Interpretazione Sogni: Lettera V

V

VACANZA

26 – 62

Significato divinatorio. Sognare le vacanze presagisce affari che procedono con esasperante lentezza.

VACCA

1 – 33

In Egitto la vacca è Hathor, la madre buona e protettiva, nutrice miticamente legata alla terra e alla Luna (le corna).

Significato divinatorio. Nella sua connotazione sessuale, negativizzata dalla morale vigente, la vacca pronostica inimicizie, infedeltà, inganno da parte di una donna. Possederne e pascolarne, relegata nuovamente al ruolo di animale “asessuato” e identificata con la ricchezza contadina, presagisce invece prosperità. Acquistarne prevede perdita; venderne, rovina. Essere inseguiti da una mucca avverte di un pericolo evitabile con un po’ di prudenza; se però la vacca è inferocita, predice morte ai malati e gravi problemi finanziari. Vacche grasse assicurano, anche tremila anni dopo Giuseppe, abbondanza; magre, carestia. Molte vacche con i vitellini segnalano fortuna commerciale. Mungerle è pronostico di vantaggi ottenuti senza fatica. Di buon auspicio risulta anche cavalcarle.

Significato psicologico. La scuola freudiana collega la mucca alla fertilità e al seno, quella junghiana alla madre. Nei sogni della donna, denota che la sognatrice manca di pazienza e di bontà.

Interpretazione medica. L’immagine onirica della vacca fa prevedere l’inizio di una malattia febbrile.

VAGABONDO (vedi Pellegrino)

VAIOLO

70

Significato divinatorio. Essere o vedere qualcuno butterato dal vaiolo prevede vantaggi su chi intendeva danneggiare il sognatore; matrimonio d’amore.

VALIGIA (vedi anche Bagagli)

3 – 59

Significato divinatorio. Una valigia piena, prospetta, per analogia, viaggi proficui e prosperità; vuota, rivela condizioni miserabili.

Significato psicologico. È come il cofano, la cassa, il sacco e tutti gli altri oggetti atti a contenere: simbolo di maternità.

VALLE

55 – 66 – 89

Significato divinatorio. Trovarsi in una valle fa temere una seria malattia, cui farà però seguito una completa guarigione.

Significato psicologico. Assimilabile al solco fra i seni, la valle rappresenta uno stato di benessere e di sicurezza – ma talvolta, al negativo, di isolamento e di prigionia. Può indicare una condizione di passaggio.

VAPORE

14 – 90

È il legame, nell’eterno ciclo dell’acqua, fra il cielo e la terra, fra l’alto e il basso; l’acqua evaporata diviene nuvola, la nube ritorna pioggia e così via, per sempre. Si dice che Pizia, sacerdotessa a Delfi presso l’oracolo di Apollo, profetasse dopo aver inalato vapori bollenti provenienti da un pertugio sotterraneo. E di vapori si appanna la sfera di cristallo della Sibilla prima dell’apparire della visione: esiste quindi un legame piuttosto stretto anche fra vapore e veggenza.

Significato divinatorio. Potrebbe essere proprio la connessione con la veggenza il motivo per cui qualche interprete scettico identifica questo simbolo onirico con una truffa per l’uomo e con un dispiacere familiare per la donna.

Il sogno può presagire anche viaggi, in analogia alla prima macchina a vapore (la locomotiva). Essere circondati dal vapore, è indice di falsi amici e di infedeltà amorosa.

VASCELLO (vedi anche Nave, Yacht)

11 – 24 – 53 – 69

Significato divinatorio. Trovarsi su un vascello costituisce un’evidente allusione al viaggio; se si tratta di una piccola imbarcazione, però, fa temere malattie. A vela, è presagio di notizie confortanti, specialmente se il vento lo sospinge agevolmente. Un vascello in pericolo in sogno equivale a una perdita nella realtà. Se porta un ricco carico predice fortuna; se fa naufragio, morte di parenti.

VASELLAME

10 – 42

Significato divinatorio. Vasellame di porcellana pronostica un’esistenza modesta ma pacifica; d’argento denuncia un carattere piuttosto fanfarone sebbene fondamentalmente buono; di ferro o stagno prevede, per rovesciamento, agi e profitti.

Vasellame nuovo è indice di prosperità familiare.

VASO

11 – 44

Per vendicarsi di Prometeo che gli aveva rubato il fuoco, Giove gli inviò Pandora, la bella donna plasmata da Efesto. Pandora recava con sé un vaso, dono del dio, che non avrebbe mai dovuto aprire: ma la curiosità è femmina, e Pandora l’aprì. Il vaso conteneva tutti i mali possibili per l’uomo, che si sparsero per il mondo; uno solo rimase sul fondo e non ebbe tempo di uscire: la disperazione. Per questo gli uomini sono ancora capaci di sperare.

Significato divinatorio. Un vaso colmo d’acqua putrida prevede (come l’equivalente arrecato da Pandora) rovina, pubblica vergogna e morte. Un vaso che si rompa senza che il liquido contenuto si sparga minaccia vedovanza. Un vaso pieno di fiori è indice di gioia, riunione amichevole o intima; pieno d’acqua, di fonte, o di vino, pronostica lavoro; vuoto, pericolo.

Significato psicologico. È trasparente l’emblema della donna, del grembo, dell’inconscio che, liberato, diviene pericoloso.

VECCHIO

1 – 11 – 47 – 53

Il vecchio si identifica ovunque, nelle fiabe come nella realtà, con il sapiente e anche con il tempo stesso, con l’inconscio collettivo dotato di un’ancestrale saggezza.

Significato divinatorio. Il vecchio che appare in sogno pronostica, come suggerisce il simbolismo, saggezza e buoni consigli. Vederlo ringiovanire è indice di decadenza economica. Trasformarsi in vecchio, è, al contrario, presagio di crescente prosperità.

Significato psicologico. Rappresenta i valori tradizionali del passato, gli antenati ancora presenti e operanti nell’inconscio collettivo, l’intuito, la saggezza, la paternità spirituale.

VEDOVA, VEDOVO

8 – 18 – 76

Significato divinatorio. Un vedovo che appaia in sogno o che non si identifichi con il sogno costituisce per il celibe un pronostico di nozze imminenti; a una ragazza annuncia flirt; a chi è già coniugato, piaceri. Secondo gli zingari questo sogno prevede, per analogia, vedovanza.

VEGLIARE

4 – 5 – 24

Significato divinatorio. Vegliare in sogno costituisce, in linea generale, un avviso di maldicenza. In particolare: farlo per orge denota sfortuna; per lavoro, nobili inclinazioni. Vegliare un cadavere è invece presagio di malattia.

VELENO

18 – 19

Significato divinatorio. Il veleno è in genere pronostico di povertà; se però è un amico ad avvelenare oniricamente il dormiente, il sogno preannuncia ricchezza.

VELLUTO (vedi anche Stoffa)

60

Significato divinatorio. Il velluto prevede alla donna matrimonio e eredità; se lo liscia con una mano, le pronostica una malattia uterina, mentre agli uomini il sogno indica impotenza.

VELO

16 – 40 – 48

Velare significa nascondere. Il velo rappresenta ciò che dissimula la realtà: la Maya, l’illusorietà dell’apparenza fenomenica, nelle Upanisad (in India); il velo di Iside, il mistero della vita, in Egitto. La morte e la resurrezione di Cristo, come rottura di un segreto, squarciano il velo del tempio di Gerusalemme. Velarsi il capo costituisce una chiusura allegorica al mondo, un incontro con la propria individualità; il velo contraddistingue di sovente l’iniziato, che il più delle volte se ne ricopre solo il capo ma qualche volta, in certe culture, ne è interamente ricoperto come si trattasse di un morto. Il velo nuziale rientra nella stessa categoria, costituendo il matrimonio, nel suo significato più profondo, una cerimonia iniziatica. Al velo è associata anche la verginità.

Significato divinatorio. Il velo presagisce all’uomo un amore segreto; un velo bianco annuncia alla donna, per analogia, nozze; se è nero, lutto.

VELOCITÀ

6

Significato divinatorio. Muoversi agevolmente e velocemente presagisce guadagni e spensieratezza.

Significato psicologico. Sognare di muoversi a folle velocità rivela una profonda paura della morte assimilata alla paura di non potersi risvegliare.

VENDEMMIA (vedi anche Uva)

12 – 21 – 22

Significato divinatorio. Sognare di vendemmiare è un ottimo indizio di gioie e di salute; veder vendemmiare altri assicura ricchezza e successi.

VENDERE (vedi anche Mercante, Mercato)

40 – 72 – 81 – 89

Significato divinatorio. Sognare di vendere qualcosa è pronostico di fortuna; essere venduti come schiavi denota insuccesso negli affari.

VENDETTA

4 – 40 – 55

Significato divinatorio. Vendicarsi o essere oggetto di vendetta fa temere processi e afflizioni.

VENE

12 – 14 – 46

Significato divinatorio. Vene gonfie in sogno denotano smodatezza, disperazione e malattia; bucate, denunciano cattive azioni.

VENTAGLIO

3 – 39 – 40 – 67 – 87

Significato divinatorio. Oggetto scaccia afa, il ventaglio era un tempo, in Cina, sovrano fra gli scaccia-spiriti. È simbolo lunare, perché si apre a semicerchio come un plenilunio e poi si richiude risultando quasi invisibile come una luna nuova, il ventaglio prevede alla donna incostanza in amore; agli uomini annuncia affari che procedono “a gonfie vele”.

VENTO

40 – 50 – 80 – 81

Il vento costituisce l’aspetto attivo e violento dell’elemento aria, ed è detto in ebraico Ruth (soffio o spirito). In Grecia è personificato da Eolo, il dio dalle gote gonfie come otri, capace di dispensare venticelli leggeri o spaventosi tornadi, a seconda che intenda, per volere proprio o di altri dei, ricompensare o punire il genere umano.

Significato divinatorio. Udire in sogno un grande vento è secondo le chiavi gitane segnale di terrore; tentare di contrastarlo equivale a un’eventuale dura lotta nella vita, non priva però di vittoria. Una dolce brezza prospetta benessere e felicità. Il vento viene in genere identificato dalla tradizione con un viaggio lontano; se fischia, annuncia cattive notizie.

Significato psicologico. Anche in psicologia il soffio vitale indica trasformazioni e mutamento (fa girare la banderuola). Un vento impetuoso denota agitazione e collera. Comunemente, lo si assimila alla fecondità maschile (feconda i fiori), ma anche alla vanità.

VENTRE

19 – 20 – 87

Significato divinatorio. Attribuirsi in sogno un ventre smisurato fa prevedere una lunga malattia. Un po’ più pasciuto che nella realtà, indica invece fortuna. Grosso ma vuoto, annuncia miseria. Il ventre magro segnala perdite finanziarie, infortunio e disgrazia. Un mal di ventre onirico denota problemi domestici e piccole delusioni d’amore.

VERDE

38

Significato divinatorio. Il colore di Venere, collegato all’amore e alla primavera, era presso i Greci significatore di speranza e rigenerazione della natura; scuro, però, indicava veleno. Gli Arabi consideravano il verde il colore di Maometto, tanto che in paradiso gli abiti sarebbero stati tutti di questa tinta. Oggi il verde è ancora colore di speranza ma anche di segreti rivelati e, secondo il detto “essere al verde”, di problemi finanziari.

Significato psicologico. Il verde, come colore di base, rivela che la vita vegetativa svolge un ruolo predominante nell’esistenza dell’individuo.

VERDURA (vedi anche Ortaggi)

1 – 10 – 75

Significato divinatorio. Il tempo ha, nel caso della verdura, completamente rovesciato l’opinione di Artemidoro, trasformandola in un favorevole pronostico di successo e di speranze ben riposte.

VERGA (vedi anche Bastone)

3 – 80

Significato divinatorio. Simbolo di potere, a chi viene battuto in sogno pronostica abbondanza. Una verga rotta segnala perdita di amici.

VERGINE (vedi anche Ragazza)

20 – 21 – 25 – 79

Il sostegno dello zodiaco, connesso a Proserpina e alla stessa Madonna, rappresenta in realtà un doppio momento di maternità (maturazione dei frutti e raccolta) e contemporaneamente di verginità (promessa di nuovi semi, che verranno gettati subito dopo l’aratura autunnale).

Significato divinatorio. Vedere una vergine prevede fortuna; conoscerla, piaceri senza rimpianto. Sognare una donna che cosi si definisce ma non lo sia effettivamente più denota (si perdoni l’interpretazione decisamente sorpassata) dolore cocente. Prendere forzatamente una vergine è segnale di pigrizia; rapirla, di matrimonio; baciarla, di gioia; sposarla, di felicità domestica. Una vergine che prega in sogno denuncia corruzione e disonestà del dormiente o del suo entourage.

VERGOGNA (vedi anche Umiliazione)

12 – 24 – 79 – 90

Significato divinatorio. Sognare di provare vergogna rivela una grave malattia in famiglia.

VERMI

37 – 66 – 76

Significato divinatorio. Anche presso i moderni i vermi sono, per analogia, sinonimo di fastidi, di cattive compagnie, di usurai che tentano di nuocere, di persone basse e materiali; vederli striscia re sopra una casa prevede malattie contagiose; su una donna o su un uomo, rivela la pericolosità di questa persona per la felicità del sognatore. Vermi che si dirigono verso il dormiente presagiscono disonore e tradimenti. Ucciderli corrisponde a una liberazione dai mali che attanagliano il sognatore: prevede trionfo, scandali evitati, falsità e inganni sfrenati. Raccoglierli denota slealtà nei confronti del partner o degli amici. Una casa piena di vermi annuncia la morte di un animale.

Significato psicologico. I vermi corrispondono in psicoanalisi a una gravidanza o a dei fratellini indesiderati.

VERRUCA

5

Significato divinatorio. Sognarsi deturpati da verruche denota cattiva condotta.

VESCOVO

12 – 60 – 61 – 64

Significato divinatorio. La figura del vescovo in sogno prevede belle novità in famiglia. Se dice messa, segnala eredità proveniente da un lontano parente.

VESPA

40 – 58 – 79

Significato divinatorio. Essere punto da una vespa prevede in sogno dolore, calunnia e persecuzione. Se ronza e attacca il dormiente, segnala maldicenza. Sopprimere un elemento così negativo uccidendolo equivale perciò a buona fortuna.

Significato psicologico. Il giallo e il nero, colori (si dice) demoniaci, attribuiscono alla vespa una connotazione negativa di disturbo, che la fa temere e rifuggire.

VESTITI (vedi anche Abito)

8 – 25 – 28 – 90

Contrariamente a quanto il detto vorrebbe lasciar credere, l’abito fa il monaco. È il distintivo del sesso, dello status sociale, e anticamente della professione, della tribù e della corporazione. Le stoffe scozzesi, ad esempio, nacquero come motivi specifici per ogni clan di quella nazione. Tradizionalmente, alla festa, che si tratti semplicemente della domenica o della prima comunione, del matrimonio o del funerale, fa riscontro un abito diverso, destinato a quella particolare funzione e quindi, in un certo senso, sacralizzato.

Significato divinatorio. Abiti nuovi promettono oggi felicità, buon accordo con gli amici e prossimo matrimonio; alla donna, onori. Abiti vecchi fanno invece temere amori contrastati, perdita di energie e di denaro, lavoro poco produttivo. Abiti stretti denotano cattiva reputazione; macchiati, calunnia, invidia, malinconia, speculazioni sbagliate; stracciati, miseria e vergogna o, secondo altre fonti, grande fortuna e riuscita grazie all’aiuto di un amico; ricamati, indicano onore e gloria; ornati d’oro, gioia, rispetto e felicità. Un vestito lungo prevede abbandono; bianco indica dispiaceri e turbamenti, ma al malato prospetta guarigione; nero pronostica la morte del sognatore, ma se è qualcun altro a indossarlo significa fortuna. Un abito verde gli regala speranza; blu, incostanza; rosso, libertà; variamente colorato, dolore. Acquistare un abito promette matrimonio; perderlo, sfortuna; vederlo bruciare, infelicità, maldicenza e perdita di amici. Cambiarsi d’abito, rassicura il sognatore che tutto procede per il meglio. Indossarne uno specifico per una festa predice, al contrario, afflizione. Riceverne uno in dono assicura uno stato di pura felicità derivante dall’incontro con un affascinante sconosciuto. Spogliarsi dell’abito denota un peggioramento nelle condizioni finanziarie del sognatore.

Significato psicologico. L’abito rappresenta la facciata, ciò che si intende mostrare agli altri ma spesso in disaccordo con il vero Sé – che si serve anche del vestito per celarsi. È il simbolo dell’Io sociale, dell’appartenere a una comunità o, se è deviante rispetto alla moda, di ribellione e di protesta sociale. Abiti stracciati corrispondono a un’anima lacerata, denotano la profonda inquietudine del sognatore. Corretti e puliti rivelano un soddisfacente equilibrio psichico; di foggia eccessivamente infantile, il rifiuto di crescere. L’abito costituisce uno specchio dello stato mentale dell’individuo, una sorta di maschera poco efficace che lascia trapelare i segreti dell’anima. Sognarsi nudo equivale al rifiuto ad adeguarsi a un ruolo; al contrario seguire pedissequamente la Moda denota l’incapacità di gestire la propria individualità, o il pericolo di conformarsi eccessivamente alle opinioni degli altri. Vedere in sogno una persona vestita in nero, denuncia, secondo la psicoanalisi, rivalità nei suoi confronti. Abiti bianchi o neri segnalano un atteggiamento infido, doppio: gentilezza esteriore, aggressività intima.

VETRO

16 – 69 – 74 – 90

Significato divinatorio. Nei sogni, come lastra che racchiude e separa, il vetro prevede malattia, ostacoli al matrimonio. Il vetro rotto minaccia di morte il coniuge o il partner del sognatore ed è inoltre pronostico di miseria e di cattivi affari. Smerigliare del vetro fa temere progetti loschi; tagliarlo nozze a breve termine. Vetri per finestre chiari o trasparenti denotano una buona ospitalità e una gentile accoglienza; torbidi o verdi, sono presagio di false accuse.

VIA (vedi Strada)

VIAGGIARE (vedi anche Partire)

8 – 10 – 22 – 30

Significato divinatorio. Contrariamente a quanto avveniva in passato, il viaggio onirico si identifica oggi con ostacolo e dolori.

Può indicare però anche un mutato atteggiamento verso gli altri e, se si utilizzano mezzi di trasporto, successi in affari. Viaggiare a piedi, osservando un gradevole paesaggio, è buon presagio di speranza ed eredità.

Ma se l’ambiente appare poco gradevole, il sogno prospetta fatica e ritardi.

Dividere il viaggio con uno o più compagni consiglia un’associazione, ma può indicare chiacchiere.

Accompagnarsi con i bagagli lascia intravedere perdita e preoccupazioni. Un viaggiatore può rivelarsi messaggero di gaiezza e piaceri, ma se è molto stanco scaricherà sul sognatore la sua pena.

Un viaggio in bicicletta indica che il dormiente sta vivendo un grande amore; può segnalare anche un futuro, felice matrimonio.

Significato psicologico. È chiaramente un sogno rivelatore di un’ansia di ricerca, di un desiderio di mutamento: il sognatore non ha ancora trovato la propria strada; è scontento e confuso e avverte la necessità di abbandonare elementi ormai inutili e sorpassati.

VIALE (vedi anche Strada)

73 – 77

Significato divinatorio. Un viale diritto annuncia prosperità, figli per la sposa, un matrimonio per la zitella. Se però vi si notano angoli e curve, ogni speranza decade: il sogno è, in questo caso, sintomo di delusione in ogni campo del vivere.

VICINO

4 – 49 – 81

Significato divinatorio. Sognare il vicino è presagio di maldicenza e di affari poco seri.

VIGNA (vedi anche Uva, Vite)

79 – 81

Significato divinatorio. La vigna di Dioniso, dove cresce il frutto dell’allegrezza, costituisce anche in sogno un ottimo presagio di gioia. Passeggiarvi denota contentezza e abbondanza.

VILLAGGIO (vedi anche Paese)

24 – 31

Significato divinatorio. Felice presagio di pace e di riposo, prevede per chi sogna di abitarvi tranquillità familiare e assenza di preoccupazioni. Attraversarlo oniricamente pronostica piccoli problemi di viaggio. Un abitante del villaggio annuncia al sognatore una prossima partenza per la campagna per motivi di interesse. Un villaggio incendiato equivale a perdita di dignità.

VIMINI

67 – 72

Significato divinatorio. Vedere oggetti o mobiletti in vimini segnala cattivi affari ed eventuale perdita di libertà. Intrecciarlo è pronostico di indigestione.

VINO

3 – 41 – 56 – 79

È il dono di Bacco, simbolo di conoscenza e verità (“in vino veritas”) e di vita eterna (il sangue di Cristo nell’Eucaristia).

Significato divinatorio. Vedere del vino rappresenta secondo i moderni, molto realisticamente, un’effusione di sangue. Berlo puro promette gioia, ricchezza, longevità, un felice matrimonio e tanti bambini, ma misto ad acqua è indice di salute fragile e di malattia. Il vino bianco prevede piaceri, ma può indicare debolezza perché è adatto alle donne e ai convalescenti; rosso, corrisponde alla riconquista dell’energia e denota ottima salute. In cantina annuncia fortuna; nella botte, abbondanza e sicurezza; in bottiglia, vecchiaia precoce ed economia. Un vino di sapore sgradevole denota infedeltà. Come spiegano gli interpreti gitani, “bere spumante o champagne in compagnia denota benessere e allegria; da soli, un lento recupero da malattie o dispiaceri; vedere bottiglie di vino bianco mostra che avrete l’amicizia di grandi personaggi, mentre bottiglie di rosso indicano piaceri incerti e rischiosi. Vedere del vino scorrere vuol dire spargimento di sangue; versarlo fuori dal bicchiere, disastro in famiglia”.

Significato psicologico. Il vino rappresenta sempre un incontro con un contenuto psichico o spirituale; lo si può assimilare alla gioia interiore, al sangue dello spirito.

VIOLA

8 – 84 – 85

Significato divinatorio. C’è chi ravvisa in questo grazioso fiore un indizio di semplicità e chi, invece, di falsa modestia. C’è anche chi, come Artemidoro, differenzia il presagio a seconda che il sogno si verifichi o no nei primi giorni di primavera, il tempo delle viole: nel giusto periodo esse prometterebbero un miglioramento di posizione; fuori stagione, litigi e perdita di denaro. Coglierne assicura amori onesti, unione prossima. Le viole mammole promettono riuscita e amore per una donna bella e buona; alle donne in generale segnalano una prossima richiesta di matrimonio.

VIOLINO (vedi anche Strumenti musicali)

70 – 75 – 76

Significato divinatorio. Udir suonare il violino è presagio di felicità domestica; se però suona lentamente fa temere un lutto. Suonarlo personalmente è sinonimo di affari difficili.

VIOLONCELLO (vedi anche Strumenti musicali)

4 – 7 – 77 – 80

Significato divinatorio. Mentre suonare il violoncello a un concerto promette consolazione, accompagnandolo con altri strumenti a corda, concordia, farlo da soli, in un luogo deserto, pronostica un funerale. Udirlo segnala, al contrario, una festa familiare; se stona, indica un prestito.

VIPERA (vedi anche Serpe)

56 – 83

Significato divinatorio. Si tratta di un cattivo segno onirico che lascia presagire ingiurie da parte di nemici, tradimento da parte del coniuge e dell’amante (che fuggirà con qualcun altro) e pericoli nascosti. Se la serpe avanza in direzione del dormiente, prevede malattia. Arrotolata presso una persona, indica un pericolo presente in quella stessa persona.

VISCHIO

18 – 67

È una pianta parassita in associazione alla quercia, dotata, a basso dosaggio, di notevoli virtù ipotensive. I Celti, come simbolo della forza proveniente dal cielo, la definivano pianta dell’immortalità – perché i suoi rami più alti sono sempreverdi. Il vischio è associato al Sole per via del colore aureo delle sue foglie: non è da escludere perciò che il ramo d’oro attribuito al Re di Nemi narratoci da Frazer, e quello adoperato da Enea per discendere agli Inferi, fossero in realtà piante di vischio.

Significato divinatorio. La tradizione, rovesciando simbolicamente la concezione celtica del vischio, ravvisa in questa tematica onirica un motivo di dolore. Piantare del vischio, sempre in sogno, sembra invece essere di buon augurio.

VISITA

56 – 57 – 58

Significato divinatorio. Ricevere visite in sogno è presentimento di lacrime e indica una situazione dolorosa che si ripresenta ancora una volta nell’esistenza del sognatore.

Restituirla segnala un litigio o un’ingiustizia subita; lo stesso presagio vale per una visita di soli uomini.

La visita medica denota buona salute e guadagni.

VISO

11 – 39 – 75

Significato divinatorio. Vedere in sogno un viso franco e roseo assicura fedeltà e servigi di amici.

Piccolo e simpatico prevede gioia e soddisfazioni; più grazioso che nella realtà costituisce ottimo presagio da sfruttare a fondo.

Il volto magro e pallido denota noie e povertà; molto brutto, disaccordi. Lavarselo equivale a un rimorso, a un pentimento forse mai provato.

VITE (vedi anche Pergolato, Uva, Vigna)

24 – 88

Sorgente della vita e dell’immortalità (il sangue dell’Eucaristia è vino), la vite simboleggia prosperità, abbondanza, vitalità.

Significato divinatorio. Una vite carica di grappoli è sinonimo di fertilità; priva di frutti, prevede lacrime.

Tagliarla assicura felicità familiare; piantarla consiglia il sognatore a porre con serietà le basi della propria esistenza.

VOCE

1 – 11

Significato divinatorio. Udire una voce armoniosa è indice di buone notizie; una voce roca, sgradevole, denota invece litigi, processi.

VOLARE

58 – 80

Significato divinatorio. Volare facilmente è, oggi come un tempo, indizio di felicità; scendere spontaneamente a terra segnala la necessità di fermarsi a ricevere nuove istruzioni.

La paura di volare rivela la presenza di responsabilità che turbano il sognatore. Volare sopra un paesaggio sconosciuto conferma che il sognatore è destinato nella sua vita a viaggiare lungamente.

Significato psicologico. Dopo lunghe ricerche psicoanalitiche, Freud ha determinato che il sogno di volare rappresenta un’attività erotica inconscia: il volo equivale all’amplesso e, a seconda dell’implicazione del sogno, denuncia l’atteggiamento del sognatore nei suoi confronti.

Volare denota però anche coraggio, ottimismo, movimenti psichici positivi, un tentativo – per dirla con parole junghiane – di perfezionamento spirituale.

Non è da escludere neppure l’interpretazione di questo motivo onirico come desiderio di fuga, di mutamento, di uscita dalla storia e dalla realtà o, come sogno di tipo compensatorio in chi sia affetto da complessi di inferiorità, di elevarsi al di sopra della folla.

Esseri volanti che appaiono al sognatore (angeli) possono tradursi in desiderio o in timore della morte (propria o altrui).

VOLPE

2 – 22

Significato divinatorio. Come ben ricordano le favole di Esopo e di Fedro, la volpe corrisponde al nemico astuto, capace di tendere agguati e insidie, che finisce poi non di rado per cadere nelle propria stessa trappola.

In amore, designa un rivale determinato a sostituirsi al sognatore nel cuore della persona amata. Può indicare anche brutte sorprese causate da ladri o inganni di donne. Battersi con una volpe segnala nemici forti e furbi che sfuggono vantaggiosamente al sognatore.

Anche addomesticarla è cattivo presagio, che denota sfortuna e amori mal riposti: una donna malvagia stregherà il dormiente.

VOMITARE (vedi anche Nausea)

8 – 17 – 18 – 22 – 37 – 73

Significato divinatorio. Vomitare il vino bevuto equivale a del denaro vinto al gioco e subito nuovamente perso. Vomitare cibo prevede la restituzione di oggetti che erano stati sottratti illecitamente al dormiente.

Significato psicologico. Sognare il vomito rivela uno stato di disarmonia interna: complessi di colpa, desideri disapprovati dalla coscienza. Può rivelare anche un accesso di disgusto psichico inconfessato, legato a qualche particolare tematica o persona.

Interpretazione medica. Il vomito onirico rivela sovente disturbi digestivi; è frequente nei casi di obesità e bulimia.

VULCANO

17 – 78

Gli antichi consideravano i vulcani le porte dell’inferno. Nessuna divinità può rappresentare meglio del greco Efesto, demiurgo claudicante zoppo nel corpo e nell’anima, la doppia natura del vulcano: distruttività del fuoco e fecondità della lava. I Persiani lo identificavano con Ahriman, il principio del male, nascosto sotto le spoglie di un drago sputafuoco. La leggenda cristiana vuole invece che il vulcano sia la personificazione del terribile Teodorico, re dei Goti, precipitato nei possedimenti del demonio sotto forma di un cavallo nero.

Significato divinatorio. Vedere un vulcano in eruzione presagisce grandi capovolgimenti nella vita: può trattarsi degli affetti, della professione, o anche delle concezioni, che subiranno un radicale mutamento.

Significato psicologico. Il vulcano rivela chiaramente dietro il suo componente simbolismo le forze oscure dell’inconscio; passioni ardenti, imprese che distruggono l’uomo e che, sporadicamente incontenibili, emergono alla superficie travolgendo buona parte della psiche dell’individuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *