta la mia nuova dimensione e avrei trovato la serenità e l’equilibrio. Invece sono stata assalita da una forte apatia e da un’angoscia tali che a volte mi tolgono la vitalità e lo stimolo a fare qualsiasi cosa. Questa notte ho fatto un sogno che ricordo in maniera nitida. Sono a Milano e devo andare in ufficio, ma prima devo fare delle commissioni vicino casa e mi ritrovo in una strada mai vista con palazzi signorili e una piazza con una fontana bellissima. È tutto deserto. Mi perdo sempre di più e non riesco a trovare la strada per il ritorno.

A un certo punto mi accorgo di essere a Londra, in una zona centrale e devo andare al ristorante a mangiare. Sono in compagnia di qualcuno, non so chi sia, ma ho sempre la sensazione di dover fare delle cose che non riesco a fare o di perdermi e non riuscire ad andare dove devo».

Rossana

Sognare di perdersi è sicuramente una situazione angosciosa, soprattutto se queste visioni oniriche prendono origine da quanto avviene nella realtà diurna e dal fatto che non sappiamo come muoverci o decidere la cosa giusta da fare.

Questo tipo di sogno può indicare confusione o disagio di fronte ad aspetti dell’esperienza umana con i quali non abbiamo confidenza.

Non solo, smarrirsi può rappresentare anche un reale desiderio nascosto. A volte proprio quando sappiamo troppo bene chi siamo e dove vogliamo andare è necessario perdere l’orientamento, perché dietro alle nostre certezze e alle strade che ben conosciamo c’è tutto un mondo inesplorato che trascuriamo e che aspetta solo di essere scoperto.

Così perdersi diventa un tappa indispensabile per conoscere altre possibilità, per aprire porte, che il sogno ci suggerisce di esplorare.

Quando la nostra sognatrice non trova più la strada infatti arriva in un piazzale che non aveva mai visto. La piazza, da un punto di vista simbolico, rappresenta la vicinanza con il Sé, ovvero la possibilità di una maggiore centratura. Le immagini oniriche la stanno invitando ad abbandonare la ricerca continua di un ordine razionale esasperato; solo attraverso la confusione, l’incertezza e il “perdersi” riuscirà ad entrare in contatto con le parti più vitali e innovative di sé.

PESCE

Il pesce nell’antichità era simbolo di un’immagine sacra. In particolare, nel cristianesimo, veniva considerato un simbolo di Cristo (anche perché la parola “pesce” in greco è l’acronimo della frase “Gesù Cristo figlio di Dio, salvatore”). Oltre a un legame con il sacro, l’animale acquatico simboleggia anche la ricchezza dell’inconscio e il linguaggio ad esso associato. Infatti è un essere che vive nella vastità del mare, una massa acquatica che è simbolo di tutto ciò che è oscuro, fluido e lontano dalla luce della ragione.

Inoltre, vivendo nelle acque, i pesci richiamano le nostre origini e l’energia che ha permesso la vita: ci formiamo nel liquido del ventre materno e nel mare sono nate le prime creature viventi.

Immagine che emerge dall’inconscio profondo – La comparsa di pesci nei sogni può indicare aspetti caratteriali inconsci del soggetto, che tentano di affiorare alla coscienza. Secondo Jung, infatti, il pesce rappresenta una parte di vita psichica che vive nelle acque dell’inconscio. Un pesce solitario può apparire nelle immagini oniriche per ricordarci che un lato di noi deve ancora essere manifestato, come portatore di una nostra possibile trasformazione esistenziale.

Il ritrovamento sulla riva di pesci privi di vita simboleggia il nostro sentirci a disagio nel mondo reale, come se fossimo dei “pesci fuor d’acqua”, la cui vitalità si è opacizzata e spenta.

È importante osservare quali pesci si incontrano nei “viaggi” onirici: se sono quelli guizzanti e multicolori di un acquario, allora esprimono il lato più fantasioso del sognatore e lo stimolano a liberarsi dalle convenzioni per esporsi nel suo essere unico e particolare; se sono i tradizionali pesci rossi vogliono tenere il sognatore legato ad aspetti conosciuti, sperimentati e rassicuranti della sua personalità.

Una pesca fortunata – Tra gli antichi “lettori” di immagini oniriche, Artemidoro considerava la presenza di un pesce nei sogni come un annuncio benefico; sognare di pescare pesci era visto come anticipazione di situazioni favorevoli. Secondo l’interpretazione popolare, sognare un pesce nella pancia di un pesce più grande annuncia la nascita di un bimbo.

Metto il pesce rosso fra i piranha

«Di recente ho fatto uno strano sogno. Sono in una stanza con tanti acquari e c’è anche la vaschetta con il pesciolino rosso dei miei bambini. Improvvisamente il pesce salta fuori dall’acqua e io lo prendo subito per non farlo morire, ma nella fretta lo getto nella vasca sbagliata: quella dei piranha! Allora immergo le mani nell’acqua per non farlo morire, e i piranha mi mordono tutte le dita. Riesco a salvarlo, e poi mi sveglio per il dolore alle mani, ma il male c’è davvero! A periodi alterni soffro infatti di dermatite da contatto, ho le mani molto sensibili e se non uso i prodotti giusti mi si riempiono le dita di taglietti fastidiosi che mi impediscono i movimenti. A volte mi fan male al punto tale da svegliarmi…».

Federica

I pesci rappresentano contenuti nascosti, immersi nelle profondità del mare dell’inconscio, che risalendo a galla si manifestano.

Quando nei sogni sono protagonisti i pesci, significa che gli istinti e le emozioni più profonde stanno emergendo in superficie per essere visti, riconosciuti. Portano al sognatore una nuova consapevolezza.

Nel caso di Federica, le immagini rivelano una quota di aggressività inespressa che la porta, senza che lei se ne renda conto, a gettare il pesciolino dei bambini nella vasca sbagliata. Queste energie compresse sono ben raffigurate dai piranha che le mordono le dita; i pesci aggressivi rappresentano gli istinti taciuti che le si rivoltano contro provocandole dolore.

Anche la dermatite da contatto di cui soffre esprime simbolicamente un “blocco emotivo” che coinvolge le mani; il bruciore infatti le impedisce di muoverle e usarle come vorrebbe. Il sogno le sta dicendo che è ora di tirare fuori le emozioni sepolte, prima fra tutte la rabbia! Forse la sognatrice si è chiusa nel ruolo accudente e servizievole di mamma, veste che comincia a starle stretta. Federica dovrebbe provare a concedersi di sfogarsi di più; una buona madre non deve necessariamente sempre assecondare i figli, ma a volte deve manifestare apertamente i propri dissensi!

PIETRE PREZIOSE

Nell’immaginario collettivo e anche nei sogni le pietre preziose simboleggiano l’anima, il nostro mondo interiore. Sono un concentrato di energia che viene dalle rocce e dal fuoco e che si manifesta attraverso la loro luce cristallina. La loro struttura perfetta è il risultato finale di una profonda evoluzione e trasformazione degli elementi che la compongono.

La presenza di cristalli e pietre preziose nei sogni è in generale da interpretare come un segnale favorevole. Quando il sognatore trova una pietra preziosa, questo rappresenta simbolicamente lo sforzo di mettere in luce un proprio talento che è rimasto nascosto; l’inconscio chiede di far emergere tratti della personalità rimasti oscuri e che possono brillare della luce delle pietre preziose.

Per gli antichi simbolo di fortuna e beni – Nell’antichità secondo i Persiani sognare una pietra preziosa era il preannuncio di una moglie piacente, oltre che di una prole numerosa, di denaro e di fortuna.

Altri interpreti antichi consideravano le pietre preziose simbolo di dolori e difficoltà, soprattutto nel caso in cui tali gioielli in sogno si smarrissero o danneggiassero. Secondo l’interpretazione popolare, l’unica pietra preziosa che potrebbe essere indice di negatività è l’opale, mentre tutte le altre simboleggiano relazioni sentimentali gratificanti, fortuna commerciale, denaro, vincite e doni inaspettati.

I diversi tipi di pietre preziose – Il significato simbolico delle pietre preziose varia a seconda dei vari tipi e dei colori. Ecco qualche esempio.

Rubino: ritenuto in passato simbolo di gioia e serenità, con il colore rosso rappresenta l’amore passionale.

Smeraldo: simbolo di speranza e fecondità, quale rappresentazione del mondo acquatico, esso è legato all’aspetto misterioso e nascosto dell’esistenza.

Ambra: pietra che trasmette una grande energia vitale, così da permettere all’individuo di rigenerare la propria anima.

Ametista: caratterizzata da un colore mistico quale il viola, ci riporta a sentimenti di umiltà e di saggezza.

Diamante: pietra preziosa per eccellenza, è espressione di supremi ideali quali integrità morale, fedeltà, purezza dei sentimenti e limpidezza che ci portano ad un perfetto equilibrio interiore.

La perla, simbolo di perfezione – Tra le pietre preziose, un discorso a parte merita la perla, che in realtà – come si sa – non è formata da minerali ma è creata dalle ostriche con strati successivi di madreperla per inglobare un corpo estraneo.

In passato alla perla venivano attribuite virtù prodigiose. Veniva usata come panacea di tutti i mali; veniva anche ingerita dopo essere stata polverizzata, per sfruttarne le presunte proprietà afrodisiache e rigeneratrici. Gli Egizi usavano cucire perle sui vestiti dei defunti, così che potessero guidarli nel viaggio nell’oltretomba. Il colore bianco latteo della perla è simbolo di candore e purezza; per questo decorava i vestiti delle future spose. Crescendo all’interno dell’ostrica, un luogo buio e raccolto, la perla simboleggia lo sviluppo uterino del feto, diventando espressione di femminilità, anche per il suo essere sferica come la luna. Per il suo lento processo di sviluppo, diviene simbolo di conoscenza ed evoluzione interiore.

A seconda di come si presenta nel sogno, la perla assume significati differenti. Se in sogno appare una collana di perle, questo annuncia il risveglio di energie interiori. Se la perla diviene protagonista di un nostro sogno, questo – secondo alcune interpretazioni – potrebbe riferirsi a una gravidanza, a un amore in corso o, a livello spirituale, a una fede ritrovata.

Trovo degli orecchini rubati

«Ormai da diverso tempo io e mio marito cerchiamo di avere un bambino, ma senza risultati. In più ultimamente i nostri rapporti si sono raffreddati. L’altra notte ho fatto questo sogno che mi è rimasto impresso. Sto camminando per il centro della città con un bambino per mano. Passo vicino a un’importante e costosa gioielleria e vedo due commesse con una signora che cercano qualcosa per strada. Capisco che alla signora hanno rubato un orecchino di perle mentre lo stava provando. Penso: “che danno!”. Proseguo il cammino e, dopo un po’, per terra, vedo un orecchino di perle. Lo raccolgo e mi metto a cercare un po’. Poco più avanti ne trovo un altro: pendente e a singola perla. Non so perché, ma sento che sono quelli rubati nel negozio. Prendo il bimbo e vado indietro a cercare il negozio, tutta eccitata e contenta per la scoperta. Che cosa può voler dire?».

Patrizia

Gli orecchini rimandano, da un punto di vista simbolico, alla sessualità: il lobo morbido dell’orecchio rappresenta la concavità accogliente dell’organo femminile, mentre il gancio è simbolo di quello maschile. Simboleggiano anche la femminilità e la seduzione di una donna, la sua consapevolezza di piacere.

Sognare una donna che viene derubata dai propri orecchini può indicare un calo del desiderio, oppure il fatto che in un rapporto vengono a mancare l’attrazione, la complicità o la fiducia. Ma è proprio la protagonista del sogno che li ritrova, quindi significa che questo momento di freddezza e distacco è finito e sta lasciando il posto a un ritrovato coinvolgimento e calore. Le perle inoltre rappresentano la possibilità che il desiderio di maternità vada in porto, la nascita di una nuova vita. Ritrovare i gioielli significa reimpossessarsi del senso di meraviglia e di entusiasmo necessari per il compimento di qualunque opera creativa, che è lo stato d’animo giusto per concepire un bambino.

PORTA

Secondo Jung la porta ha un significato spirituale, poiché rappresenta il transitare da uno stato mentale ad uno spirituale e la possibilità di portare più o meno a compimento dei progetti individuali.

Il significato cambia a seconda di come il varco si presenti in sogno e di che tipologia di ambiente ci verrà ad accogliere. Il cristianesimo associa la porta alla figura di Cristo e quindi il nostro passaggio attraverso di essa è collegato alla nostra possibilità di raggiungere la salvezza eterna.

Il passaggio a un’altra fase della vita – In sogno, come nella vita, potremmo trovarci di fronte ad un varco che si trova all’inizio di un nuovo ciclo esistenziale. Una porta che potrebbe condurci sia verso una crescita personale, sia verso dolori e blocchi. Quando in sogno la porta si spalanca da sola, il mistero e la magia ci avvolgono, siamo in presenza di energie sottili.

Se in sogno sbattiamo letteralmente la porta in faccia a qualcuno, il nostro inconscio ci sta esprimendo in modo chiaro il dissenso verso quella persona.

Un portone ben chiuso apparso tra le immagini oniriche potrebbe simboleggiare una sorta di barriera protettiva contro le ingerenze esterne, oltre che una forte resistenza interiore al cambiamento.

Tuttavia se nel nostro mondo onirico vediamo sopraggiungere degli estranei che abbattono un portone di legno, questo può significare che le forze istintuali stanno superando la “barriera” di controllo dell’Io. Se nel sogno stiamo provando a trovare la chiave per spalancare e la porta significa che stiamo cercando la soluzione per rivolgere le nostre capacità interiori su un nuovo sentiero.

La simbologia sessuale – Naturalmente l’immagine della porta racchiude anche varie simbologie di tipo sessuale. Secondo Freud, l’aprire e l’attraversare una porta simboleggia un atto sessuale.

In questo caso naturalmente l’uscio rappresenta l’organo genitale della donna e l’incapacità di attraversarlo vissuta in sogno esprimerebbe in modo simbolico l’esistenza di problemi sessuali.

Anche gli antichi interpreti di sogni collegano la porta all’organo sessuale femminile e la chiusura dei battenti nella visione onirica veniva interpretata come una raffigurazione della verginità.

Se invece in sogno la porta veniva trovata sbriciolata a terra, questa immagine era vista come un presagio di guai economici. Se appariva rovinata e vecchia, significava paura e terrore; forte e robusta era invece un segno di stabilità.

Anche l’interpretazione popolare considera importante l’aspetto della porta vista in sogno; se appare crollata a terra, sono in vista difficoltà per un famigliare; invece ci saranno cambiamenti positivi se si presenta forte e massiccia. Se è in ferro, non dovremo temere nulla. Riferendoci invece ai rapporti interpersonali un uscio chiuso preannuncia abbandoni; se è spalancato, simboleggia positività nei legami affettivi.

RAGNO

Il ragno è un animale caratterizzato da un duplice significato simbolico espresso nella sua attività di tessitura. Da un lato la sua tela è uno strumento che “intrappola”, dall’altro, poiché il ragno è artefice della propria mirabile opera, esprime autorealizzazione, autonomia e potenzialità creativa.

Quindi il ragno che vediamo in sogno può rappresentare sul piano simbolico un conflitto tra il desiderio di una maggiore autonomia e il bisogno di mantenere stretto un legame.

Il ragno è anche simbolo di perfezione, di ordine, e rivela un bisogno di “centratura”, che si esprime nella geometria perfetta della ragnatela.

Secondo Jung, questo piccolo animale rappresenta la chiusura dell’individuo verso il mondo esterno e quindi è un simbolo di solitudine.

Sfuggire da un legame soffocante – Se il ragno è di colore nero, in sogno richiama una sensazione di grande orrore e disgusto, un desiderio spasmodico di allontanarsi immediatamente dall’animale.

Questa voglia di fuggire però può celare la volontà di svincolarsi da un legame affettivo soffocante ma nello tempo stesso anche rassicurante e protettivo.

Secondo Freud, il ragno rappresenta infatti la madre possessiva, una figura che non permette al figlio di uscire dalla sua tela, lo soffoca e gli toglie aria.

Questa immagine che intrappola e soffoca, quando appare nel sogno di un uomo, può riferirsi anche al legame con una donna seduttiva e incantatrice, che mira a tenerlo soggiogato psichicamente.

Un brutto segno – Gli antichi interpreti di sogni attribuivano alla figura del ragno un significato puramente negativo. Se durante il sogno un ragno si muove sul nostro viso, significa che una grave disgrazia è in arrivo. Se il ragno cattura un insetto nel nostro sogno, vuol dire che saremo avvolti dalla falsità delle persone che ci circondano; se il piccolo animale nel sogno è indaffarato a lavorare alla propria ragnatela, preannuncia ostilità e bugie nei confronti di chi sogna. Anche l’interpretazione popolare vede il ragno come protagonista di incubi più che di sogni gioiosi.

Inseguo un ragno in casa e mi sfugge

«Tra gli impegni per la mia famiglia, quelli per la casa e il lavoro, non riesco più a ritagliarmi un angolo di tempo tutto per me.

In realtà i miei figli sono già abbastanza grandi e autonomi, potrebbero quindi cavarsela anche da soli, ma non riesco proprio a lasciarli andare, ho sempre la mania del controllo.

Ultimamente dormo poco e male, spesso mi risveglio in un bagno di sudore tutta agitata, credo per via di qualche incubo che poi non ricordo. Ma qualche notte fa ho fatto un sogno molto nitido. Inseguo un ragno per casa, lo voglio prendere, ma è rapidissimo a scappare. Sento i suoi passetti sul pavimento ma poi, svoltato l’angolo, non lo vedo più. Al suo posto sento i passetti dei miei figli che corrono per casa.

Cosa potrebbe significare questo sogno?».

Ileana

Anche se di fronte a questo animale proviamo in genere repulsione, il ragno rappresenta un simbolo ricco di significati utili e buoni.

Fra l’altro l’apparire di ragni in sogno vuole mettere in allarme il sognatore dal rischio di possibili “invasioni” esterne. Perché spesso sognare ragni rivela che c’è qualcuno che sta violando il nostro spazio più intimo o sta per farlo, l’inconscio in questo modo ci invita a stare attenti. Nel caso di Ileana è il ruolo di mamma che l’ha imprigionata, occupando totalmente la sua vita. Nonostante i figli siano cresciuti li tratta ancora come se fossero piccoli.

Non a caso simbolicamente il ragno si associa alla grande madre divorante o seduttrice.

Nel sogno si manifesta una certa ambivalenza: da una parte vi è la necessità di allentare questo rapporto affettivo così soffocante e dall’altra la paura di perdere le sicurezze ad esso legate. Nel sogno la donna comunica una certa insofferenza verso il suo ruolo, perché rincorre il ragno per prenderlo.

Probabilmente per Ileana è ora di sganciarsi un po’ dai figli e coltivare una dimensione più personale, concedendo più tempo a se stessa e al suo lato femminile trascurato da tempo. Questa potrebbe essere anche la causa all’origine della sua insonnia…

RANA

Secondo Marie-Louise von Franz la rana può rappresentare un’idea inconscia, un contenuto nascosto nel profondo che vuole emergere.

Simboleggia infatti il potenziale che sta per essere espresso, il possibile salto in avanti nello sviluppo esistenziale. Così le rane che spuntano dall’acqua rappresentano l’emergere di nuovi talenti.

Il suo saltellare e gracidare continui sono segni di una energia primordiale, emblema di un animale “antico” ma sempre molto vitale.

Questi e altri aspetti simbolici della rana possono emergere nel corso dei sogni e manifestare esigenze interiori con la voce delle immagini.

Simbolo di trasformazione e di sessualità – Grazie alla sua capacità di adattarsi sia all’acqua sia alla terra, la rana rappresenta l’abilità dell’individuo nell’adeguarsi a ogni tipo di situazione. Animale che vive nella natura umida degli stagni, la rana è espressione anche di istintualità sessuale feconda e il suo gracidare nell’oscurità della notte manifesta aspetti dell’inconscio che la coscienza diurna deve ancora recepire del tutto.

È un animale simbolo di grandi metamorfosi, data la sua trasformazione da girino ad anfibio maturo.

Se nel sogno l’individuo schiaccia una rana, questo gesto può essere la rappresentazione del rifiuto di tutto ciò che esso rappresenta: la variabilità, il cambiamento, la sessualità istintiva, l’energia primordiale.

SANGUE

Il sangue che scorre nel nostro corpo è simbolo di energia psichica e di tutte quelle emozioni che tale forza vitale è in grado di far sgorgare dalla nostra anima: passione, desiderio carnale, ma anche violenza, rabbie e rancori. Secondo Jung il sangue è infatti portatore di un significato simile a quello del fuoco e dell’idea di purificazione, mentre secondo Freud simboleggia il seme dell’uomo.

Segnala una situazione dolorosa – Espressione dello stato emotivo dell’anima, il sangue che appare in sogno, uscendo dalle ferite del sognatore, manifesta in maniera evidente il fatto che quest’ultimo sta vivendo una situazione di dolore. L’inconscio, attraverso la visione del fluido rosso fuoco, vuole segnalare uno squilibrio interiore, una sofferenza profonda che giace inascoltata dalla coscienza.

Di importanza vitale diventa quindi per il soggetto che sogna accogliere tutte le emozioni che non sta guardando, al fine di trovare un nuovo equilibrio.

Secondo gli antichi interpreti, la fuoriuscita di sangue dalla bocca è indice di una ribellione in famiglia.

L’interpretazione popolare vede nel vomitare sangue un segno negativo, segnale di problemi di salute ma anche legati al proprio ambiente sociale; se esce da un taglio, può invece annunciare l’arrivo di doni.

SCARPE

Quando le scarpe ci appaiono in sogno, esse generalmente simboleggiano i desideri materiali dell’uomo, ma anche i valori esteriori come il denaro e la realizzazione sociale.

Colorate, chiuse, aperte, con o senza tacco, le calzature sono legate spesso a un’immagine di sensualità e desiderio. Freud considera il calzare le scarpe come rappresentazione simbolica dell’atto sessuale.

Simbolo della nostra situazione – Nei sogni, la situazione affettiva e sentimentale in cui si trova il protagonista viene evidenziata dalla tipologia o dall’aspetto delle scarpe stesse.

Se in sogno ci troviamo in un negozio e nessuna calzatura si adatta al nostro piede, questo può manifestare per immagini una sensazione di isolamento che viviamo nella vita di ogni giorno, relegati in un angolo, senza affetto o amore.

Se in sogno indossiamo scarpe costose e di bell’aspetto, questo si può interpretare come la dimostrazione che la nostra vita sentimentale è rigogliosa e soddisfacente. Se le scarpe sono strette e ci fanno male i piedi, invece è un segnale che il nostro rapporto di coppia ci sta “stretto” e ci sta privando di ossigeno prezioso.

Strumento per il “cammino” della vita – Le calzature sono anche simbolo del camminare, del procedere sul percorso della propria evoluzione personale.

Sono il nostro sostegno nel cammino e lo strumento per procedere lungo il cammino dell’esistenza, andare avanti lungo il viaggio della vita. Pensiamo a quanto è scomodo camminare con scarpe strette o poco adatte al cammino che dobbiamo percorrere.

Le scarpe quindi rappresentano simbolicamente le nostre risorse e gli strumenti che abbiamo a disposizione nel procedere lungo il nostro percorso.

Questo è il significato dei sogni in cui siamo in difficoltà perché abbiamo perso le scarpe, oppure sono spaiate o non sono della nostra misura…

Significa che ci sentiamo poco attrezzati, non possediamo i mezzi per farcela.

Senza calzature o con scarpe inadatte – Le scarpe ci permettono, proteggendo il piede, di avere dei punti di appoggio saldi, di mantenere ben piantate le “nostre radici” sul terreno.

Se in sogno il soggetto vaga a piedi nudi, tastando il terreno con difficoltà per paura di farsi male o smarrisce una scarpa, questo evidenzia una situazione fragile e insicura emotivamente, che necessita di un rafforzamento interiore.

Se calziamo scarpe non adatte a noi (un adulto con calzature da bambino, un uomo con scarpe femminili e viceversa…) significa che abbiamo delle difficoltà a vivere pienamente il ruolo imposto all’adulto, al maschio o alla femmina.

Scarpe danneggiate, bucate e sudicie rappresentano la paura del sognatore di mostrare aspetti nascosti di sé che si vorrebbero celare.

Mi spavento quando mi toglie le scarpe

«Sto frequentando una ragazza da qualche mese, all’inizio ero molto coinvolto, ma adesso comincio ad avere dei dubbi: non mi sento completamente a mio agio con lei. Gli amici mi dicono che mi sto facendo troppi problemi. Qualche giorno fa l’ho invitata a stare da me. La stessa notte ero inquieto, ho dormito male e ho fatto questo sogno. Sono nel mio letto e improvvisamente vedo un’ombra che mi si avvicina minacciosa, vorrei scappare, ma sono immobilizzato. Poi mi accorgo che si tratta di una donna e via via i lineamenti si definiscono sempre più: è lei, si avvicina e mi sfila le scarpe. Apro gli occhi sudato e col cuore in gola. Che significato può avere?».

Riccardo

L’immagine della ragazza che sfila le scarpe suggerisce che lei abbia una tendenza alla possessività, che il sognatore teme. Questo sogno può costituire un messaggio di allerta che invita il protagonista ad aprire gli occhi. Spesso presi dalla fretta di soddisfare le aspettative esterne scegliamo di stare con qualcuno “perché è il momento di mettere la testa a posto”, ma non perché lo sentiamo veramente. Il rischio potrebbe essere quello di fare delle scelte avventate. Forse Riccardo dovrebbe riflettere e prestare attenzione a se questa ragazza è troppo invasiva. È questa la paura espressa dalle sue sensazioni istintive, cui dovrebbe prestare ascolto, perché l’istinto spesso non sbaglia.

SERPENTE

Nell’antica Grecia, il dio della medicina Esculapio era raffigurato da un serpente che si attorcigliava intorno ad una verga ed ancora oggi l’emblema dei medici è il caduceo, formato da due serpenti arrotolati su di un bastone: la forza che provoca la malattia trova il suo equilibrio e il suo rimedio con la forza guaritrice.

Animale ambivalente, il serpente simboleggia le forze primordiali e terrene, l’eccesso delle energie istintuali contrapposte allo spirito, tanto che nella lettura corrente del racconto biblico il diavolo che tenta Adamo ed Eva viene rappresentato da un serpente, quale espressione del peccato e della lussuria.

Simbolo maschile e femminile – Ermafrodita, il serpente incarna sia la parte femminile che la parte maschile dell’anima; simbolicamente viene più spesso associato all’organo genitale dell’uomo, ma possiede anche una valenza femminile, nella sua capacità di avvolgere, stringere e ingoiare.

Ambivalente è anche la reazione che il serpente suscita in chi lo vede. Generalmente provoca repulsione e paura (in qualche persona un vero e proprio terrore) ma stimola anche una sorta di attrazione e di richiamo; nel suo aspetto e nel suo comportamento c’è anche una vena di seduttività.

Nell’immaginario collettivo e nelle rappresentazioni più comuni al serpente vengono attribuite capacità di avvolgere dolcemente nelle proprie spire.

Un significato ambivalente – Quindi anche nei sogni il significato della presenza di un serpente ha una duplice valenza; manifesta la paura delle forze istintive e sessuali, ma nello stesso tempo anche il desiderio di sperimentare questi lati oscuri che attraggono.

Se nella visione onirica il serpente morde oppure stringe il collo, questo sta a indicare l’emergere prepotente degli istinti sessuali che interferiscono nella vita reale del soggetto, rendendo difficile la convivenza armoniosa tra il mondo razionale e quello istintuale.

Il ciclo di trasformazioni – Il serpente rappresenta simbolicamente anche la trasformazione, il ciclo di morte e rinascita; anche la muta della pelle manifesta un rinnovamento continuo. L’apparire in sogno del serpente può quindi voler invitare al cambiamento.

A seconda della colorazione con cui si presenta in sogno, l’animale è anche portatore di altri significati.

Se il serpente è nero, manifesta che chi sogna ha un atteggiamento di chiusura ed è portato a sterilità affettiva; il rosso dimostra invece desiderio sessuale; il marrone esprime il raggiungimento di un equilibrio sentimentale; il bianco si riferisce alle forze spirituali.

L’interpretazione tradizionale – Secondo Artemidoro il serpente, oltre a essere immagine simbolica di malanni e litigi, può presagire un tradimento da parte della donna che lo sogna. Nell’interpretazione popolare, importante è il luogo in cui vediamo il rettile. Se striscia sul nostro letto, attenzione: stiamo vivendo un rapporto d’amore con il compagno sbagliato.

SPECCHIO

Lo specchio mostra l’immagine di se stessi, è come una lente di ingrandimento che ci permette di vivisezionare il nostro mondo interiore: l’evoluzione personale, le difficoltà di crescita, l’emotività.

Secondo Jung, questo oggetto riflettente svela l’anima del sognatore in tutte le sue sfumature e ci consente di raggiungere la profondità dell’Io.

Simbolo di conoscenza e saggezza divina, lo specchio proietta l’uomo al di là della realtà apparente, al centro dell’inconscio.

Rifiutarsi di vedere ciò che non piace – Se lo specchio visto in sogno ci mostra una figura che spaventa, questo può significare che il sognatore sta vivendo un momento di scarsa accettazione di sé, o sta vivendo dei rapporti emotivi tormentati.

Se nel sogno si rompe la superficie riflettente, questo dimostra la difficoltà nel prendere coscienza di alcuni aspetti della nostra personalità: i contenuti della zona d’ombra vengono tenuti nascosti dalla ragione perché ci spaventano o non vengono accettati.

Secondo gli antichi interpreti lo specchio è espressione di sentimenti di vanità e seduzione.

Artemidoro ritiene che vederlo in sogno sia l’annuncio di un prossimo matrimonio. Per la tradizione popolare la visione dello specchio in sogno è un’immagine favorevole, a meno che esso sia rotto o impolverato, nel qual caso annuncia dolori e arrabbiature.

STELLE

Puntini luminosi nel buio notturno, le stelle sono considerate spiriti divini, che proteggono l’uomo dall’oscurità delle tenebre. Sono come fasci luminosi che “bucano” il mistero dell’inconscio e ci indicano la strada verso il benessere e la sicurezza.

Sin dalla più remota antichità, infatti, gli astri erano la guida indispensabile per i viaggiatori nel loro tragitto, specialmente per mare, mantenendoli sulla giusta via e aiutandoli a raggiungere la propria meta.

Di questa funzione di guida svolta dalle stelle è rimasta traccia nell’immagine onirica di guardare un cielo sereno e stellato che ci illumina il viso. Immagine che fa riferimento al fatto che stiamo compiendo il tragitto che ci eravamo proposti.

Le stelle costituiscono concretamente il manifestarsi di una illuminazione che viene dal cielo e il loro apparire in sogno è un’immagine rassicurante e potettiva.

Molte tradizioni popolari vedono in esse simbolicamente anche la rappresentazione dei nostri cari defunti che guardano dall’alto e vegliano su di noi.

Un’immagine dei propri talenti – Sognare un’unica stella luminosa e iridescente nel cielo può significare che la persona sta vedendo rappresentati i suoi talenti e la luce che la rende unica.

Può essere la rappresentazione simbolica di un traguardo raggiunto o di una nuova conquista verso la propria autorealizzazione.

Sognare una cometa è poco frequente, ma è un sogno significativo perché questa immagine vuole sottolineare l’importanza e la rarità del momento che stiamo vivendo: siamo sulla scia giusta e dobbiamo proseguire in quella direzione. Sognare una costellazione e osservarla con attenzione significa che stiamo prendendo contatto con nuovi aspetti di noi, siamo più consapevoli e ci stiamo aprendo a nuove prospettive.

Quando sono cadenti – Al contrario di quanto si pensa comunemente oggi, per gli antichi era considerato un segnale di cattiva sorte vedere in sogno delle stelle cadenti, perché portatrici di malattie o morte.

Nell’interpretazione popolare se le stelle in sogno si mostrano pallide e nascoste, oppure cadono e si spengono, allora sono segnali di sventura. Portano buona sorte invece se si presentano in tutto il loro splendore.

Gli astri precipitano nel lago

«Dopo il matrimonio il rapporto con mio marito è peggiorato. Credevo che questo grande passo avrebbe sigillato per sempre il nostro amore, invece mi ritrovo spesso sola a pensare che è tutta una grande recita e che in realtà il sogno di avere un figlio insieme fosse solo mio.

Nonostante l’amarezza e la delusione che provo cerco di andare avanti, spesso facendo finta che vada tutto bene. Ho fatto di recente un sogno che mi è rimasto molto impresso. Sto guardando un bellissimo paesaggio notturno. C’è un magnifico cielo stellato che si riflette in un piccolo lago che vedo in lontananza. Vedo delle stelle cadenti e dei piccoli frammenti di queste che finiscono nel lago».

Germana

Il senso di questo sogno è quello di offrire uno sguardo alle profondità della psiche del sognatore; l’immagine che più simboleggia l’incontro con questa dimensione misteriosa è il bellissimo paesaggio notturno che compare sulla scena. Le stelle sono una visione che va al di là della limitata dimensione umana e terrena, rimandano all’universo infinito. Ma le stelle rappresentano nel sogno anche il raggiungimento concreto di una meta, un desiderio che si avvera.

Però l’apparire di stelle cadenti racconta che le aspettative del sognatore sono andate disattese, dando origine a un senso di sfiducia per aver mal riposto i suoi sentimenti. I frammenti delle stelle cadono nelle acqua del lago, dove si celano i contenuti più nascosti e occulti della psiche.

Il lago, paragonato sin dall’antichità ad un grande occhio, ci permette simbolicamente di guardare le fantasie che emergono dal profondo e di acquisire quindi nuove consapevolezze su noi stessi.

Germana dovrebbe tuffarsi nelle acque del suo inconscio per prendere possesso dei suoi veri sentimenti ed elaborarli nel modo migliore.

La tristezza non va ignorata, ma accolta: un momento di introspezione potrà aiutarla a veicolare le sue risorse in modo più costruttivo.

TERRA

Definita dai Greci la “Grande Madre” che generò tutte le divinità, la Terra è simbolo femminile di fecondità e nutrimento. Sia Jung che Freud interpretano l’azione di arare il terreno come espressione simbolica dell’atto sessuale: l’aratro, organo intimo maschile, scava e smuove il terreno, organo femminile.

Le metafore sulla fecondità si usano spesso in riferimento alla terra: si parla di un terreno sterile, di una terra vergine. Dietro queste parole c’è sempre l’immagine della “Grande Madre”.

La stabilità e la concretezza – Oltre a essere Madre, la terra è anche ciò che ci sostiene; rappresenta la solidità, la base di appoggio su cui camminiamo e su cui costruiamo le nostre case. È quindi un simbolo di stabilità, concretezza, materialità.

La terra, in qualche modo, appare sempre nei nostri sogni, ma talvolta lo fa in primo piano, con un contenuto pregnante dal punto di vista simbolico. E può apparire nei sogni in diverse maniere.

Stare distesi per terra – Il contatto diretto del proprio corpo con il terreno, a piedi nudi o sdraiati, rappresenta il desiderio di essere più vicino alla sostanza materiale del nostro essere, all’energia primordiale da cui ha origine la vita di tutti. È la ricerca di una maggiore concretezza e fisicità in contrasto con l’eccessiva razionalità e la tendenza a pensare troppo.

Lavorare e arare la terra – Sognare di essere impegnati nel lavoro della terra (dissodarla, ararla, seminarla) allude al significato sessuale di “penetrare” la terra e renderla fertile. Secondo la tradizione è anche un sogno che predice eventi fortunati. Se queste immagini oniriche appaiono a una donna, può essere l’annuncio di una possibile gravidanza.

Scavare nella terra – Anche le buche nella terra, così come le caverne e le profondità marine, sono simboli che alludono alla profondità dell’inconscio e delle forze istintive che ci abitano. Scavare nel terreno vuol dire quindi cercare di andare alle radici del proprio Essere, ricercare il contatto con le energie primordiali che ci accomunano a tutta la natura.

Siamo attratti dal desiderio di conoscere queste forze ma ne abbiamo anche timore. È come se noi stessi le avessimo seppellite sotto terra e ora le cercassimo.

Quando la terra trema – L’immagine del terremoto è particolarmente inquietante e genera un vero terrore. Vediamo la terra muoversi sotto i piedi. Tutte le nostre certezze crollano. Sognare un terremoto significa che è in atto uno sconvolgimento nel nostro mondo interiore. Può manifestare il bisogno di liberarsi di vecchie costruzioni, per lasciare spazio alle novità. L’inconscio trasmette il desiderio che cadano le difese, per far scorrere liberamente le nostre energie interiori.

Ma questo terremoto è anche fonte di paura, per il timore di poter essere sopraffatti dagli aspetti caotici e incontrollabili delle forze istintive e inconsce.

TORO

Figura dal duplice significato, il toro incarna sia la forza brutale e primordiale, sia quella potenza vitale e creatrice in grado di generare nuova vita.

Questo animale rappresenta quell’istintualità sfrenata e quella violenza che il torero, rappresentante simbolico della coscienza, deve riuscire a sconfiggere e uccidere. Secondo Jung la visione dell’immagine del toro durante un sogno si riferisce simbolicamente al tentativo di controllare la propria impulsività.

Gli attributi maschili e l’imponenza fisica ne sottolineano la forza fecondante.

Lo scatenarsi degli istinti – Se nel corso del sogno il toro ci insegue e ci minaccia, mettendo in mostra tutta la sua forza e la sua violenza, significa che nel mondo onirico vogliamo lasciar esplodere i nostri istinti, fortemente repressi durante il giorno.

Il nostro inconscio vuole che questi istinti possano essere guardati dalla parte razionale di noi, riconosciuti ed integrati nella nostra personalità.

Il colore del manto del toro che ci appare in sogno può svelarci qualche significato in più, secondo l’interpretazione tradizionale: il toro bianco si riferisce alla sublimazione degli istinti, il marrone indica invece un possibile successo negli affari, il nero richiama le forze oscure e libidiche degli inferi.

TRENO

Il treno può viaggiare solo lungo le proprie rotaie e quindi rappresenta simbolicamente la necessità o l’obbligo di seguire un percorso già tracciato.

In riferimento all’uomo questo vuole dire seguire nella propria vita regole e ruoli già segnati.

Secondo Jung la visione onirica di un treno esprime il bisogno di un cambiamento interiore.

Percorso obbligato o cambiamento? – Se sogniamo di viaggiare in treno, questo può esprimere la tendenza a lasciare condurre la propria vita da situazioni o da persone esterne, anziché prendere in mano le redini della situazione. È importante però valutare tutti i dettagli della scena che si sogna, perché il senso potrebbe essere diverso, dal momento che decidere di fare un viaggio implica comunque la scelta di muoversi, cambiare. Perdere il treno perché si giunge tardi alla stazione, dimenticare i bagagli o portarne di molto pesanti, potrebbe significare che l’individuo non riesce a voltare pagina ed è ancora troppo legato al passato per poter cogliere nuove opportunità.

Se in sogno appare il controllore, questo vuol dire che c’è ancora una parte “guida” di noi che si oppone al cambiamento e bisogna confermare la volontà di intraprendere nuove strade.

Se abbiamo un biglietto di prima classe, ma ci troviamo in seconda, questo esprimerebbe un senso di inadeguatezza e potrebbe portarci a situazioni frustranti.

UCCELLI

Nella tradizione e nella mitologia i messaggeri divini erano rappresentati sempre come volatili, e anche Mercurio ha le gambe alate. Gli uccelli sono spiriti celesti, secondo Jung, ed espressioni dell’anima.

Freud considera questo animale simbolo dell’organo sessuale maschile. Ma l’uccello è anche rappresentazione simbolica del pensiero e della coscienza, che si elevano su un piano diverso rispetto alle pulsioni istintuali dell’inconscio, per trovare un equilibrio interiore. Le visioni oniriche che mettono in scena questo animale possono quindi riferirsi sia a paure del sognatore, sia alla necessità di salire a un piano superiore della vita, attraverso la realizzazione dei propri obiettivi.

Quando è in gabbia o non sa volare – Vedere in sogno un uccellino relegato in gabbia o intrappolato può esprimere l’ansia dovuta ad una preoccupazione del sognatore. La sofferenza emotiva viene simboleggiata anche dal trovare un uccello morto oppure che non riesce a volare (in questo caso potrebbero esserci riferimenti a preoccupazioni sulle proprie capacità sessuali, se il sognatore è un uomo). Al contrario, vedere in sogno un battito di ali armonioso e libero dimostra equilibrio e appagamento personale.

Secondo l’interpretazione popolare se una coppia di volatili ci appare in sogno significa che verremo circondati da gioia e serenità, soprattutto nel caso in cui nel sogno si vedono anche dei piccoli nel nido.

UOVO

L’uovo è un simbolo della nascita, della vita e dell’inizio di ogni cosa. Si presenta come un’unità di due parti distinte: il bianco dell’albume, simbolo del cielo e del seme maschile, che feconda il giallo del tuorlo, rappresentazione della terra e del femminile, così da generare un ciclo evolutivo continuo. Per questo l’uovo, immagine di rinascita e resurrezione, si poneva tra le offerte ai defunti ed è uno dei simboli della Pasqua. Sia per Jung che per Freud, l’uovo simboleggia capacità creativa, vitalità ed energia potenziale dell’anima.

Energia vitale – In sogno il cibarsi di un uovo, ottenerlo in regalo o anche covarlo possono parlarci della necessità di assorbire o valorizzare un lato della propria personalità che si potrà esprimere come forza positiva nella vita. Se nel sogno compaiono dei gusci rotti e vuoti, questo segnala l’incapacità del sognatore di cogliere un’occasione o di comprenderne il valore; invece sognare se stessi mentre si stanno aprendo delle uova davanti ai fornelli viene interpretato come la capacità di sfruttare nuove energie interiori.

Al contrario, gli antichi interpreti consideravano il preparare uova in cucina od il nutrirsene come presagio di dolori e difficoltà. L’interpretazione popolare assegna invece un significato favorevole al fatto di vedere in sogno una grande quantità di uova. Acquistarle, raccoglierle da un nido od ottenerne in dono sono visti come annunci di ricchezza, matrimoni o nascite.

VENTO

Il vento è manifestazione visibile dell’aria, l’elemento che unisce cielo e terra. Il vento è un’energia attiva e maschile: il soffio cosmico che dà origine alla vita.

La sua apparizione nei sogni spesso preannuncia avvenimenti che porteranno una profonda trasformazione.

Dalla brezza all’uragano – Il significato simbolico del vento è diverso a seconda della sua tipologia e della sua forza: un’aria gelida e sottile si può interpretare come preavviso di solitudine, un soffio delicato e tiepido manifesta invece calma e serenità.

Un forte uragano o un ciclone che ci trascina via sono l’espressione di una condizione di forte instabilità del sognatore, che manifesta il timore, oppure anche il desiderio, di essere travolto dalla violenza e dall’energia pulsionale della natura. In questo caso, l’aspetto fecondante e trasformativo del vento assume un significato simbolico destabilizzante e distruttivo.

I soggetti che spesso sognano di essere sospinti da un forte vento dimostrano una fragile identità, in balia delle circostanze e dell’ambiente; questa insicurezza può manifestarsi sul piano psichico con alterazioni comportamentali e rapidi sbalzi d’umore; invece a livello somatico essi potrebbero soffrire di allergie.

Il vento può anche simboleggiare la funzione respiratoria, il soffio vitale che circola nel corpo. Infatti nei sogni degli individui che soffrono d’asma o di problemi polmonari, spesso compaiono immagini di vento.

L’uragano ha stravolto tutto

«Ho fatto uno strano sogno: ho sognato di svegliarmi e di trovare tutta la mia camera sottosopra. Mi sono sentito frastornato, ma soprattutto mi sono chiesto chi fosse l’artefice di tutto questo caos. Mi sono affacciato dal balcone e ho notato che anche all’esterno della casa tutto è cambiato, c’era un vento fortissimo e non riconoscevo più i luoghi abituali. Le macchine procedevano contromano e le persone camminavano al contrario. Sono andato in salotto e ho visto il mio vecchio pianoforte, che era inutilizzabile, è diventato nuovo di zecca e tutto in ordine, pronto per essere usato. Cosa vorrà dire tutto questo?».

Angelo

Le immagine oniriche qui descritte esprimono un grande desiderio di rinnovamento, ma al contempo una grande paura di affrontare un cambiamento. Tutto in sogno appare caotico: la stanza è a soqquadro, le macchine procedono nel senso sbagliato, le persone camminano al contrario. Ogni cosa è fuori posto. Il vento è l’elemento che scombussola e porta disordine mettendo in discussione tutti i punti di riferimento e le vecchie abitudini.

Ma spazzando via il vecchio il vento è capace di aprirci e predisporci a novità impreviste. Il sogno ci dice che nella vita di Angelo sta circolando una rinnovata aria di vitalità e creatività, lo dimostra il pianoforte in ottimo stato, che aspetta solo di ricominciare a suonare.

VESTITI

Secondo Jung gli abiti sono la nostra maschera sociale, una sorta di “coperta” che utilizziamo per proteggere la nostra interiorità dal mondo, dall’ambiente e dalle persone che ci circondano.

Espressione anche dello stato emotivo dell’anima, il vestito ci parla di noi stessi e di come possiamo sentirci nella collettività: accettati, compresi e a nostro agio, oppure al contrario fuori posto e poco integrati.

Attenzione al loro colore e all’aspetto – Gli abiti che indossiamo durante il sogno, il loro aspetto e il loro colore ci possono fornire degli interessanti elementi utili a capire meglio la nostra personalità e il nostro rapporto con il mondo esterno.

Un abito di colore verde, tinta che rappresenta la rinascita, indica che il sognatore è carico di nuove idee; il rosso, colore istintivo e passionale, può significare che il soggetto intende colmare il vuoto lasciato da un’interiorità eterea e sognatrice; al contrario il blu, espressione di razionalità ed intelletto, può voler dire che l’individuo intende placare i suoi forti impulsi istintivi. Un vestito vecchio e strappato può invece evidenziare un’anima triste ed ansiosa, che prova difficoltà ad adeguarsi agli altri e al mondo sociale.

Quando invece nel sogno ci presentiamo senza vestiti questa immagine può assumere una doppia valenza simbolica: o stiamo vivendo una situazione in cui non ci sentiamo per niente a nostro agio, oppure significa che il nostro Sé è messo “a nudo”, ovvero ci stiamo liberando dagli strati superficiali della nostra identità, per incontrare il nostro lato essenziale, dove risiede il nostro nucleo più autentico. Se nel corso del sogno il protagonista decide di privarsi volontariamente dei propri vestiti, questo può esprimere la necessità di spogliarsi del proprio ruolo sociale per dare il via a un profondo cambiamento.

Invece indossare in sogno degli abiti da bambini, può sottolineare uno stato di infantilismo che porta ad avere difficoltà di inserimento nel mondo adulto.

Ci dimostriamo invece ben inseriti nel nostro ambiente sociale, se in sogno appariamo ben vestiti, eleganti e a nostro agio in questo abbigliamento.

L’importanza dell’abito secondo gli antichi – Anche gli antichi interpreti dei sogni consideravano rilevante l’aspetto del vestito indossato in sogno: se l’abito è bello, annuncia una situazione favorevole, se invece è malandato e sgualcito è il segnale di un impoverimento economico e di difficoltà.

La stessa valutazione si riscontra anche nell’interpretazione popolare, secondo la quale sognare di indossare un abito fatto con tessuto prezioso è indice di un prossimo innalzamento sociale. Indossare un abito al rovescio è interpretato invece come una mancata accettazione del proprio ambiente sociale.

VOLARE

Sognare di volare, così come il cadere nel vuoto, è uno dei sogni più ricorrenti e abituali.

È anche uno dei sogni che vengono vissuti con maggiore intensità e partecipazione emotiva, perché immaginare di librarsi in volo offre sensazioni molto piacevoli. Quando si sogna di volare infatti si vive questa sensazione con molto realismo e partecipazione.

Il significato simbolico di questo tipo di sogni allude sostanzialmente soprattutto all’elevarsi in alto e allo staccarsi dalla terra e quindi dalla routine, dalla vita quotidiana e dalla materialità.

Distacco dalla realtà quotidiana – Le motivazioni per cui il sognatore cerca questo distacco possono essere molto diverse. Il desiderio di volare può essere l’espressione di un tentativo di fuga da problemi contingenti e pressanti, da situazioni molto problematiche.

Oppure la spinta può essere più profonda e generale: il sogno di volare in questo caso si può considerare l’espressione di un profondo disagio sperimentato nella vita quotidiana e nei rapporti con gli altri.

Il volo in tal caso è un distacco da questo modo di vivere verso cui si prova insofferenza.

Chi vola nei sogni potrebbe avere questa tendenza anche nella vita quotidiana, cioè, come si dice comunemente “avere la testa fra le nuvole” e non “avere i piedi per terra”; si tratta di persone che tendono a crearsi un mondo di fantasia.

Volare però significa anche innalzarsi sopra gli altri, porsi su un livello superiore; in alcune persone quindi il sognare di volare è la manifestazione di un senso di superiorità rispetto alla maggioranza delle persone.

Energia sessuale e voglia di spiritualità – Immaginare di volare è un sogno tipico degli adolescenti, ed esprime da una parte la loro tendenza ad estremizzare e a staccarsi dal “mondo dei grandi”, ma dall’altra manifesta anche una sensazione di lievità ed eccitazione che nasce dall’energia sessuale nascente.

Freud considerava il volo sinonimo di desiderio sessuale, non soddisfatto nella realtà.

La sensazione onirica di volare può essere infatti accompagnata anche da forte eccitazione sessuale. Questo tipo di sogni quindi può comparire in uomini che hanno problemi di erezione, che manifestano in questo modo la loro ricerca del piacere erotico.

Invece secondo Jung sognare di volare è espressione del desiderio di elevarsi, di innalzarsi a un livello di maggiore spiritualità, staccandosi dalla materialità.

La salita e la caduta – Spesso nei sogni, associata alla sensazione di volare in cielo, c’è anche quella della caduta rovinosa. La gioia di volare viene poi spezzata dal terrore di precipitare. Dietro questo alternarsi di emozioni si può leggere il desiderio di un cambiamento profondo, di abbandonarsi ai propri desideri, ma nello stesso tempo anche il timore che questa trasformazione drastica possa poi portare sofferenza e farci “precipitare” dolorosamente a terra.

ZEBRA

L’immagine della zebra, pur non essendo molto comune nei sogni, ha delle caratteristiche molto particolari. Ha molti aspetti che l’accomunano al cavallo, ma si distingue perché la sua connotazione più evidente è quella del mantello bicolore, bianco e nero.

La zebra manifesta, con la sua alternanza di strisce bianche e nere contrastanti, l’accostamento tra i due colori che esprimono le due polarità contrapposte: la luce e l’oscurità, la gioia e la tristezza. Abbiamo visto che nei sogni il significato di un’immagine cambia drasticamente in base al colore e soprattutto il senso è quasi l’opposto se è di colore bianco oppure nero.

Confusione e indecisione – Sognare una zebra può manifestare che nell’animo di chi sogna c’è confusione e indecisione: non riesce a decidere che cosa è bene e che cosa è male per la propria vita e quindi non riesce a prendere decisioni. Essere inseguiti in sogno da questo animale può significare sentire l’assillo di questa incapacità di decidere. Queste debolezze o ambiguità, simboleggiate dalla duplicità della zebra, possono appartenere anche a persone vicine al sognatore, che non riesce a distinguere bene se gli siano amiche oppure ostili. Ma la zebra esprime anche energia e vigore, perché è un animale selvaggio che galoppa nella savana. Se si sogna di riuscire ad affrontarla, a domarla o eventualmente a cavalcarla, è un segnale della volontà di riuscire a “domare” le proprie energie istintuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *