Interpretazione Sogni: Lettera C

 interpretazione sogni: lettera C

C

CACCIA  interpretazione sogni

8 – 31 – 37 – 53 – 58

Attività oggi inutile e condannabile, ma sensata in un passato remoto quando ancora era legata al concetto di sopravvivenza, la caccia era l’arte di parecchie divinità (Artemide, Dioniso, Zagreo), cui ci si rivolgeva per propiziarsela.

Significato divinatorio. Sognare di cacciare assicura che la costanza aiuterà il sognatore a raggiungere la sicurezza cui tende. Essere invitato a una caccia indica fortuna in giochi e lotterie, buoni guadagni. La caccia all’orso rivela situazioni pericolose da cui stare in guardia; al contrario la caccia grossa prospetta affari prosperi. La caccia di piccoli animali equivale a dei progetti falliti, quella di frodo, significa fortuna, felicità. Tornare con molta selvaggina assicura gioia, guadagni, matrimonio; a mani vuote, invece, dispiaceri.

Essere ferito durante la caccia consiglia di sospettare di amici e conoscenti. Chi sogni di mancare la preda dovrà attendersi piaceri senza profitti.

CADAVERE 

43 – 61 – 62

Significato divinatorio. Un cadavere in casa promette prossime nozze: imbalsamato, è indizio di spiacevoli sorprese; maleodorante, di guai.

Seppellire un cadavere annuncia matrimonio con persona facoltosa; scorticarlo, agiatezza e benessere. Vedere molti cadaveri insieme è presagio di una grande festa familiare.

Significato psicologico. Il cadavere è l’equivalente di persone appartenenti a un ormai remoto passato e di idee e concezioni superate.

CADERE

18 – 27 – 51 – 56

Un’azione che reca implicito il simbolismo della perdita di posizione, del disonore. Basti pensare alla caduta di Lucifero.

Significato divinatorio. Cadere è indizio di disonore, infelicità e sfortuna. Cadere da una finestra preannuncia perdita di denaro; da una parete, febbre e malattia; da una scala, perdite patrimoniali, in un pozzo, cattiva reputazione. Cadere in acqua esprime paura, incertezza; se ci si sveglia di soprassalto, il pronostico peggiora e rivela estremo dolore, malattia, invidia, inimicizia, fallimento; se il sogno continua, persecuzioni. Se ci si rialza subito dalla caduta, il presagio si rovescia indicando azione, prossimo trionfo. Veder cadere altri significa vantaggio per il sognatore a scapito altrui.

Significato psicologico. Cadere indica incertezza, paure, complessi di inferiorità qualora sia il sognatore a cadere; desiderio di morte, se è qualcun altro a farlo. Per il freudismo, questo sogno ha per la donna carattere sessuale, ed esprime la paura di una caduta morale o sociale, oppure il timore di decadere fisicamente, di invecchiare.

Interpretazione medica. Sogni di caduta si associano spesso a vertigini dovute a disturbi del labirinto.

CAFFÈ

42

Significato divinatorio. In sogno, il caffè è promessa di felicità, di fortuna, di successo amoroso. Vederlo bruciare predice una gradita sorpresa; berlo, longevità, associazioni; tostarlo, visite inattese; macinarlo, piccoli fastidi, noie.

CALABRONE

18 – 74

Significato divinatorio. Questa immagine onirica esprime una paura priva di fondamento. Essere punto è indice di problemi e disgrazie.

CALAMITA

57

Significato divinatorio. Simbolo dell’attrazione magnetica fra due persone, presso gli antichi significava, secondo un simbolismo rovesciato, pena, tradimento; presso i moderni indica false amicizie.

CALCOLO (vedi anche Addizionare)

26 – 37

Significato divinatorio. È un presagio di riuscita finanziaria; se però i calcoli visti in sogno sono moltissimi, indica avarizia. Calcoli errati o incompleti segnalano inganno da parte dei nemici. Dare lezioni di matematica equivale a consigli pericolosi. Calcolare senza riuscire a ottenere un risultato è presagio di eredità sfumata.

CALDO

8 – 14 – 15

Significato divinatorio. Emblema di maturazione e di compimento, ma anche di passioni sfrenate, denota rabbia, vizi, rovesci di fortuna.

Significato psicologico. È identificato da tutte le correnti psicologiche con l’affetto e la vita.

Interpretazione medica. I sogni di calore possono indicare squilibri ghiandolari, menopausa incipiente.

CALENDARIO (vedi anche Almanacco)

31 – 79

Significato divinatorio. In sogno, il calendario è promessa di amore, di fedeltà, di costanza. Nuovo, indica però furti; vecchio, cattiveria, progresso ostacolato da molte preoccupazioni.

CALESSE (vedi anche Carrozza)

21 – 23 – 78

Significato divinatorio. L’immagine onirica del calesse promette ricchezza inattesa, eredità. Attaccato a due cavalli, rivela che gli eventi avranno un rapido fortunato svolgimento. A sei cavalli, ritardi. Un viaggio di piacere in calesse lascia prevedere protezione da parte di amici influenti. Comprarne o venderne uno promette speranza.

CALICE (vedi anche Bicchiere, Coppa)

9 – 17 – 18

Il calice è il ricettacolo della forza spirituale, il mitico vaso del Graal contenente il sangue di Cristo, ossia la conoscenza, la coppa della messa nel suo significato eucaristico.

Significato divinatorio. Il significato divinatorio di questo simbolo onirico è propizio, e indica un futuro felice, difficili prove superate con successo, guarigione per gli ammalati.

CALVIZIE (vedi anche Capelli)

6 – 28

Significato divinatorio. Si attribuisce al sogno il significato di lutto. Se il sognatore è però una donna, il presagio si rovescia e indica felicità coniugale.

CALZE interpretazione sogni

26 – 47 – 66

Significato divinatorio. Le calze sono indizio di pregiudizio e di perdita finanziaria. Indossarle rafforza il pronostico di perdita. Togliersele, denota al contrario fortuna. Calze logore, bucate rivelano speranze vane e una cattiva amministrazione della casa; secondo altre chiavi sono invece, segno di coraggio. Calze di seta annunciano lusso di breve durata, perdita; di cotone, agi modesti. Vedere delle calze appese esprime un’apparenza fasulla di ricchezza; lavarle, promette guadagni.

CALZONI (vedi anche Pantaloni)

33 – 51

Significato divinatorio. Vedere in sogno dei calzoni è segnale di conti da saldare. Calzoni puliti denotano buona condotta, sporchi il contrario.

CAMBIARE (vedi anche Mutamento) interpretazione sogni

33 – 79 – 85

Significato divinatorio. Cambiare denaro indica sperperi; alloggio, perdita causata da un furto. Cambiare sesso predice alla donna un parto felice e la nascita di un maschio; all’uomo, solo vergogna.

Significato psicologico. Questo sogno traduce, per il freudismo, la soddisfazione di un reale desiderio di transessualità.

CAMERA DA LETTO (vedi anche Stanza)

5 – 19 – 81

Significato divinatorio. Vedere una camera da letto è presagio di nuovo amore o ricordo di uno trascorso. Nuda e vuota, predice fortuna; stando ad altre chiavi, dolore; occupata, flirt, intrighi.

Una camera di hotel è indice di spostamenti; una cameretta per bambini, di gioia; quella di un ragazzo denota problemi psichici. Sognare di pulire una camera da letto consiglia vivamente di fare attenzione alla propria salute. Entrarvi dalla finestra è cattivo presagio.

Significato psicologico. La camera è, in questo ambito, simbolo del grembo materno. Lasciare la camera può perciò rivestire il doppio significato di nascita da un lato, di agonia o morte dall’altro. Sognare una camera vuota esprime la vacuità dell’esistenza del sognatore.

CAMICIA

52 – 76

Simbolo di intimità, di protezione, di fortuna, in connessione con il detto popolare “nascere con la camicia”.

Significato divinatorio. L’immagine onirica della camicia promette alla donna felici piaceri, agli uomini tristezza. Una camicia pulita è promessa di prosperità e salute; sporca, di miseria, speranze perdute, disonore; rotta indica buona fortuna; piena di macchie prole numerosa; piena di pulci (!), felicità coniugale. Una camicia da notte presagisce nozze imminenti; quella di forza rivela inimicizie pericolose. Cucire una camicia preannuncia felicità affettiva, fortuna e gioia; lavarla, serenità familiare; indossarla, protezione dal dolore; toglierla, perdite, speranze deluse.

CAMINO (vedi Focolare) interpretazione sogni

CAMMINARE (vedi anche Passeggiata)

1 – 86

Significato divinatorio. Camminare a grandi passi è presagio di ostacoli; lo stesso si può dire per il sogno di camminare verso una meta. Andare a zonzo fa temere distrazioni che causeranno grosse perdite finanziarie. Camminare all’indietro preannuncia sfortuna, amici infidi; su una gamba sola, mutamenti nell’ambito degli affari; su un prato, segnala una situazione economica difficile; in un deserto, solitudine; sugli scogli, difficoltà; in salita, miglioramento in vista. Un cammino facile e diritto è auspicio di fortuna subito realizzata; penoso e arduo, induce a prevedere molti ostacoli; ombreggiato, promette un’esistenza facile e calma; sinuoso e stretto, segnala rovina commerciale. Sognare di non riuscire a muoversi indica che si è allo stremo della forza morale.

Significato psicologico. I sogni di movimento indicano conflitti della volontà e, se vi è un’impressione di arresto, gravi inibizioni di certi aspetti della personalità. La scuola junghiana considera in particolare il simbolo del cammino come segnale di evoluzione psichica.

Interpretazione medica. Questi sogni sono spesso spia di una situazione di grave cedimento nervoso.

CAMOSCIO

9

Significato divinatorio. Vedere un camoscio in sogno esprime sobrietà. La femmina indica amici devoti, mete raggiunte per mezzo della costanza. La pelle di camoscio significa ricchezza.

CAMPAGNA (vedi anche Campo, Pianura, Prato, Terra)

9 – 15 – 65 – 78

Significato divinatorio. Abitarvi denota possibili persecuzioni per motivi finanziari. Vederla arida e secca prevede malattia; ricoperta di boschi, unione male assortita.

CAMPANA interpretazione sogni

10 – 24 – 56

Simbolo mistico, collegato per la sua forma alla volta celeste, è la voce divina che si manifesta fra gli uomini; del suono possiede, a livello simbolico, tutto il potere creativo.

Significato divinatorio. Udire uno scampanìo annuncia secondo alcune chiavi un’esistenza felice, una vecchiaia serena e un rapido matrimonio, ma poiché nei sogni il simbolismo delle nozze e quello della morte vengono spesso a coincidere, può indicare anche dolore, perdita, morte del sognatore. In particolare, questo pronostico acquista forza, quando le campane battono molto forte non le ore ma i quarti e le mezz’ore. Veder fondere delle campane induce a credere che il sognatore avrà presto una casa propria. Una campanella presagisce sincerità affettiva, matrimonio d’amore, bei figli; il campanile, buone prospettive per il futuro ma anche, sempre per il doppio simbolismo della campana, dolori familiari, lutti. Un campanile vecchio è indizio di un grave pericolo; in riparazione, di soddisfazione e ricchezza. Sostenere un campanile predice perdita dell’impiego.

CAMPANILE (vedi Campana, Orologio, Torre)

CAMPO interpretazione sogni

47 – 90

Corrisponde simbolicamente allo spazio, alla fertilità, al grembo materno.

Significato divinatorio. Un campo arato presagisce una vita faticosa, una lotta dura per conquistare il proprio posto al sole; incolto, è indice di brutte sorprese; devastato significa povertà; chiuso, morte; verde, buoni affari; di battaglia, litigio, infelicità, amori pericolosi ma anche gloria; ben coltivato, felicità. In particolare, un campo coltivato a grano indica ricchezza; a segale, giorni felici; a rape, trionfo dopo dura lotta; a trifoglio, buoni incassi; ad alberi da frutto, speranze realizzate; a lino, economia. Arare un campo è promessa di successo; coltivarlo, indica proposta matrimoniale rifiutata; piantarvi qualcosa, guerra e miseria. Trovarsi in un campo è sinonimo di trappola tesa da nemici insidiosi; vederlo, significa tradimento; abitarvi, virtù, felicità; andarvi in gita, rischio di perdita familiare. Campi coperti di boschi pronosticano nozze imminenti, ma non felici. Dormire su un letto da campo è indizio di ottimi affari.

CAMPOSANTO (vedi Cimitero)

CANARINO

58 – 62 – 70

Significato divinatorio. L’uccellino solare promette amicizie nuove; vederlo volare, buone notizie. Udirlo cantare consiglia di fare attenzione agli inganni.

CANCELLO

75 – 77

Significato divinatorio. L’immagine onirica di un cancello è presagio di ostacoli nell’esistenza del sognatore.

Significato psicologico. Il cancello è simbolo iniziatico di un passaggio a un’altra condizione, di una soglia da varcare. Si tratta di un sogno non infrequente nel periodo precedente la morte del sognatore.

CANDELA (vedi anche Cero, Torcia) v

66 – 67 – 85

La candela è la fiammella dell’esistenza individuale, oggi accesa, domani chissà, contrapposta alla luce infinita ed eterna del tutto. È l’emblema della luce spirituale, della salvezza, confermata dal simbolismo del candelabro ebraico a sette braccia. Può però indicare anche le passioni del cuore umano. Doppio simbolismo quindi, divino-umano, universale-individuale, positivo-negativo.

Significato divinatorio. La candela accesa è un buon segno di guarigione e di belle notizie; per il celibe, di prossimo e felice matrimonio o di ottima riuscita negli affari. Se appare spenta, il presagio si rovescia e indica tristezza, malattia, dolori – ma di breve durata. Una candela di sego è promessa di longevità. Se la fiamma vacilla, il sogno ha un grave significato di lutto; accendere una candela rivela fedeltà degli amici; spegnerla è indizio di vanità; portarla, di circostanze fortunate. Una candelina accesa sull’albero di Natale esprime la gioia donata agli altri. Fabbricare candele si traduce in gaiezza e piacere per il sognatore.

La vista di un candelabro promette unione ben assortita, matrimonio religioso felice; d’oro, assicura fortuna; d’argento, eredità. Il candelabro da appartamento indica serenità familiare. Fabbricare candelabri è triste avviso di un lutto in famiglia. Un venditore di candelabri prospetta guadagni provenienti dal commercio.

CANE

10 – 18 – 39 – 85

Un duplice aspetto simbolico caratterizza anche il cane; l’amico fedele, l’utile guardiano del gregge si trasforma, nel suo aspetto infero, in Anubi preposto alla pesatura dell’anima, in Cerbero, il custode dell’Oltretomba dal triplice capo. Plauto racconta che i Lari hanno muso di cane e questo particolare ha reso l’animale particolarmente adatto al sacrificio che si compiva nei mesi di luglio-agosto per preservare la natura dal solleone (da qui la parola canicola).

In Egitto e in Giappone il cane è sacro e la sua uccisione costituisce un tabù.

Significato divinatorio. Gli interpreti differenziano la qualità del presagio a seconda che il cane apparso in sogno appartenga al dormiente o a un estraneo: nel primo caso, è espressione di coraggio, affetto, fedeltà; nel secondo, di pericolosi nemici che attorniano il sognatore. La tradizione afferma, in particolare, che un cane gentile, allegro, beneducato è presagio di inganni e, se scodinzola e manifesta affetto, di raggiri e giochi da parte di sedicenti amici; arrabbiato, predice dolore, disgrazie, paure ben fondate; litigioso, chiacchiere, maldicenza.

Un cane bianco impersona un amico fedele e promette felicità; nero, indica tradimento, falsi amici; mogio e malinconico, un parente che ha bisogno del sognatore. Un cane alle calcagna è indizio di litigi; ululante, di malattia; idrofobo, di preoccupazioni. Un cane da caccia significa lavoro, imprese che andranno a buon fine, speranze; da guardia, sicurezza. Se l’animale abbaia o morde, il sogno segnala ingiuria, tradimenti, avversità, febbre. Se lacera gli abiti del possessore, auspica grandi beni; ma se il cane non appartiene al sognatore è segnale di maldicenza e di nemici di bassa lega che cercano di minacciarlo. Se appare triste e tira il sognatore per gli abiti, ma non li lacera, ammonisce a non farsi sfuggire un amico. Sognare di giocare con un cane annuncia avvenire felice, riconciliazione dopo un litigio.

Giocare con molti cani è invece sempre indizio di avarizia. Vederlo, indica una persona fedele; esserne attaccati, segnala un pericolo; legarlo, un tentato furto; ucciderlo, dei guai che ci si causa da soli. Udir abbaiare un cane è pronostico di vittoria legale; sentirlo ululare equivale invece a una richiesta di soccorso.

Cani che si battono denunciano insidie pericolose; cani pluricefali, un peccato. Sognare di trasformarsi in cane lascia presagire un mutamento di carattere nel sognatore.

Significato psicologico. Anche in ambito psicologico il cane, l’animale più vicino all’uomo, viene doppiamente associato sia all’equilibrio, all’amicizia, alla fedeltà affettiva che all’aspetto infero della psiche, al guardiano dell’inconscio: il super Io. Privilegiando l’aspetto sessuale della femmina, il freudismo la associa alle passioni e alla sensualità – riflettendo il popolaresco epiteto di “cagna”.

CANFORA interpretazione sogni

14

Significato divinatorio. Pianta lunare considerata dai Persiani (quando la si vede in sogno) messaggio di carestia, conserva anche presso i moderni un significato negativo: sognare di comperare della canfora segnala infatti malessere, indisposizione.

CANNA

46

Significato divinatorio. Simbolo onirico dai molteplici significati, la canna indica in sé querele e insidie per il sognatore. In particolare, le canne acquatiche denotano instabilità; quelle terrestri invece, specie se vi si siede in mezzo, gioia. Tagliare delle canne assicura longevità; soffiarvi, riuscita.

La canna da pesca promette vincita; se si sogna di fabbricarla, impersona invece un uomo pericoloso e litigioso. La canna da zucchero prospetta agi, oppure sensualità e astuzia.

CANNONE

10 – 11 – 50

Significato divinatorio. Il significato onirico del cannone è quasi scontato ed equivale a guerra, rottura di equilibri e associazioni. Udirlo è indice di rovina.

CANTARE

55 – 90

Significato divinatorio. Totalmente positivo, è il sogno del canto per i moderni: viene considerato indizio di felicità e di allegria. In particolare, il canto degli uccelli promette amore, gioia, piacere; il canto di un uomo, speranza; quello di una donna, invece, lacrime. Udir cantare è segno di affari sicuri. Pregare qualcuno di farlo annuncia una vecchiaia felice. Cantare dormendo presagisce però afflizione.

CANTINA (vedi anche Sotterraneo)

3 – 6 – 56 – 77

Significato divinatorio. Collegata simbolicamente agli Inferi, a qualcosa di buio o di trascorso, la cantina indica felicità e fortuna per chi vi scende; malattia e dolore, per chi vi è rinchiuso e non trova vie di uscita; nemici innocui, per chi vede scendervi altri.

Una cantina per il vino è presagio di ottimi affari; in pietra, di un mutamento improvviso e vantaggioso e di imprese portate felicemente a termine. Una cantina di terra preannuncia invece malattia, desolazione, miseria.

Significato psicologico. In ambito psicoanalitico, il significato simbolico della cantina appare piuttosto evidente: la si collega all’inconscio, al sonno, all’infanzia.

CAPANNA

31

La capanna evidenzia il suo simbolismo esoterico soprattutto nella fiaba che la presenta come abitazione dell’orco e della strega, in mezzo alla foresta dove l’eroe vaga smarrito alla sua ricerca. La capannuccia girevole su zampe di gallina, che è la porta per l’altro mondo, l’accesso all’aldilà, svela pienamente il proprio contenuto iniziatico: è il ventre, il luogo dove l’eroe, penetrando nel mondo dei morti, “muore” per rinascere a una condizione di adulto, di essere nuovo. Esotericamente, invece, si assimila la capanna alla solitudine, alla precarietà o alla miseria (la Capanna dello zio Tom, “Due cuori e una capanna”).

Significato divinatorio. L’interpretazione oniromantica si basa su questo secondo significato: in sogno la capanna indica una vita umile e modesta, oppure travagli legali. Nel bosco, segnala fatiche e lavoro che conducono a una modesta felicità. Sognare di rifugiarsi in una capanna promette serenità e gioia dopo il dolore.

CAPELLI (vedi anche Calvizie, Pettine)

27 – 28

Come narra il mito di Sansone (che perdendo la chioma perdette il proprio potere), presso le antiche culture e ancor oggi fra le popolazioni tribali i capelli, carichi di “mana”, simboleggiano la forza magica dell’individuo e costituiscono il suo tramite con le sottili energie celesti. Tagliare una ciocca a qualcuno significa quindi acquisire su di lui potere assoluto. I Sumeri consideravano la capigliatura uno scudo protettivo contro gli spiriti maligni. I capelli rappresentavano effettivamente gli attributi magnetici dell’uomo, legati alla spiritualità se biondi, alle forze oscure e terrestri se neri. Ne è riprova il fatto che il monaco rinuncia alla propria chioma, a simboleggiare la scelta dell’ascesi. Per la donna i rituali legati al taglio e all’acconciatura dei capelli presentano spesso implicazioni nuziali, dovute all’identità matrimonio-passaggio a una nuova condizione. Nell’antica Grecia, per esempio, la sposa consacrava agli dei la propria chioma giovanile. Una particolare usanza matrimoniale, di tradizione slava, consiste nel rituale della treccia: la ragazza scioglie cioè per sempre il treccino nubilare, suddividendo d’ora in avanti le chiome in due trecce che porterà arrotolate attorno al capo, segnale (come per noi l’anello) dello status di coniugata.

Significato divinatorio. Il presagio varia a seconda dello stato della capigliatura, del suo colore, dell’acconciatura. I capelli biondi, grazie al loro simbolismo solare, sono indizio di bontà e di gioia, oltre che di fedeltà in amore; neri e crespi, di malinconia, sfortuna, morte di parenti o amici; rossi, indicano invece profitti (ottenuti però, secondo un’interpretazione più vicina alla superstizione, grazie ad atteggiamenti malvagi e falsi). Capelli castani indicano soddisfazioni; bianchi, tranquillità d’animo; brizzolati, preoccupazioni.

Capelli lunghi denotano dolcezza, forte senso dell’amicizia, rispetto; più lunghi che nella realtà, promettono ricchezza e onori alla donna, inganni e avvenire incerto agli uomini. Capelli più delicati segnalano invece povertà, dolore; grossi, perdita di amici; ben pettinati, amicizia e fine delle preoccupazioni; intrecciati, nuove relazioni; arruffati, noie, dolore e liti familiari; tinti, vanità.

Sognare di pettinarsi presagisce al sognatore l’uscita da una situazione difficile, buoni acquisti, ottimi affari; non riuscire a dividere i capelli annuncia però un processo, soprattutto se il pettine si spezza.

Sognare di strizzarsi i capelli bagnati segnala debiti o prigionia; un aumento di capelli bianchi significa incremento di onori, ma vederli imbianchire completamente è annuncio di miseria causata da parenti; farsi tagliare i capelli è indizio di un lutto familiare; vederli tagliare, di danno. Lasciarli crescere, promette, viceversa, fortuna; vederli cadere segnala perdite finanziarie; venderli, disgrazia; bruciarli, pericoli scampati; scioglierseli, dolore; lavarli, agitazione.

Vedersi calvi in sogno predice alla donna malattia, povertà; per gli uomini, al contrario è espressione di ricchezza e abbondanza; avere capelli su tutto il corpo denota pigrizia, mollezza, tradimento attuato dalla moglie del dormiente.

Significato psicologico. La psicoanalisi freudiana assimila i capelli alla virilità, e relaziona la diminuzione dell’appetito sessuale al simbolismo della calvizie.

Sognarsi calvi rivela perciò un’inconscia ansia di castrazione, risalente probabilmente alle minacce degli adulti di fronte agli atti masturbatori infantili.

CAPO (vedi anche Direttore, Testa) interpretazione sogni

34 – 36

Significato divinatorio. Sognare di essere a capo di un gruppo è indizio di noie. Vedere il proprio capo, o

parlargli, presagisce mutamento di

posizione.

Significato psicologico. Il capo nel sogno riveste la funzione della guida interiore, il Sé: è quindi l’aspetto più cosciente e responsabile dell’individuo, quello che reimmette sempre sul retto cammino, che non tollera defezioni e che per questo è talvolta vissuto come antipatico, detestabile.

CAPPELLO (vedi anche Berretto)

1 – 8 – 28 – 89

Il cappello, come la corona, è l’emblema di un ruolo, il simbolo del prestigio, l’identificazione che si trasforma in repressione quando il copricapo scende a incappucciare.

Significato divinatorio. L’interpretazione oniromantica, fedele a questo simbolismo del cappello, lo assimila, se nuovo, al prestigio, al successo; vecchio, invece, denota privazioni, danni, disonore; bello e grande, promette ricchezza. Un cappello afferrato dal vento simboleggia un guadagno che sfugge; ripulirlo denota un danno subito; metterselo indica viaggi; ma se di traverso, presagisce tribolazioni; toglierselo preconizza piaceri, divertimenti; perderlo, noie e problemi; scambiarlo, trascuratezza, noncuranza. Molti cappelli segnalano parecchie feste e quindi altrettanti conoscenti.

L’interpretazione si differenzia anche a seconda del tessuto: un cappello di velluto prospetta ricchezza agli abbienti, ricompensa ai poveri; di paglia e ornato di fiori, avventura; di materiale spregevole, un successo.

Significato psicologico. La scuola freudiana ravvisa nel cappello un simbolo genitale maschile o femminile, a seconda che appaia appuntito o cavo. Sceglierlo denoterebbe quindi un desiderio di conquista; gettarlo, problematiche connesse col corpo; perderlo, esitazioni sentimentali. La scuola junghiana lo assimila alla distinzione sociale, e lo considera il sunto dell’intera personalità dell’individuo.

CAPPONE (vedi anche Gallo) interpretazione sogni

29 – 35

Significato divinatorio. Vedere un cappone è felice presagio di eredità; venderlo, di profitti. Ucciderlo o mangiarlo fa temere invece la rovina del sognatore. Un cappone che canta significa malinconia.

CAPPOTTO (vedi anche Manto)

77 – 88

Significato divinatorio. Indossare un cappotto in sogno indica necessità di prudenza.

Significato psicologico. Il cappotto, cioè il calore, si identifica con l’amore. Sognare un cappotto troppo corto costituisce perciò un sintomo di carenza affettiva. La psicoanalisi junghiana ne relaziona la perdita al timore di smarrire la fede.

CAPRA (vedi anche Ariete)

3 – 54

Ottavo segno dell’astrologia cinese, la capra è il cocciuto, capriccioso ma generoso animale che fa dei suoi nativi confusionari e invadenti sognatori di buon cuore. La concezione della generosità caprigna è presente anche in Grecia, nel mito della capra Amaltea, la nutrice di Giove bambino, sfuggito grazie all’astuzia materna alla ferocia del padre divoratore. Occorre tuttavia considerare anche l’aspetto negativo della capra conferitole dalla caratteristica del cozzare: l’urto, l’impatto, l’indipendenza, la testardaggine.

Significato divinatorio. Negativa, tranne che in qualche caso, è l’interpretazione moderna. Possedere una capra preannuncia infatti disagi; mungerla, malattia in famiglia; macellarla, miseria. Vedere due capre combattere è indizio di contrasti con parenti. Capre al pascolo impersonano gli avversari. Essere sospinti da una capra equivale a un prossimo litigio. Le uniche eccezioni a questa connotazione negativa dell’immagine onirica sono rappresentate dalla capra bianca, che promette fortuna, e dal possesso di un grosso branco, indicante ricchezza.

CARBONE

7 – 30 – 31

In Australia, l’uccello che leggendariamente portò il fuoco agli uomini è nero, con una macchia rossa, simile cioè a un carbone ardente. Questo doppio simbolismo va sempre considerato nell’elemento onirico carbone: rosso, colore marziano dell’amore, della passione, del fuoco; nero, colore saturnino della tristezza, della povertà, della vecchiaia ma anche della terra, delle miniere, delle ricchezze sotterranee di cui sono custodi gli gnomi.

Significato divinatorio. L’interpretazione moderna si impernia su questo duplice simbolismo. Vedere del carbone significa infatti ricchezza; mangiarne danno. Un carbone ardente è presagio d’amore ma anche di vergogna e di rimproveri collegati a questioni erotiche. Spento, indica infelicità inevitabile o, a detta dei più ottimisti, una lunga assenza per affari. Il venditore di carbone impersona l’onnipotenza del marito in ambito domestico. Vederlo nel bosco fa temere un rischio di morte per incidente; vederlo vendere la propria merce preannuncia rovina. Parlargli è invece semplicemente espressione di buon cuore.

CARCERE (vedi Prigione)

CARCIOFO

8 – 46 – 54

Significato divinatorio. Come già in Artemidoro, a causa delle proprie spine e del suo gusto amaro, era segnale di dolori e di preoccupazioni, il carciofo preannuncia anche oggi pene segrete. Mangiarlo, in particolare se fritto, indica discordia e contrarietà.

CARDINALE

15 – 88

Significato divinatorio. La figura del cardinale che appare in sogno è pronostico di prossime nozze e, per chi è già coniugato, di felicità e di successi professionali.

CARDO

3 – 8 – 20

Significato divinatorio. Si tratta di una pianta spinosa dall’altrettanto spinoso significato oniromantico. Vedere un cardo indica contrarietà, litigi, tradimento; piantarlo, dolore e, di conseguenza, strapparlo, gioia, fine delle preoccupazioni. Innaffiarlo esprime ingratitudine; coglierne, stupidità e pigrizia; esserne punti, disaccordi e ingiustizie. Mangiare dei cardi è presagio di una riunione tra parenti e amici che degenererà in alterco. Distruggerli costituisce perciò un segno molto favorevole.

CARNE

47 – 49

Intrisa del simbolismo della forza e del sangue e insieme delle passioni e della sensuale materialità, la carne ha dato adito presso antichi e moderni a una moltitudine di differenti interpretazioni minutamente articolate. L’importanza simbolica della carne risale al pasto totemico (di cui l’eucarestia rappresenta l’ultimo sublimato gradino), cioè la consumazione rituale dell’animale capostipite della tribù allo scopo di assimilarne le virtù. Questa concezione ha condotto a fenomeni non infrequenti di cannibalismo sacrale, praticato soprattutto nei confronti del nemico, del quale si intendeva carpire la forza, l’astuzia e la fortuna bellica. La mitologia greca porta ancora tracce evidenti di queste usanze, soprattutto nelle vicende di bambini imbanditi agli sventurati genitori a loro insaputa. Questo atteggiamento, per noi assolutamente inconcepibile, si riflette fedelmente nella casistica onirica di Babilonesi, Assiri, Greci, con un’abbondanza di particolari così lontani dall’attuale modo di sentire e pensare da essere esclusi persino dal nostro mondo notturno.

Significato divinatorio. La carne rosea è presso i moderni simbolo di allegria, salute, trionfo sulle avversità. Nera e coriacea significa invece perdita, dolore, separazione per la donna; tradimento per l’uomo. Violetta è indice di follia; sanguinante, di felicità; putrida equivale a una richiesta di matrimonio respinta. Sognare di mangiare carne cruda segnala malattia, tristezza, delusioni sentimentali e cattive notizie in genere. (Qualcuno però, seguendo l’interpretazione gitana, vi ravvisa un indizio di protezione). Mangiarla cotta annuncia che il pericolo è scongiurato ma, in particolare, arrostita indica tentazione e peccato o felicità turbata dai ricordi; allo spiedo, guai con la legge. Se il sognatore trae grande piacere da questo cibo, avrà notevoli soddisfazioni; se, al contrario, lo consuma con disgusto, il sogno rivela un esagerato pudore. Veder preparare della carne è promessa di eredità; comprarla, di aiuti da parte di amici; cuocerla, denota sperperi; vederla gettare, disprezzo. Salarla avverte il sognatore di pensare all’avvenire. La carne di manzo rivela una necessità di fare economia; cuocerla in sogno fa temere delle pene segrete; vederla indica buoni affari. Cibarsi di carne equina significa povertà; mangiare carne di vacca promette invece salute. La carne umana prevede fortuna acquisita con mezzi illeciti.

Significato psicologico. La carne contrapposta allo spirito rappresenta il lato sensuale dell’esistenza, la corporeità. In particolare: il manzo è la personificazione di un uomo robusto e resistente; il prosciutto corrisponde alle cosce; il pollo, a un vigliacco. Nelle ossa si ravvisa l’analogia con i genitali maschili.

Interpretazione medica. Sognare la carne può rivelare affezioni dell’apparato digerente e uno stato anemico non ancora evidenziato.

CARNEVALE (vedi anche Maschera)

52 – 57

Significato divinatorio. Nel suo significato recondito il carnevale doveva costituire la festa dell’inversione dei valori, la rievocazione del caos antecedente la creazione (primavera, Pasqua), ma nell’interpretazione oniromantica ha assunto il significato di cattiva condotta.

CAROGNA

5 – 83

Significato divinatorio. Considerata di cattivo auspicio dagli autori antichi, la carogna promette secondo i moderni l’esaudimento di ogni desiderio (se di uccello) e una lunga vita felice (se di mammifero).

CAROTA

90

Significato divinatorio. La carota, che secondo l’interpretazione di Artemidoro promette vantaggi, è indizio favorevole qualora nel sogno venga consumata.

In particolare: raccoglierla ammonisce il sognatore a preoccuparsi maggiormente della famiglia; tagliarla predice separazione; offrirla in pasto al bestiame, buone speculazioni; sbucciarla, umiliazione.

Carote gialle indicano avversità, posizione sociale non mantenuta.

CARRIOLA

12 – 17

Significato divinatorio. Brutto presagio di malattia e di danno, la carriola indica, se la si trascina, pena e fatica; se si rompe, dolori di lunga durata; se scricchiola, vergogna, disonore.

CARRO

24 – 71

Il settimo arcano dei Tarocchi (il Carro) è la carta del trionfo del Sé e delle forze vitali guidate da intelligenza e volontà. Il carro solare, comune a quasi tutta la mitologia, rappresenta, nel motivo della nascita e del tramonto dell’astro, il sopravvento della luce, della verità, della chiarezza.

Significato divinatorio. I moderni gli attribuiscono oggi un buon presagio economico finanziario. Un carro trionfale denota grandi ambizioni, ma anche gelosia.

Un carro a due cavalli promette mete presto raggiunte; a sei cavalli, fortuna e rapida ascesa.

CARROZZA (vedi anche Calesse)

22 – 23

Significato divinatorio. La carrozza predice fortuna, speranza realizzata: di conseguenza il suo ribaltamento fa temere disgrazie, guai. Cadere da una carrozza vuole essere un avvertimento: è bene che il sognatore muti i propri progetti. Smontare indica perdita di denaro.

CARTA

20 – 55

Significato divinatorio. Vedere della carta è presagio di noie, seccature e in particolare, se vola per aria di speranze deluse. La carta colorata è però foriera di buone notizie; nera, di novità tristi; dipinta, di inganni; stampata, di onori; scritta, di accuse. Tagliare della carta è segnale di separazione; se però la si rompe involontariamente denota che gli affari del sognatore sono in ordine. Leggere della carta scritta è sempre pronostico di novità.

CARTE DA GIOCO

2 – 20 – 42

Significato divinatorio. Sognare un mazzo di carte è in genere cattivo indizio di perdita finanziaria, causata da persone false e intriganti. A seconda del senso, i vari semi vengono però a differenziarsi; i cuori promettono fortuna, successo; i fiori, amici, allegria; le picche: malattia, disgrazia; i quadri, dispiaceri, maldicenza.

Sognare di giocare a carte fa prevedere affari sfortunati, inganni, ammanchi di denaro; vedere altri giocare, malvagità nei confronti del sognatore. Richiedere una consultazione cartomantica, ovvero “farsi fare le carte”, è presagio di novità-segreti svelati che sarebbe però stato meglio ignorare.

CASA (vedi anche Appartamento)

5 – 71

Nelle fiabe la casa, assimilata alla capanna, appare sempre priva di finestre; ciò induce a relazionarla con i rituali iniziatici di pubertà come il luogo (il buio grembo materno) dove il ragazzo viene segregato perché, morto all’infanzia, “rinasca” adulto. Per estensione, il significato simbolico della casa passa dall’utero all’intero corpo, con l’identità tetto-testa, finestre-occhi, porta-bocca ecc.

Significato divinatorio. L’analogia casa-corpo associa il solaio alla testa, il primo piano al cuore, le finestre agli occhi, il balcone al seno, il terrazzo ai genitali, il corridoio all’apparato digerente. Una casa spaziosa, di bell’apparenza, promette di conseguenza salute, felicità, successo; misera, stallo negli affari, disturbi.

Una casa in affitto presagisce problemi, dolore. Una casa di campagna, amori illeciti; vuota, indica speranza delusa; molto rovinata, leggerezza causa di molti problemi.

Guardare una casa prevede un mutamento nell’esistenza del sognatore. Vederla costruire, felicità affettiva; farla costruire per se stessi lascia invece intravvedere imminenti guadagni e prosperità in campo commerciale o, secondo l’interpretazione rovesciata e minoritaria, per l’analogia con la tomba, malattia, danno, morte; demolirla è sinonimo di litigi col vicinato, di perdite; vederla crollare, di malattia; vederla bruciare, di cattivi affari, scandalo, povertà, danni, specialmente se il sognatore è l’agente volontario dell’incendio. Vederla pulire è buon segno: una situazione intricata si sta dipanando.

Abitare in una casa d’angolo è presentimento di prigionia. Acquistarne una prospetta perdita di amici; possederne molte, miseria; riparare la propria casa fa prevedere visite; abbandonarla, ottimi guadagni ma altrettante spese. Una casa che trema è preavviso di perdite, di processi.

Significato psicologico. È emblema di protezione e calore, e quindi della madre, del grembo, della famiglia e del corpo (in particolare, secondo la scuola freudiana, di quello femminile), ma anche dell’individualità, dell’Io in cui la finestra rappresenta la comunicazione con il mondo. In quest’ottica l’interno dell’abitazione viene a rappresentare l’intima sfera personale; l’esterno, gli atteggiamenti estroversi del soggetto; la facciata, ciò che egli mostra agli altri.

La relazione fra i vari ambienti della casa e le parti del corpo permane quasi come la tradizione la tramanda, con qualche modifica e ampliamento, ma si fa più attenta alle funzioni sessuali riproduttive e nutritive: la camera rappresenta, insieme al bagno, la vagina; la sala da pranzo, il digerente; il salotto, la coscienza; lo studio, la psiche; l’ingresso e la cucina, l’inconscio.

La scuola junghiana identifica invece i piani alti con la coscienza, la cantina con l’inconscio, la cucina con l’evoluzione psichica – perché è in questa stanza che gli alimenti grezzi vengono cucinati e trasformati. Il bagno rappresenta il luogo dove ci si libera delle colpe (le feci) e delle inibizioni.

Praticare opere di restauro significa, in ambito psicologico, lavorare sui rapporti familiari. Una casa piccola e stretta si identifica con il grembo, rivelando un desiderio regressivo. Se brucia, o appare rovinata, il sognatore avverte dei problemi a livello della personalità. Se uno sconosciuto entra in casa, rivela un lato ignorato di sé.

Interpretazione medica. Sognare il bagno denuncia, a livello patologico, problemi intestinali legati all’evacuazione. La cucina, invece, disturbi del digerente.

CASCATA

34 – 45 – 90

Significato divinatorio. La tradizione attribuisce a questa immagine onirica il significato di matrimonio fortunato.

Interpretazione medica. Secondo la medicina cinese, i sogni di cascate rivelano uno stato anemico.

CASCO

23 – 90

Significato divinatorio. Il casco promette, qualora appaia in sogno, devozione da parte di amici. Se bronzeo, rivela però problemi di salute non ancora evidenziati da sintomi.

CASSA (vedi anche Bara, Scrigno)

77 – 90

Emblema femminile del grembo e, per analogia, di morte e rinascita. L’empio Seth chiude il corpo di Osiride in una cassa per ucciderlo e poi smembrarlo, ma la moglie Iside, raccolti i resti dell’amato sparsi ovunque e racchiusili in una cassa, la vede ricoprirsi di legno e trasformarsi in un albero (la vita).

Significato divinatorio. La cassa è simbolo onirico di fierezza e successo, specialmente se lignea; il rame invece non è altrettanto fausto, e denota querele. Una cassa vuota fa temere delle noie o povertà; piena di denaro, ricchezza, segreti rivelati, progetti realizzati. La cassa da morto, per quanto macabra, costituisce un fortunato presagio di eredità. Aperta, la cassa è simbolo di tradimento. Portarla, annuncia serie difficoltà.

Significato psicologico. Simbolo di facile comprensione: il grembo, la madre, ma anche la morte, il desiderio inconscio di morte per se stesso o per qualcuno, inaccettabile alla coscienza, ma presente, probabilmente dall’età infantile, nella sfera inconscia della personalità.

CASSAFORTE

46 – 75 – 90

Significato divinatorio. I moderni attribuiscono a questa immagine uno scontato significato, costruito per analogia o per rovesciamento: quello del furto.

CASSETTONE

84

Significato divinatorio. Ottimo presagio di ricchezza e di buon matrimonio, se chi sogna vede se stesso acquistarlo. Pieno di biancheria, assicura elevazione.

Significato psicologico. Il cassettone e la credenza sono associati alla donna. Il cassetto, invece, alle ghiandole sessuali maschili.

CASTAGNA

11 – 28 – 62

Considerata anticamente come cibo adatto ai defunti, la castagna è significativa di lunga vita, di salute, di protezione. Alcune tradizioni popolari nordiche consigliano di tenerne sempre una in tasca, rinnovandola anno dopo anno come talismano di buona fortuna e amuleto contro le malattie, in particolare quelle reumatiche o da raffreddamento.

Significato divinatorio. Auspicio di gioia e di avvenire felice, le castagne assicurano, se crude, dolci speranze; cotte, allegre riunioni con parenti e amici. L’albero avvisa il sognatore circa la necessità di realizzare subito i propri progetti.

CASTELLO (vedi anche Fortezza, Palazzo)

25 – 31

È simbolo composito di casa più fortezza, che assomma quindi i significati intimistici e interiori della prima con quelli difensivi della seconda.

Collegato alla regalità e all’autorità conferitagli dalle torri e dall’elevazione della struttura, costituisce sempre un ottimo presagio.

Significato divinatorio. Vedere un castello fortificato significa protezione, virtù , se il castello è chiuso, resistenza; entrarvi, speranza, incerta, avversità inattese. Abitarvi presagisce ricchezza; vederlo bruciare, malattia o morte – ma se non si consuma indica successo. Assediarlo è indizio di vittoria sui nemici, sia fisici che spirituali.

Significato psicologico. Come forziere di tesori nascosti, il castello rappresenta in ambito psicologico la meta dei desideri infantili. Può simboleggiare anche una protezione: la donna nel suo aspetto di rocca inespugnabile, la vergine irriducibile, qualcosa di isolato e sicuro.

CATENA

34 – 43

Catene verticali, nei geroglifici egizi, sono emblema di comunicazione fra la terra e il cielo. Il significato della catena, che sia aurea o ferrea, pesante o sottilissima, è quasi sempre connesso a un legame, un rapporto inscindibile: la schiavitù, il matrimonio.

Significato divinatorio. Catene d’oro presagiscono nozze in famiglia; di ferro, una vecchiaia isolata e poco felice. Tenerle in mano è sinonimo di perdite e rovesci. Sognare di essere incatenato denota cattivi affari, afflizione, impossibilità d’azione, malinconia. Spezzarle è segno di rottura, divorzio, tormento, lento e doloroso, superamento di difficoltà attuato grazie alla tenacia e all’energia del sognatore. Portarle è indice di privazioni.

Significato psicologico. Rappresentano anche qui, inevitabilmente, il legame, la coercizione in positivo e in negativo e quindi, per i freudiani, la vita coniugale, i figli; per gli junghiani, invece, indicano le inibizioni psichiche legate a vecchi complessi irrisolti.

Interpretazione medica. L’immagine onirica della catena fa presupporre disturbi e patologie del sistema nervoso centrale, come la sclerosi a placche o il morbo di Parkinson.

CATINO

6 – 18 – 30 – 32

Significato divinatorio. È simbolo onirico di salute ed ordine nella casa. In ottone e rame, metalli di Venere, predice fedeltà, affetto; lo stesso vale per una bacinella di porcellana.

Lavarsi in un catino preannuncia che i debiti saranno presto saldati. Un catino pieno di vino assicura prosperità; d’acqua, moderazione; se però questa non viene mai impiegata, morte in famiglia.

Una bacinella vecchia sta a significare fatiche ricompensate, danneggiata, promette ottimi raccolti; vuota, ricchezza; piena, povertà. Prestare un catino denota prodigalità.

CAVALIERE (vedi anche Fantino)

3 – 89 – 90

Significato divinatorio. Vedere un cavaliere assicura prestigio, ma se questi cade il pronostico diviene sfavorevole e significa danno, ingiustizia, querela. Aiutarlo a salire in sella è promessa di felicita; se smonta, predice invece perdita di un amico.

Il cavaliere medioevale è emblema di intrighi amorosi.

Un gruppo di cavalieri lascia sperare in un successo.

CAVALLETTA

1

Significato divinatorio. Brutto presagio di preoccupazioni, inquietudine, incertezza.

CAVALLO (vedi anche Cavaliere, Galoppo, Scuderia)

25 – 51 – 68

Ha un simbolismo complesso e pluriarticolato: il cavallo come guerra-distruzione-morte, il cavallo come vigore-fecondità-regalità; c’è il cavallo-madre, come quello fatto costruire da Ulisse col ventre cavo e il cavallo nero del diavolo e delle streghe, con la criniera coperta di terrorifiche serpi. C’è il cavallo fatato delle fiabe e c’è Pegaso (il cavallo alato sorto dal capo reciso della Medusa); c’è il Centauro, mezzo uomo e mezzo cavallo e c’è il Sagittario del cerchio zodiacale, dominato da Nettuno di cui è sacro attributo. Gli Indù al tempo dei Veda sacrificavano il cavallo in un rituale complesso e suggestivo perché i re ottenessero forza ed estendessero i propri domini. Lo stesso si faceva a Roma, in onore di Marte.

Significato divinatorio. Un cavallo sano e prestante costituisce un ottimo auspicio. Montarlo assicura successo, onori, buona reputazione, avanzamenti di carriera – specialmente se si avvia attraverso luoghi impervi.

Un cavallo dalla lunga coda segnala la presenza di molti amici fedeli, che aiuteranno il sognatore nelle sue imprese. Il sogno può anche indicare, in analogia con dei lunghi capelli, una donna abile e onesta che porterà fortuna al dormiente. Anche un animale ben pasciuto allude alla figura di una buona sposa, ottima casalinga; se però la coda appare tagliata il pronostico si rovescia, traducendosi in tradimento.

Lo stesso può dirsi per l’immagine di un cavallo ossuto e macilento, sinonimo di traversie.

Il cavallo che zoppica denuncia ostacoli a programmi già definiti. Bianco, promette felicità, protezione, eredità, nozze felici; nero, una moglie bella e ricca; due cavalli neri attaccati alla carrozza racchiudono, in ogni caso, un funesto presagio di morte. Fulvo, indica il marito o promette prosperità; maculato, viaggi d’affari; pezzato, ricchezza. La morte del cavallo fornisce un avvertimento di possibilità di perdite e di lutti familiari; vederne la carcassa è l’espressione di dure fatiche.

Appropriarsi di un cavallo rubato fa temere fallimento e ingenti perdite di denaro. Tenerlo rinchiuso nella scuderia pronostica noie domestiche, affari ingarbugliati, scarsi raccolti.

Trattare dolcemente il proprio destriero lascia intendere amicizia sincera; condurlo all’abbeveratoio, buona salute. Un cavallo al trotto è presagio di sicuri benefici. Privo di sella, di dolore; a cinque zampe di fortuna. Udirlo nitrire significa forza e anche che una nuova donna sta per entrare nell’esistenza di chi sogna. Recalcitrante o imbizzarrito, è cattivo segno di disgrazia o di difficoltà. Se qualcuno si appropria della cavalcatura del sognatore contro la sua volontà, il sogno indica seduzione.

Cavalcarne uno di proprietà altrui, adulterio. Domare cavalli presagisce fortuna; essere minacciati di investimento da parte dell’animale, indica un matrimonio infelice. Possedere molti cavalli è segno di agi; acquistarli, di noie domestiche. Un cavallo che cade denota vittoria sui nemici; se stramazza al suolo, lutto. Vederlo arrestarsi assicura al sognatore che raggiungerà una posizione elevata nella vita. Picchiarlo significa prigionia; fermarlo malattia. Cavalli al pascolo esprimono tranquillità; alati, indicano spiritualità; parlanti, presagiscono morte o peggioramento di malattia. Un ronzino denuncia un calo negli affari. Un cavallo splendidamente bardato avvisa il sognatore circa un adulterio che commetterà con una donna sposata. Scorgere una giumenta cavalcata da una bella ragazza entrare in casa, pronostica un prossimo, felice matrimonio. Ma se il cavallo è privo di sella, a entrare in casa non sarà una buona moglie ma un’amante povera o una domestica inabile. Cavalcare insieme a un altro uomo promette felicità e guadagni, ma farlo con una donna è indizio di tradimenti. Cavalcare per le strade di una città promette guarigione al malato, trionfo; fuori città, vergogna e persino morte. Un cavallo attaccato a un calesse significa un buon inizio di un nuovo affare.

Significato psicologico. Secondo i freudiani, il cavallo si identifica con la libertà sessuale, con la libido, con la virilità, col padre. Gli junghiani lo assimilano all’animalità e alla vitalità: l’inconscio. Cavalli selvaggi equivalgono alle paure e agli incubi del sognatore. Scatenati o in fuga, denotano uno stato di squilibrio psichico. L’atto del cavalcare, emblema (quanto alla postura e alla ritmicità) dell’erotismo e dell’amplesso, esprime un intenso desiderio sessuale. Non riuscire a domare cavalli equivale alla paura della donna. Un cavallo mai montato allude chiaramente alla vergine. Essere cavalcati significa sentirsi oppressi, manipolati. Non avere briglie equivale a passioni incontrollate; tenervisi strettamente aggrappati, a un desiderio di autocontrollo.

CAVERNA (vedi anche Grotta)

3 – 50

Tipico simbolo iniziatico della morte mistica e del regresso allo stato embrionale, la caverna è la saturnina sede degli oracoli, delle esperienze mistiche e oniriche, delle terapie paranormali; nel malato che si recava ad Epidauro veniva indotta una sorta di sonno ipnotico, ponendolo quindi a dormire in uno stretto pertugio (analogia con la tomba) e interpretandone le visioni oniriche come diagnosi e suggerimenti terapeutici.

Significato divinatorio. Scendere in una caverna è presagio di trappole, di inganni tramati dagli amici contro chi sogna. Abitarvi (nel suo significato di gestazione) fa prevedere un mutamento di posizione; sognare di trovarvisi rinchiusi, avvertendo un’intensa sensazione di angoscia, rappresenta un incoraggiamento onirico a risolvere alcuni problemi. Tuttavia, perché il sogno sia favorevole, è necessario uscirne prima del risveglio.

Significato psicologico. La caverna è il grembo, l’utero e, come apertura della terra, la vagina nel suo aspetto fertile e terrificante: il recesso della morte. Temere la caverna equivale a una profonda paura del sesso e della follia; se nel freudismo infatti essa rappresenta tutti gli aspetti della vita sessuale, per gli junghiani è l’emblema sovrano della zona inconscia e oscura della psiche.

CAVOLO

21 – 22

Significato divinatorio. Vedere un cavolo in sogno è avviso di futuro successo e di gioia, ma mangiarlo o piantarlo promette malinconia, noia. Il cavolfiore presagisce notizie da parenti lontani. Il cavolo bianco significa prossimo matrimonio; quello nero, perdita e malattia.

CENA (vedi anche Banchetto, Mangiare, Pasto)

33 – 42 – 48 – 88

Significato divinatorio. Simboleggia la pace familiare. Una cena pubblica significa fortuna.

CENERE

69 – 88

Il mito greco vuole gli uomini sorti dalle ceneri dei Titani fulminati da Giove; la cenere viene così ad assumere, in analogia con la terra, un significato di trasformazione. Una stretta correlazione con essa è presentata dalla riduzione dei metalli allo stato nero (nigredo) dell’arte alchemica: è la fase che rappresenta la morte e il ritorno alla Grande Madre (la terra). A questi significati si è venuta ad aggiungere, col cristianesimo, una connotazione più pesante di sofferenza e di pentimento: gli eremiti si cospargevano infatti il capo di cenere, come anticamente si usava fare in caso di lutto strettissimo. La cenere rappresenta tutto ciò che resiste al fuoco, il frutto della consumazione:

lo spirito.

Significato divinatorio. Cadere nella cenere può significare rovina finanziaria; raccoglierla, eredità in vista. Spargerla è presagio di lutto imminente.

CERA

38 – 54

È la materia per eccellenza; la nota e temuta effige, la bambolina della fattura, è modellata in cera, il più vergine dei materiali, significante l’indifferenziato, l’incontaminato, in cui insufflare un’anima su cui agire magicamente.

Significato divinatorio. In generale sognare la cera promette un’unione coniugale: l’interpretazione risente però notevolmente dell’influsso del colore, tanto da stravolgere anche completamente il senso del presagio. Cera bianca significa infatti nozze, buona salute, ma anche eventuali incidenti; cera gialla, inganni, possibilità di dover assistere a un funerale; cera rossa, vendita di immobili; cera scura, appuntamento galante che si rivelerà dannoso. Veder fondere della cera è indizio di perdite finanziarie; vederla bruciare, di lutti. Impastarla può indicare un partner taciturno, poco espansivo ma di buon cuore; può costituire anche un monito a curare meglio i propri affari.

CERCHIO

19 – 20

Il cerchio è il simbolo grafico della solarità e del mondo; rappresenta perciò il ritorno all’unità primordiale, l’eternità raffigurata di sovente mediante l’immagine circolare del serpente che si morde la coda. È la perfezione e anche la protezione; prima di operare, il mago traccia tutt’attorno a sé con la punta della spada una magica circonferenza, che lo terrà fuori della portata di entità negative. Anche uno degli strumenti meditativi più efficaci impiegati nello yoga, il Mandala, è costituito da figure circolari.

Significato divinatorio. L’immagine onirica del cerchio è sempre emblema di vittoria. In particolare: un cerchio d’oro prevede una successione di beni; di ferro, vittoria sui nemici esterni e interiori. Un cerchio nero equivale a una resistenza vinta.

CEREALI (vedi anche Avena, Grano, Granoturco, Miglio, Orzo, Riso)

15 – 75

Significato divinatorio. Falciare dei cereali assicura prosperità; vederli in spighe, fortuna, grande felicità. Cereali in grande quantità sono indice di ricchezza; in piccola, di miseria.

CERO (vedi anche Candela)

6 – 77

Significato divinatorio. Un cero acceso preannuncia un matrimonio o una nascita; spento, un servizio funebre. Vederlo bruciare lentamente è presagio di buona salute; se si consuma rapidamente, denota malattia.

CERVO

12 – 47

È l’animale sacro ad Artemide ed Era, emblema, a causa della continua crescita delle corna, della rigenerazione periodica, dell’evoluzione spirituale. La femmina racchiude la valenza di una femminilità arcaica: la casta, dolce, mansueta nutrice che sa trasformarsi in cacciatrice e castratrice.

Per la ramificazione delle corna il cervo viene associato all’albero della vita; è il nemico del serpente, il messaggero degli dei, connesso al cielo e alla luce e quindi antitesi del capro, nunzio del diavolo.

Significato divinatorio. L’immagine onirica di questo animale nel bosco fa prevedere benefici, elevazione. Un cervo in corsa costituisce un ottimo pronostico per l’andamento degli affari; se però il sognatore sta vivendo una situazione amorosa, vi saranno contrasti. Ucciderlo per privarlo delle corna e della pelle promette al sognatore una eredità nell’età avanzata; può anche indicare trionfo su nemici deboli e timorosi. Essere attaccato da un cervo fa temere un matrimonio poco felice; sparargli annuncia onori, eredità che giungono da lontano.

Cervi in combattimento denotano poteri ottenuti; vederli morire, agi; tenerne uno nel giardino, sventura. Cervi in branco indicano amicizie numerose; se si accoppiano, aumenta la famiglia.

La femmina ha significato di contentezza, di profitto, di viaggi per affari; insieme ai piccoli, promette ricchezza. Uccidere una cerva è pronostico di eredità e vittoria.

CESPUGLIO

15 – 52

Significato divinatorio. In sogno i cespugli equivalgono a degli ostacoli da superare – che porteranno però, nel tempo, ricchezza e considerazione. Nascondersi dietro a un cespuglio significa pericolo imminente.

Un cespuglio verde annuncia un amore corrisposto. Strapparlo fa prevedere scopi raggiunti solo a prezzo di grossi sacrifici.

CESTO

63

L’elemento biblico di Mosè, affidato alle acque del Nilo in un cesto, presenta forti implicazioni iniziatiche con la tematica della nascita o rinascita: l’acqua (il liquido amniotico) e il cesto (il grembo). Mosè muore a una condizione profana e rinasce come capo preposto alla salvezza degli Ebrei.

Significato divinatorio. Delucidatoria appare anche l’interpretazione di questo sogno, che annuncia una nuova nascita in famiglia; il presagio viene rafforzato qualora si tratti di un cesto nuziale – messaggero di felicità senza macchia, di amore coniugale, di bella e robusta prole.

Un cesto di frutta promette piaceri amorosi; un cesto di fiori, felicità in amore, belle speranze; un cesto d’oro, abbondanza e fecondità; vuoto, solitudine e affetti non corrisposti; chiuso, segreti.

CETRIOLO

4 – 11 – 14

Significato divinatorio. Vederlo, offrirlo o cibarsene costituisce un brutto indizio di tristezza, malattia, morte, tradimento. Coltivarlo promette però una numerosa e bella figliolanza.

CHIAMARE

18 – 23 – 48

Significato divinatorio. Udir chiamare se stessi è presagio di morte; udir chiamare altri indica nemici. Chiamare qualcuno significa offese, antipatie.

CHIARORE (vedi anche Luce)

24

Significato divinatorio. Vedere un chiarore nella notte promette la soluzione di un problema o comunque buone notizie. Il chiarore lunare assicura un appuntamento amoroso.

CHIAVE

8 – 28 – 29

È lo strumento dell’impresa, del mutamento, della realizzazione; significa autorità, comando, potere: l’arcano numero due dei Tarocchi, la raffigurazione della papessa che tiene in mano le due chiavi, una argentea e l’altra aurea, ne è la comprova. Anticamente vigeva l’usanza di offrire le chiavi della città ai conquistatori. Il dio romano Giano è dotato di chiavi con cui apre e chiude tutte le porte (ianua). Troviamo lo stesso attributo in Ecate, l’aspetto infero della Luna (la dea dei crocicchi), con la connotazione di chiave del destino intero come la via scelta dall’uomo, dalle sue azioni, dai suoi propositi.

Significato divinatorio. Trovare delle chiavi è indizio di problemi risolti; prenderle prevede una lite familiare. Cercarle esprime uno stato di disordine interiore. Raccoglierle rivela scarsità di guadagni.

Significato psicologico. Forma e funzioni dell’oggetto l’associano senza equivoci all’organo genitale maschile e alla libido.

CHIESA (vedi anche Tempio)

6 – 49 – 84

Significato divinatorio. Pregare in una chiesa promette gioia. Edificarla prevede al povero fortuna procurata da una donna ricca; alla donna, nozze; alla sposa, vedovanza.

Dormirvi è segno di mutamento di condizioni. Udirsi cantare in chiesa costituisce un buon presagio di desideri realizzati; vederla bruciare annuncia una guerra, o comunque una grave disgrazia; distrutta, prospetta miseria.

Passeggiarvi nei pressi, senza entrarvi, può indicare calunnie.

Significato psicologico. Luogo di pace e rifugio, è insieme centro battesimale, cioè di iniziazione, di rinascita: è la madre, l’inconscio.

CHIOCCIOLA (vedi Lumaca)

CHIODI

16 – 18 – 80

Significato divinatorio. Vedere l’immagine onirica dei chiodi denuncia maldicenza che attenta alla reputazione di chi sogna. Mangiarne significa però che la calunnia sarà riparata. Trovare dei chiodi è ottimo presagio di speranze realizzate; batterli, di giuste decisioni, razionalità, economia, prudenza; forgiarli, di professione redditizia.

CHIRURGO (vedi anche Dottore, Medico)

21 – 31

Significato divinatorio. L’interpretazione è piuttosto scontata: significa pena, malattia, perdite finanziarie.

CIABATTA (vedi anche Pantofola)

27 – 88

Significato divinatorio. Le ciabatte, secondo la solita interpretazione rovesciata, promettono fatica a chi le infila, riposo a chi le lascia. Perderle è indice di miseria.

CIBO (vedi anche Alimenti, Mangiare)

12 – 16 – 72

Significato divinatorio. Vedere del cibo è buon auspicio per la realizzazione delle proprie speranze; mangiarlo, di vincite; prepararlo promette una prole numerosa; offrirlo, nozze imminenti. Sognare di non riuscire a mangiare rivela uno stato ipocondriaco. Assumere del cibo dal vaso da notte assicura soddisfazione.

Significato psicologico. Il cibo legato all’immagine neonatale della figura materna si identifica sempre con l’amore e con la madre; ne è riprova il fatto che le turbe affettive danno spesso adito a disturbi psichici, quali bulimia (la fame insaziabile) e anoressia (il rifiuto del cibo). Sognare di essere mangiato denota, secondo la scuola freudiana, ansie di castrazione causate da sensi di colpa.

CICALA

6 – 11 – 55

Eos, la dea dell’alba, trasformò in cicala chiacchierona e lamentosa il marito che si lagnava della propria vecchiaia. Similmente chiacchierona, ma altrettanto inconcludente, è la cicala della famosa favola, contrapposta alla laboriosa formica.

Significato divinatorio. La cicala è anche presso i moderni un infausto segno di raccolti distrutti, di dolore, perdita e infelicità; poiché la superstizione vuole che il suo canto sia funesto al malato, pronostica cattivo esito della malattia.

CICOGNA

71 – 72

In Russia e in Danimarca si tenta di attrarre le cicogne sul tetto della propria abitazione, giungendo a non accendere il riscaldamento per non scacciarle: tanta cura non troverebbe giustificazione se la cicogna non fosse l’emblema della maternità e della fecondità (da qui la classica cicogna col fagottino nel becco, sbrigativa spiegazione dei misteri della gestazione fornita un tempo ai bambini).

La cicogna era consacrata a Giunone, come simbolo della pietà filiale. Le sue grandi ali e le migrazioni annuali ne fanno anche il distintivo del viaggiatore.

Significato divinatorio. La tradizione moderna non si discosta molto dall’interpretazione di Artemidoro. L’arrivo di cicogne annuncia venuta di nemici o di tempo cattivo. Una coppia presagisce invece un matrimonio felice con molti figli.

Se la cicogna vola verso il sognatore, indica furti o imprese di dubbio esito. Una cicogna morta annuncia che il pericolo è stato evitato.

CICUTA

21 – 62

Significato divinatorio. Vedere della cicuta presagisce un’alternanza di gioia e dolore. Prenderne, per il rovesciamento dei contenuti onirici, indica salute; offrirne, morte violenta.

CIECO

12 – 41

Significato divinatorio. Vedere un cieco è indizio di un falso amico che gravita intorno al sognatore, o comunque di ostacoli ai suoi progetti.

Divenirlo costituisce secondo i moderni un presagio profondamente infausto: catastrofe, morte di parenti stretti, affetto indirizzato a una per sona indegna, tradimento, processi.

Al prigioniero, però, promette libertà; al povero, sollievo; al viaggiatore, ritorno forzato; al soldato, disfatta; al marittimo, naufragio; a chi ha perso qualcosa, vane ricerche; ai poeti, gloria; ai malati, morte.

Essere ciechi di nascita è consiglio, in sogno, di diffidare del mondo. Accompagnare un cieco indica una malattia durante un viaggio.

Significato psicologico. Il freudismo attribuisce alla cecità il significato della castrazione: Edipo, che diede il nome al celebre complesso psichico, si accecò infatti in segno di autopunizione per aver avuto inconsapevolmente rapporti con la propria madre, come un oracolo aveva predetto alla sua nascita.

CIELO

3

Significato divinatorio. Emblema della beatitudine, il cielo sereno rappresenta l’unione, il successo nelle imprese; nuvoloso, segnala ostacoli; rosso, guerra, povertà, desolazione, attacchi nemici; stellato, eredità, prole numerosa; buio, pericoli, insidie nascoste; punteggiato di fiori, verità rivelate; rischiarato dalla luna, ricchezza in aumento. Salire al cielo è indizio di onore, felicità; precipitarne, di dignità. Vedere le anime dei morti volare nel cielo assicura un’illimitata felicità.

Significato psicologico. Il cielo è sempre considerato, in quest’ambito, come la meta di un’evasione immotivata.

CIGLIA

85 – 89

Significato divinatorio. Ciglia più lunghe che nella realtà presagiscono eredità. Averle più corte che d’abitudine segnala fallimento, perdita. Sognare di esserne privo riveste un triste significato: morte di un familiare.

CIGNO

72 – 90

Legato alla regalità, a tutto ciò che ha carattere lunare e sottile, il cigno è l’emblema di una flessuosa, composta, apollinea bellezza che lo rende sacro ad Apollo e a Venere. Presso alcune popolazioni, era un tempo comune portare come talismano un becco di cigno maschio (espressione della luce – Yang – e del bene) per avere prole maschile fortunata.

Significato divinatorio. La connessione con Venere fa del cigno un presagio di matrimonio felice. Quella con Apollo potere, ricchezza, allegria, rivelazione di cose segrete – perché Apollo ha connotazioni solari e il Sole fuga tutte le ombre giungendo ovunque. Il cigno nero denota però dei turbamenti.

Se canta, il pronostico diviene molto pesante: come già Artemidoro affermava, è indice di morte. L’accoppiamento segnala lo stesso evento, ma soltanto ai poeti.

Significato psicologico. La scuola freudiana considera il cigno come espressione del desiderio sessuale o della sua sublimazione.

CILIEGIA

9 – 79

Significato divinatorio. Cogliere delle ciliege, così come mangiarle, promette gioia, belle notizie, nascita; se sono acerbe, però, il sogno sembra ammonire il dormiente a non aspirare a mete troppo elevate. Vederle cadere segnala un prossimo amore.

Ottimo presagio è anche l’albero, che assicura felicità.

Significato psicologico. Le ciliege simboleggiano, in ambito psicologico, l’avventura amorosa. Nere, indicano passioni pericolose ed esclusive.

CIMITERO

5 – 13 – 36 – 62

Significato divinatorio. La doppia interpretazione di questo simbolo onirico, così emotivamente carico, probabilmente è dovuta al differente atteggiamento degli interpreti nei confronti della morte. Se da un lato, infatti, suggerisce a chi teme la morte l’idea della malattia, dall’altra per chi la considera un fatto naturale indica prosperità. In particolare, i significati si diversificano a seconda della situazione specifica: il cimitero di campagna promette il ritorno di qualcuno pentito del proprio operato. Se il sognatore, entrandovi, scorge delle bare sanguinanti, il presagio è pessimo: rovina, catastrofe. Lo stesso vale per il mancarvi di rispetto. Pregarvi indica convalescenza di un amico. Una giornata di sole al cimitero ricorda l’affetto protettivo dei morti. Il fango preannuncia lutto. Identica interpretazione per il sogno di passarvi davanti senza entrare. Visitarlo può predire prigionia.

Significato psicologico. Emblema di pace e di eternità, il cimitero esprime il desiderio di evadere dagli affanni del quotidiano; indica anche incertezza, uno stato in cui il sognatore, bisognoso di consigli, cerca un ritorno al passato, un aiuto dalle figure scomparse, colonne portanti dell’infanzia. Il sogno del cimitero può costituire anche un sintomo di rapporti non risolti con un trapassato; un senso di colpa, un bisogno di riparare a scorrettezze compiute nei suoi riguardi, impedisce di accettarne anche a livello inconscio la scomparsa. L’immagine denota anche una profonda malinconia.

Interpretazione medica. Il sogno può rivelare disturbi, oppure costituire una reazione a uno stress.

CINESE

11 – 22 – 48

Significato divinatorio. Vedere in sogno un cinese presagisce un viaggio difficile o pericoloso.

CINGHIALE

2 – 10

Una delle incarnazioni di Visnu, il cinghiale esprime sul piano simbolico il valore e l’audacia che, spinti all’eccesso, si trasformano in irrazionalità, sfrenatezza, brutalità.

Significato divinatorio. È simbolo negativo anche presso i moderni, che lo ritengono personificazione onirica di nemici crudeli e implacabili, disgrazia. Cacciarlo denota pericolo ma, se il cinghiale corre, il rischio è evitato. Ucciderlo indica avventure pericolose, ma coronate da una possibile vittoria. Catturarlo vivo assicura protezione e gioia. Mangiarlo presagisce malattia; esserne morso, perdita finanziaria; vincerlo, trionfo.

Significato psicologico. Possiede tutte le caratteristiche dell’impulso sessuale libero, non sottomesso alla coscienza: la libido che, come il cinghiale, è sfrenata, violenta, irrazionale.

CINTURA

10 – 42 – 59

Molto articolato, il simbolismo della cintura dà adito a interpretazioni oniromantiche discordanti. Se la cintura delle Amazzoni è legata alla purezza, e quella di castità (tanto cara ai nostri gelosi progenitori) lo è alla fedeltà, la cintura di Venere, linea della mano nota a tutti i chiromanti, corrisponde alla sessualità più libera ed eccentrica. La cintura dei monaci segnala la loro umiltà e devozione; quella di salvataggio, protezione; quella di vario colore che stringe la vita dei praticanti le arti marziali, la loro potenza e preparazione fisica.

Significato divinatorio. Una cintura nuova, simbolo del vincolo stretto spontaneamente, pronostica onori, fortuna; portarla promette felicità e agiatezza, specie se è riccamente adorna. La cintura rotta, segnala dei danni; vecchia, pene e fatica; d’oro, è sinonimo di guadagni; d’argento, di nozze e piccoli vantaggi; di ferro, suggerisce l’accettazione della situazione presente, per quanto dolorosa, perché nulla vale contro le forze oscure del destino. Trovare una cintura denota fiducia; perderla, mancanza di progressi, stallo. Togliersela equivale alla liberazione da un fastidio; stringerla, come fa intendere il detto “tirare la cinghia”, a privazioni e miseria.

Interpretazione medica. Questo sogno può essere indizio di una costrizione addominale dovuta a un abbigliamento notturno inadeguato, oppure costituire il primo segnale di fermentazione intestinale, aercolite.

CIOCCOLATO

17 – 61

Significato divinatorio. Ottimo presagio di salute, prosperità, serenità familiare.

CIPOLLE

2 – 20 – 72

La cipolla (come l’aglio, suo commestibile parente) è pianta sacra a Marte e ne conserva le implicazioni di aggressività e litigiosità. L’antica farmacopea la utilizzava come stimolante e afrodisiaco, cosa che la rende proibita nella dieta di chi pratica l’ascesi, la meditazione, lo yoga.

Significato divinatorio. È un sogno che, in analogia con la lacrimazione prodotta dalle essenze volatili del bulbo, prevede un cocente dolore, affanni, lacrime. Vedere una cipolla denota rabbia. Mangiarne segnala una situazione con poche vie di uscita, rivelazione di segreti pericolosi. Odorarla indica disaccordo con un intimo amico, separazione, liti familiari.

Le cipolline, invece, presagiscono guadagni.

CIPRESSO

49 – 61 – 78 – 86

È l’albero sacro a Saturno e a Plutone, l’albero che protegge il corpo e parla di morte e resurrezione perché è posto a guardia nei cimiteri. A spiegare la ragione di questa connessione con la morte, con il lutto, con il dolore interviene il mito: Ciparisso, amico di Apollo, aveva ucciso inavvertitamente il suo amico cervo e la sua sofferenza era tanto grande da fargli chiedere agli dei la grazia di renderlo eterno. Apollo lo tramutò allora in un albero che è l’emblema stesso del dolore.

Significato divinatorio. L’immagine onirica del cipresso è triste presagio di lutto familiare, di incidente. Piantarlo indica un’imprudenza dannosa. Un giardino di cipressi significa afflizione, morte, ritardi negli affari. Quattro cipressi piantati agli angoli di una tomba assicurano un’eterna fedeltà.

CISTERNA (vedi anche Pozzo)

12 – 28 – 67

Significato divinatorio. Far costruire una cisterna è indizio di bontà, scoprirla di gradevoli notizie. Cadervi denota calunnia; attingervi acqua, tempo speso inutilmente.

CITTÀ

38 – 39

Nella Bibbia la città è sempre raffigurata come madre o sposa, vergine o prostituta: così sono definite infatti Tebe, Babilonia, Gerusalemme. La città era quindi considerata anticamente come un organismo vivo, dotato di personalità, virtù, colpe; una femmina protettiva o traditrice, nutrice o ingannevole.

Significato divinatorio. Costruire una città assicura grande felicità, specie se è turrita (qualità che vi aggiunge il presagio di imprese grandiose). Una città grande promette buone speculazioni; in rovina, fa temere invece grosse perdite. Distrutta da un terremoto o da un incendio è avviso funesto di guerra, fame, desolazione.

Significato psicologico. Come la Bibbia, anche la psicanalisi attribuisce alla città il significato di corpo femminile, di madre. Fortificata, è la vergine ambita ma difficile da conquistare. Secondo la scuola junghiana è, come la città celeste, simbolo della perfetta totalità, dell’esistenza eterna. La città può anche rappresentare la società, la collettività.

CIVETTA

50 – 61

Nelle Metamorfosi di Ovidio, Ascalafo viene trasformato in civetta da Cerere per avere divulgato il peccato di Proserpina (che aveva rotto il digiuno mangiando dei semi di melograno e condannandosi così a dover trascorrere sei mesi nell’Ade presso lo stesso Plutone da cui era stata rapita).

La civetta è l’uccello distintivo di Atene, il simbolo della saggezza, della perspicacia e della sagacia – da cui l’usanza degli studenti di qualche secolo or sono di portare una civetta impagliata come talismano durante gli esami. Nei geroglifici egizi rappresenta la morte, il freddo, la passività, perché è animale notturno dal verso sinistro.

E con questa connotazione è passata alla tradizione popolare, che la considera superstiziosamente annunciatrice di morte.

Significato divinatorio. La civetta è segnale di fastidi, eventi tristi, malattie di persone care, morte, specialmente se in sogno la si sente gridare. Ferirla è sempre indizio di lutto.

Significato psicologico. Rappresenta le forze oscure dell’inconscio, ma anche la sua intrinseca, primitiva saggezza.

COCCINELLA

59

Significato divinatorio. Come afferma anche la superstizione, la coccinella costituisce un buon pronostico di fortuna che fa sperare in un amore felice. Esserne coperti, però, segnala, nemici nascosti che causeranno dolore.

Due coccinelle che si accoppiano significano perdita di beni; molte, sono indizio di cattivo raccolto.

COCCODRILLO

11 – 17 – 26

Nei geroglifici egizi rappresenta la cattiveria, perché è aggressivo e distruttivo. Ma vivendo nel limo (terra + acqua) ne assume anche le qualità positive: forza e fecondità. Cleopatra suggeriva infatti, in uno dei suoi più celebri filtri d’amore, qualche goccia di liquido seminale di coccodrillo per incrementare fertilità e passione nel partner. La connessione col serpente e col drago lo rende anche simbolo di saggezza.

Significato divinatorio. È segno di pericolo, di dolore, causato in particolare da persone vicine. “Se vi insegue”, sostiene l’interpretazione gitana, “preannuncia l’approssimarsi di una catastrofe”. Può indicare anche un nemico potente che danneggerà il dormiente mentre si trova in viaggio.

Significato psicologico. Il coccodrillo rappresenta l’atteggiamento aggressivo, insondabile dell’inconscio collettivo.

COCOMERO

6 – 50 – 81

Significato divinatorio. Come già nell’antico Egitto, anche oggi l’immagine onirica del cocomero è indizio di inganno, orgoglio, scarse capacità, vizi, speranze mal riposte.

Significato psicologico. In quest’ambito il cocomero assume un evidente simbolismo femminile, suggerito dalla sua forma; il gonfiore lo assimila alla gravidanza e quindi alla fertilità.

CODA

59 – 78

Presso i Romani la coda era sede della forza fecondativa, tanto che veniva offerta ritualmente per la fertilità dei campi. Durante l’incoronazione, il faraone egizio si adornava la figura con una coda per uniformarsi alle divinità Horus e Osiride, che ne erano dotate.

Significato divinatorio. Viene assimilata al disonore e all’affronto, e si tratta probabilmente di un’interpretazione rovesciata oppure di una decodifica che considera l’essere animale come degradazione. Chi invece prosegue la tradizione antica attribuisce al sogno il significato di felicità, di nozze vantaggiose e di successo, proporzionalmente alla lunghezza della coda stessa. Una coda di cavallo suggerisce la speranza nell’aiuto degli amici; tagliata, indica che essi abbandoneranno il sognatore.

Significato psicologico. La scuola freudiana ravvisa nella coda una stretta corrispondenza con il fallo; questo sembrerebbe spiegarne l’impiego rituale e la connotazione attribuitale dagli antichi.

COLLANA (vedi anche Gioielli)

14 – 90

Significato divinatorio. Simbolo di un legame erotico, la collana promette avventure piacevoli. Possederla è segno di ricchezza, ma avverte il sognatore di occuparsi più attivamente dei propri interessi. Una collana d’oro fa prevedere successi, ma sognare di trovarla indica delusione. Portarne o riceverne una di pietre preziose rivela maldicenza femminile. In particolare, però, la collana d’ambra significa successo e benefici; di corallo, matrimonio felice; di diamante, grosse perdite e nemici potenti; di perle, disaccordo.

COLLEGIO (vedi anche Scuola, Studio)

8 – 9

Significato divinatorio. Stare in collegio fa prevedere perdita di salute; andarvi, pericolo di morte; condurvi dei figli, fortuna contraria.

COLLO (vedi anche Gola)

1 – 8 – 52

Significato divinatorio. Un bel collo, forte e sano, è indizio di prosperità, fidanzamento, eredità, potere. Il presagio migliora con l’aumento delle dimensioni del collo fino a significare enorme ricchezza, riuscita di grandi imprese, onore. Il collo piccolo denota stupidità; lungo e sottile, malessere. Sognare di averlo legato o strozzato è, per analogia, pessimo avviso di assoggettamento. Storto significa danno, vergogna; gonfio, povertà. L’insolita immagine di tre teste sul collo denota forza, onore, donazioni. Avere il collo tagliato dai briganti e tenersi la testa in mano annuncia perdita di figli, di parenti, di gioielli, di beni; al contrario, se la decapitazione è effettuata come punizione legalmente inflitta, prevede una liberazione da problemi e da cattivi affari, ma costituisce un segno di rovina per mercanti, fattori, finanzieri. Continuare a vivere col collo tagliato lascia sperare successo nelle imprese compiute. Tagliare il collo o il petto annuncia fortuna, piaceri. Lo stesso vale per le donne che sognano di tagliare quello del marito. Altri però, se questo implica la morte del coniuge, lo considerano segnale di pericolo, minaccia. Lavarsi il collo promette buona salute.

COLOMBA

10 – 45 – 46 – 87

È l’emblema dello Spirito Santo, l’uccello-anima per eccellenza, il simbolo della pace, della purezza, dell’amore coniugale – cosa che la rende sacra a Venere. Così come avvisò Noè, chiuso nell’arca, che il diluvio era terminato, recando nel becco un ramoscello di olivo, annuncia ai Cristiani la Pasqua, la rinascita del Cristo, che si assimila nel paganesimo al rinnovarsi della natura dopo il sonno-morte invernale.

Significato divinatorio. La colomba costituisce ottimo presagio: significa innocenza, amore, piaceri onesti e circoscritti alla cerchia familiare. Possederne una promette felicità duratura e sicurezza negli affari; e indicherebbe anche che la donna amata preferisce attendere le nozze per conoscere i misteri della sessualità. Una colomba in volo annuncia pace. La colombaia è invece indizio di dolore, nascita di un figlio che avrà breve vita.

Significato psicologico. La colomba non riveste, come gli altri uccelli, un significato sessuale; simboleggia invece la spiritualità, l’amore platonico e, come nelle arcaiche tradizioni, l’anima.

COLONNA (vedi anche Obelisco, Spina dorsale)

4 – 12

La colonna ha rivestito una grande importanza presso tutte le religioni del passato: in Israele le colonne del tempio di Salomone (Jakin e Boas, assimilate ad alberi perché costruite in legno di cedro) rappresentavano la stabilità, l’equilibrio cosmico. In Egitto prevaleva la funzione di sostegno: lo Zed è la colonna vertebrale di Osiride, l’emblema stesso della vita. Presso i Greci la colonna è essenzialmente simbolo fallico e, come attributo di Demetra, significa fertilità.

Significato divinatorio. La vista di una colonna promette prestigio, amici potenti; di molte, tutte allineate, onori, potere, elevazione. Assisterne al crollo indica perdita di amici, disgrazia. Salirvi assicura popolarità, rinnovamento; caderne, perdita di stima.

La colonna spezzata annuncia disastri.

Significato psicologico. La colonna rappresenta la forza vitale del sognatore. In Freud tende a identificarsi con l’energia sessuale, la virilità, il pene; in Jung è una funzione spirituale di equilibrio e sostegno. Sognare quattro colonne significa perciò legalità, perfetta stabilità e la colonna spezzata diviene di conseguenza emblema di impotenza per il primo, di squilibrio psichico per il secondo.

COLORI (vedi anche Bianco, Blu, Giallo, Nero, Rosso, Verde)

31 – 71 – 85

Significato divinatorio. Le macchie colorate viste in sogno, o comunque cromatismi particolari e insoliti, che rimangano impressi nella mente del dormiente, vanno interpretati a seconda della singola tinta, dotata di vibrazioni e significati differenti. L’arancione significa potenza occulta ed energia vitale; l’azzurro, spiritualità, fedeltà, libertà; il bianco, luce, espansione (lo Yang); il bruno, terra, oscurità; il giallo freddo, avarizia, invidia, gelosia; il giallo caldo e dorato, coscienza, verità (il Sole); il nero, le situazioni più cupe, segrete, la morte, la madre, gli Inferi; il rosso, sangue, fuoco, vino, collera (tunnel o corridoi rossi simboleggiano il mestruo); il verde, gioventù, speranza (gli anni verdi, i pascoli del cielo).

COLPO (vedi anche Battere, Picchiare)

8 – 43

L’atto di battere, di percuotere, costituiva anticamente un sistema per trasmettere forza vitale. Nei rituali di fertilità campestre si usava perciò fustigarsi o frustare l’effige della divinità, di solito Pan, dio itifallico per eccellenza.

Significato divinatorio. Ricevere uno o più colpi promette benessere. Assestarne significa lotta per una giusta causa. Veder colpire altri fa presagire una disgrazia. Un colpo di bastone prospetta noie, dolori; di piede, pubblica vergogna. Colpire inavvertitamente promette la riparazione dei danni provocati dallo stesso sognatore.

COLTELLO (vedi anche Pugnale, Temperino)

7 – 11 – 15

È il simbolo di vendetta ma anche di discernimento, perché separa il buono dal cattivo.

Significato divinatorio. Secondo i moderni, l’immagine onirica del coltello costituisce appunto un avvertimento a discernere, a farsi intimamente chiarezza e a misurare prudentemente le parole.

Significato psicologico. Arma d’attacco, penetrante, virile: il pene.

COMBATTERE (vedi anche Battaglia, Lotta) interpretazione sogni

28 – 29

Significato divinatorio. Vedere in sogno un combattimento è anche presso i moderni motivo di inquietudine. Parteciparvi di persona indica vergogna, ferite, e disaccordi passeggeri se il sognatore ha la meglio, definitivi se ha la peggio. Fare a pugni denuncia una situazione disperata, cattive relazioni, ferite causate da imprudenza. Combattere con la lancia denota una reputazione attaccata senza motivo.

Significato psicologico. Le prime esperienze sessuali, afferma la scuola freudiana, sono sempre legate al combattimento (pressioni, contatto di corpi, aggressività liberata); quella junghiana considera invece il sogno come manifestazione di istanze autopunitive se il sognatore è sopraffatto, aggressive se è vincitore.

Interpretazione medica. Sognare di combattere può essere risultato di un’emicrania, di un’influenza o di uno sbalzo pressorio.

COMETA (vedi anche Stella)

4 – 74

Significato divinatorio. Questo elemento divinatorio preannuncia querele, guerra, fame, disaccordo e, per chi la scorge direttamente sul proprio capo, catastrofe. Una cometa circondata di stelle è avviso della morte di una persona che si è allontanata dal microcosmo del dormiente. Vederla cadere presagisce guerra.

COMMEDIA (vedi anche Attore, Recitare, Teatro)

4 – 47

Significato divinatorio. Leggerla significa successo nelle imprese, fortuna; recitarla, false notizie; vederla recitare, buona riuscita negli affari. I commedianti avvisano il sognatore circa un inganno che dovrà subire, ma da cui potrà trarre vantaggio.

COMMIATO (vedi anche Addio, Salutare)

39

Significato divinatorio. Ricevere commiato indica un fardello da cui si è improvvisamente sollevati. A un militare annuncia le nozze; agli altri, aumento di fortuna.

COMMISSARIO (vedi anche Poliziotto) interpretazione sogni

22 – 74

Significato divinatorio. Vedere un commissario indica, come si può prevedere, protezione. Andarlo a trovare rivela un tradimento. Riceverne la visita significa paure giustificate.

COMPASSO

66 – 68

La sua stessa funzione (tracciare il cerchio, l’emblema dell’universo) lo collega alla creazione. La sua forma, che ricorda una A maiuscola, la prima lettera, ne conferma il simbolismo di principio di tutte le cose.

Significato divinatorio. Servirsi di un compasso, in analogia con questo simbolismo, assicura successo. Acquistarne uno sembra invece essere sintomo di dolore: se nuovo, di seduzione; se vecchio, di rimpianti. Un compasso rotto è sinonimo di carattere debole. Perderlo segnala invidia che nuoce al sognatore; riceverne uno in dono, maldicenza.

COMPERE (vedi anche Spesa) interpretazione sogni

6 – 47

Significato divinatorio. Fare compere pronostica fortuna, guadagni. Vedere persone intente ad acquistare invita il sognatore all’economia. L’acquisto di oggetti inusuali denuncia perdite imminenti, ma per il povero è indizio di fortuna ritrovata. Acquistare stoffa annuncia un litigio; alimenti, un ospite. Acquistare qualcosa da un amico promette vincite.

COMUNIONE

4 – 13

Significato divinatorio. Comunicarsi indica imprese fortunate, guadagni; se il sacramento è ricevuto insieme ad altri, promette felicità familiare.

CONCERTO

31 – 32

Significato divinatorio. Ascoltare un concerto assicura forza e salute; dirigerlo, grandi soddisfazioni, felicità duratura e senza ombre.

CONCHIGLIA

31 – 55

Il mito della nascita di Afrodite ne offre, tra le varie versioni, anche una particolarmente suggestiva, che vuole la dea sorgente dalle acque in una grande conchiglia.

L’associazione della conchiglia alle acque, alla nascita, alla fecondità, alla perla e alla luna, ne fa un evidente emblema di femminilità.

Significato divinatorio. La relazione della conchiglia con la dea dell’amore continua a sussistere anche nell’interpretazione dei moderni, che la considerano pronostico di matrimonio o di viaggi per mare. Una conchiglia piena (la donna gravida) promette riuscita, successo; vuota, indica invece perdita di tempo e di denaro.

Significato psicologico. Anche in quest’ambito la conchiglia si collega al grembo e simboleggia fecondità.

CONCIME (vedi anche Letame) interpretazione sogni

45 – 49

Significato divinatorio. Vedere o adoperare del concime è, come tutti i sogni di escrementi, indice di guadagni, benessere, successo.

CONFETTO (vedi anche Bomboniera)

45 – 65

Significato divinatorio. Ottimo presagio di piaceri d’amore e di consolazione.

CONGIUNTO (vedi Parente)

CONIGLIO

2 – 20

Associato alla Luna e alla magia, è l’antenato, mitico emblema, per la sua prolificità, di abbondanza e fecondità, ma anche di lussuria e viltà (“pauroso come un coniglio”). Gli Ebrei lo consideravano per questo impuro e non se ne cibavano.

Significato divinatorio. Un coniglio bianco annuncia successo, gioia, amicizia; nero, contrattempi, lutti; rossiccio, dolore. Nutrirsene significa salute; vederli accoppiare, debolezza; ucciderne, truffe, perdite, folli imprese; mangiarne, agiatezza, salute. Un coniglio che corre promette libertà.

CONIUGE (vedi Marito, Moglie, Sposa)

CONSIGLIO interpretazione sogni

17 – 31

Significato divinatorio. Fornire consigli annuncia una rottura; riceverne, ricompensa, amici fidati; chiederne, trionfo certo. Un consiglio di famiglia è triste pronostico di lutti; municipale, di querele e vane speranze; di guerra, denota ricordi penosi; di Stato, assicura protezione.

CONSULTAZIONE

23 – 67

Significato divinatorio. Consultare un medico in sogno fa temere malattia o morte; un avvocato, rovina; un oracolo, duplicità; la propria coscienza, guadagni e onore.

CONTADINO

40 – 84

Significato divinatorio. Sognare un contadino assicura un futuro felice; esserne ingannati, derisione. Un contadino che passeggia è indizio di delusione. Frequentarlo promette longevità.

CONVENTO (vedi anche Abbazia)

3 – 21

Significato divinatorio. Il convento promette un amore segreto. Vederlo significa pace; abitarvi, serenità nella vecchiaia.

COPERTA

9

Significato divinatorio. Presagio poco felice di desideri inappagati.

Significato psicologico. Indica menzogna, inganno, desiderio di coprirsi, di celare la propria personalità dietro uno schermo protettivo.

COPPA (vedi anche Bicchiere, Calice) interpretazione sogni

55 – 67 – 70

Si identifica, come le carte denotano chiaramente, col cuore. È il recipiente per eccellenza, il mitico vaso del Graal contenente il sangue di Cristo (ovvero la conoscenza suprema e il destino dell’uomo). Nelle leggende medioevali torme di cavalieri lo cercano, ma è soltanto Galaad, il più innocente e il più puro, a ritrovarlo.

Significato divinatorio. Vedere una coppa, o bervi, annuncia successo, soprattutto in campo affettivo. Romperla significa che il sognatore dovrà rinunciare alla persona amata. Comperare una coppa prevede ospiti, inviti. Riceverla in dono segnala un amico fedele. Una coppa di cristallo prospetta onori.

Significato psicologico. Il rituale nuziale degli Indù prevede che gli sposi bevano dalla stessa coppa, a simboleggiare l’unione e la reciproca fedeltà. Il significato si mantiene anche in ambito psicologico – con l’eccezione della scuola psicoanalitica, che la identifica col corpo femminile.

CORALLO

12 – 45 – 73

È la somma di diversi simboli: l’albero, l’abisso, l’acqua, e il rosso che lo collega al sangue. Secondo la leggenda, il corallo ebbe origine quando Perseo uccise Medusa: lo sguardo di Medusa aveva il potere di pietrificare qualsiasi cosa su cui si posasse e, anche dopo la decapitazione, continuò a esercitarlo perfino sulle pianticelle bagnate dal suo stesso sangue, col risultato di trasformarle in pietra. Così nacque il corallo.

Significato divinatorio. Emblema di albero-acqua-sangue, il corallo si carica dello stesso simbolismo di questi elementi: in Persia era segnale di prosperità e ricchezza. Oggi indica errori e apparenze illusorie. Il motivo di questa interpretazione risiede nel fatto che fino a un paio di secoli or sono il corallo veniva appunto considerato, per errore e superficialità, una pianta. I molluschi che si affacciano alle minuscole cavernosità del “ramo” erano scambiati per fiori. La conseguenza è intuibile: il corallo veniva a torto inserito nei compendi botanici e da ciò, forse, la moderna interpretazione del sogno.

CORDA interpretazione sogni

20 – 34

Una corda, tante corde, tutte di materia e significato differenti, il cordone ombelicale, il cordone d’argento degli occultisti, il cordone che cinge la vita del monaco. In Egitto, annodarlo, significava nozze, e tutt’ora

la corda rappresenta un legame pressoché inscindibile e non sempre gradevole.

Significato divinatorio. Vedere una corda in sogno significa imbarazzo, fatica, esperienza spiacevole; rotta indica grandezza, potenza. Comperarla è indizio di guai finanziari, passibili però di miglioramento. Venderne prevede cattive proposte.

Significato psicologico. Chiaro emblema di attaccamento nevrotico alla madre, rifiuto di accedere alla condizione di adulto.

CORNA interpretazione sogni

9 – 85

Non è raro incontrare, specialmente nel Sud, persone che portano come amuleto un piccolo cornetto d’oro o di corallo: la sua analogia con la cornucopia, il corno dell’abbondanza, ne fa per alcuni un portafortuna. In Egitto le corna, legate alla falce lunare, convogliavano le divine influenze di Iside e Hathor (la dea-vacca) ed erano per questo ritenute sacre. Presso i Galli, che se ne ornavano l’elmo, simboleggiavano la conquista, il potere, la forza. Gli Ebrei conservavano una strana usanza: il condannato che riuscisse a toccare le corna poste sopra a un altare vigilato, veniva graziato. Anche il corno, come molti elementi onirici, risente di un doppio simbolismo: da un lato la forma allungata lo rende emblema della virilità, dell’energia fecondante maschile; ma d’altra parte la cavità lo assimila alla femmina, al grembo. Rappresenta quindi la perfetta unione dei sessi, la compenetrazione di Yin-Yang, presupposto dell’equilibrio universale. La bassa tradizione popolare ha attribuito alle corna anche una connotazione negativa, identificando il marito tradito con il becco, l’animale cornuto.

Significato divinatorio. È proprio quest’ultimo significato a determinare la connotazione negativa attribuita dai moderni a questo sogno, che in genere significa delusioni d’amore. Vedere corna sul capo altrui denota brutte sorprese, danno; sul proprio, truffe. Come affermavano gli antichi, le corna possono annunciare morte violenta ma anche, in linea col loro simbolismo, grandezza e potenza. Un uomo dotato di corna corrisponde a un pericolo per persone o beni. Lo stesso vale per chi sogni di tenerle in mano. Corna di bue o di capra denotano collera, orgoglio, temerarietà.

CORNAMUSA

60 – 76

Significato divinatorio. Ottimo presagio. La cornamusa indica infatti che un bambino malato recupererà le forze. Udirla suonare fa temere invece che le speranze del sognatore saranno deluse.

CORNICE

4 – 10 – 17

Significato divinatorio. La cornice è promessa di felicità coniugale.

CORONA

46 – 55 – 77

È l’oggetto che segna la sommità e, per estensione, la vetta di tutte le qualità del potere: la regalità, la solarità. La sua posizione elevata e la forma circolare la pongono in relazione col divino. L’incoronazione viene così ad assumere quel carattere sacrale che spiega la simbolica identificazione del sovrano con la divinità, politicamente abusata dalle monarchie assolute. La corona, come conferma la locuzione “coronare un’impresa”, è anche attributo di riuscita, successo.

Significato divinatorio. Portare una corona è augurio di contentezza e prosperità; di spine, prevede fatica; aurea, dignità e doni; d’argento, economia; di diamanti, falsità; di fiori, serenità. Vedere una corona (che la psicoanalisi identifica colla vagina) segnala tentazioni.

CORPO interpretazione sogni

3 – 33 – 64

In Cina la parte superiore del corpo è collegata al cielo, quella inferiore alla terra. In India vedere il proprio corpo insanguinato è presagio di longevità, perché il sangue è emblema di forza.

Significato divinatorio. Il corpo robusto denota autorità. Vederne cadere uno è presagio infausto. Un corpo di uomo significa coraggio, riuscita; di donna, maldicenza.

Significato psicologico. Riveste tutto il simbolismo delle sue parti costitutive, ma nel suo insieme vuol significare l’individuo, l’ego.

Il lato destro rappresenta l’integrità, la razionalità; il sinistro gli istinti, le tendenze peccaminose. Per la scuola freudiana gli organi appuntiti e tutte le appendici sono immagine del pene; le cavità e gli orifizi, della vagina e dell’ano; le secrezioni, dello sperma.

CORRERE

4 – 20

Significato divinatorio. Correre velocemente promette, secondo le moderne chiavi, denaro, crescita dei beni; se però il sognatore sta fuggendo da qualcuno, significa furto, sconfitta. Rincorrere un nemico denota viltà; sorpassare qualcuno, longevità; raggiungere la meta, imprese riuscite. Vedere uomini correre fa prevedere dei litigi. Non riuscire a farlo prevede successo contrastato ma non impossibile, problemi connessi con la salute. Ruzzolare correndo è indizio di desideri ostacolati. Correre a cavallo segnala vanità, errori e, secondo altre interpretazioni, buona fortuna; per il malato, costituisce però sempre un presagio infausto. Correre in macchina consiglia più ordine e

severità.

Significato psicologico. La corsa in ambito psicoanalitico equivale a una fuga, a un desiderio di amplesso, perché il movimento accompagna sempre il piacere erotico.

Il sogno sembra alludere anche al rapporto di rivalità inconscia intercorrente tra padre e figlio e tra madre e figlia.

Interpretazione medica. La corsa onirica denota disturbi respiratori: sognare di correre agevolmente senza fatica è invece comune in chi fa abuso di alcolici.

CORRIDOIO

18 – 74

Significato divinatorio. La visione notturna di un corridoio promette sicura riuscita.

Significato psicologico. Il freudismo identifica il corridoio con il canale vaginale, e assimila il percorrerlo all’atto della nascita.

CORTILE (vedi anche Giardino)

19 – 77

Significato divinatorio. Il cortile rappresenta un sicuro pronostico di felicità affettiva e di matrimonio completato da una numerosa prole.

Vuoto, segnala una perdita di denaro.

CORVO interpretazione sogni

74

È l’uccello maleducato che, inviato da Noè a esplorare la terra riemersa dopo il diluvio, non tornò perché troppo intento a banchettare con i resti dei cadaveri. Pare poi che anche presso i Greci si fosse comportato male se Apollo, per punizione, ne tramutò il piumaggio da bianco in nero. Nell’iconografia cristiana è, insieme al serpente, al drago, al capro e al cavallo nero, uno degli animali che rappresentano il diavolo. Ma a rendergli giustizia intervengono le connotazioni più positive attribuitegli da altre culture: nero come la notte e come la terra, è simbolo materno. Il volo ne fa anche uno dei messaggeri degli dei e un demiurgo che, narrano i Pellirosse, reca agli uomini il Sole e la Luna, l’acqua e il fuoco. Il ruolo di intermediario tra i due mondi appare evidente nelle saghe nordiche: Odino possiede due corvi, Hughian e Munina, che hanno come compito di riportargli le notizie; la sua voce gracchiante prevede il futuro, perché in lui vive l’animo dei re sacrificati ritualmente dagli antichi. È il primo degli elementi imperiali cinesi; raffigurato a tre zampe dietro al disco del Sole, a simbolo dell’isolamento di chi vive su piani superiori. Col tempo la sua negatività ha finito per annullarsi anche all’interno della tradizione cristiana. A Montecassino, infatti, i monaci nutrono i corvi perché la leggenda vuole che questo nero emblema del demonio non abbia esitato a salvare san Benedetto strappandogli di mano un pane avvelenato. Il suo tenace attaccamento alla compagna, che mantiene saldo fino alla morte, gli attribuisce un simbolismo di fedeltà e di tenacia. La cornacchia è invece associata alla figura negativa della strega.

Significato divinatorio. Udire o veder volare un corvo denota rimpianti, tristezza, pena; se vola sopra il capo del sognatore la negatività si accentua: il sogno indica in questo caso pericoli, perdita; lo stesso se vola attorno alla casa: presto ci sarà un funerale.

Dargli la caccia annuncia ricchezza, buoni raccolti. Lo stesso si può dire per l’immagine di un corvo morto. Un corvo parlante auspica la risoluzione di problemi, ma il sognatore dovrà fare affidamento unicamente sulle proprie forze. Se è intento a cacciare, denota angoscia.

Molti corvi insieme predicono paure, carestia. Vederli durante l’accoppiamento, disgrazie, sfortuna. Sognare che il proprio marito si trasformi in corvo fa temere grandi dolori. Scacciare un corvo denuncia la scoperta di una truffa: il marito avrà molto da rimproverarsi; la moglie vivrà un pericolo penoso.

Significato psicologico. L’uccello che sorvola i campi di battaglia in cerca di cibo è divenuto anche in ambito psicologico segnale di morte, messaggero di sciagure. Il freudiano vi ravvisa l’aspetto ostile dell’immagine paterna.

COSCIA (vedi anche Gamba)

41 – 42

Significato divinatorio. Belle, bianche cosce promettono gioia; ben proporzionate (in analogia col segno del Sagittario, cui corrispondono secondo la suddivisione astrologica del corpo umano) significano estero, viaggi. Cosce più grosse che nella realtà assicurano profitti, onore, felicità; più magre, vedovanza, perdita di un figlio. Piegate, indicano progetti e desideri irrealizzabili, dolori causati da un parente; rotte, matrimonio con uno straniero, vita trascorsa lontano dalla patria.

COSTOLA

18 – 28

Significato divinatorio. Come narra la Bibbia, che vuole Eva nata da un osso del torace di Adamo, le costole alte rappresentano il coniuge, quelle basse la famiglia.

Forti, e più larghe che nella norma, significano perciò fortuna coniugale, felicità familiare; rotte, litigi fra amanti seguiti però da pentimento. Rompere le costole a un parente assicura buoni affari.

COSTRUIRE interpretazione sogni

14 – 50

Significato divinatorio. Sognare di costruire, o di vederlo fare, significa abbondanza, rapidi mutamenti.

Costruire grandi edifici svela progetti grandiosi; piccole case, noie, perdite, malattia di parenti o amici.

Costruire una tomba promette un amore fedele ed eterno; una chiesa, o un altare, fa invece temere grave pericolo per il sognatore.

COTONE (vedi anche Stoffa)

22

Significato divinatorio. Vedere del cotone in balle è presagio di difficoltà negli affari e di problemi domestici; filato, pronostica lavoro; in ovatta, falsità, tradimenti.

COVONI (vedi anche Grano)

3 – 80

Significato divinatorio. L’immagine onirica dei covoni è emblema di fecondità e lascia sperare in un futuro felice; legarli, in una vincita; trebbiarli, in un invito.

CRANIO (vedi anche Ossa, Testa)

33 – 51

Significato divinatorio. In sogno, il cranio promette imprese fortunate; spezzato, denota preoccupazioni e perdite.

CRAVATTA interpretazione sogni

3 – 6 – 90

Significato divinatorio. La cravatta è indice di debiti.

Annodarla può rivelare un inizio di tonsillite; allentarla, di guadagno.

Significato psicologico. È emblema di virilità, ma anche di schiavitù.

CRISTALLO

90

È materia per la durezza e per la simmetria dei suoi compatti cristalli; è non-materia per la trasparenza e la purezza: rappresenta la coincidenza degli opposti. È il minerale lunare, magico, degli specchi fatati e della sfera, dotato di poteri ipnotici, induttore di veggenza. È la pietra che accende il fuoco per rifrazione solare, e che gli Sciamani si introducono nel corpo per acquisire la facoltà di uscire da questa dimensione e accedere agli Inferi, al regno dei morti e a quello degli Dei.

Significato divinatorio. Visto in sogno, il cristallo presagisce vittoria sui nemici, nuove conoscenze.

CROCE

30 – 34

La croce esisteva come simbolo esoterico già molto prima dell’avvento del Cristianesimo. Gli Ebrei la collegavano all’albero della vita; gli Egizi vedevano nell’Ahkh una promessa di salute e di felicità; la croce uncinata, o svastica, degli Indù rappresentava la ruota solare, l’eternità. A causa del materiale facilmente combustibile che la costituisce, la croce simboleggia la fiamma e il fuoco, ma contemporaneamente è l’asse del mondo, la scala attraverso cui le anime salgono al cielo, il tramite tra umano e divino, la verticalità.

Considerata come la convergenza dei quattro punti cardinali, la croce può essere definita anche come una totalità, la perfezione, il centro.

Significato divinatorio. Portare la croce ha significato onirico di calunnia; vederla portare, di lutto. Una croce caduta annuncia il termine delle tribolazioni; una croce sulla strada, belle notizie, lieto messaggio.

La croce al valore è prevedibile indizio d’onore; di ferro, assicura protezione.

Assistere a una crocifissione denota speranze inutili e cattivi raccolti.

CROCEROSSINA (vedi Infermiera)

CUCCHIAIO

26 – 38

Significato divinatorio. Cucchiai d’argento, oro, legno o ferro rivelano malattie epidemiche, perdita di beni: grandi prove cui il sognatore sarà sottoposto.

CUCINA

50 – 58

È la fucina della donna, il suo dominio, il luogo dove il fuoco opera sugli elementi una sottile alchimia, un’irreversibile trasformazione.

Significato divinatorio. Regno femminile, la cucina non poteva significare che pettegolezzo, maldicenza. Cucinarvi, poiché il cibo è assimilato all’amore, promette rapporti sereni in famiglia, affetto.

Significato psicologico. Cucinare significa trasformare la materia; nell’interpretazione psicologica, la cucina corrisponde perciò all’inconscio, al luogo dove avvengono i grandi mutamenti e le più significative trasformazioni dell’individuo. È anche emblema di vita familiare, di amore.

CUCIRE (vedi anche Ago)

16

Significato divinatorio. Probabilmente in assonanza con l’antica abitudine di prepararsi una cospicua dote, cucire rappresenta un indizio di ricchezza. Pungersi presagisce un fidanzamento. Non riuscire a terminare il lavoro denota nuove avventure sentimentali e, per i coniugi, disaccordo.

Significato psicologico. La scuola freudiana identifica l’ago, appuntito e penetrante, col pene; la stoffa, con la vagina. L’interpretazione dell’atto di cucire ne risulta automaticamente: l’amplesso.

CULLA

13 – 16

Significato divinatorio. Emblema del seno materno, la culla promette in sogno un imminente matrimonio. Se vi è deposto un bimbo, significa fecondità.

CUOCERE

19

Significato divinatorio. Vedere qualcosa che bolle in pentola rappresenta un avvertimento onirico di sistemare gli affari familiari. Cuocere il pane denota responsabilità; una focaccia, gravidanza per la donna, calunnia per l’uomo.

CUORE interpretazione sogni

1 – 14 – 89

Fra i sette chakra, nodi energetici della tradizione yogica, Anahata, il centro sottile del cuore, è il quarto, quello di mezzo, anticamente sede dell’intelletto, solo in seguito dell’affettività. Anche in Egitto il cuore rappresentava il vaso della conoscenza, unico organo lasciato dopo la mummificazione al defunto, pesato e valutato da Anubi, giudice dell’Aldilà. Il cuore rappresenta il centro dell’uomo, il suo sole interiore, il fuoco dei suoi sentimenti e delle passioni. Dal cuore di Zagreo crudelmente strappato rinasce Dioniso: contiene quindi l’emblema della vita stessa, il seme della rinascita.

Significato divinatorio. Vedere un cuore prevede sacrificio; a pezzi, abbandono; sanguinante, mortificazione; sofferente, malattia; più grande che nel reale, felicità, successo, longevità.

Esserne sprovvisto o perderlo significa rischio di morte, trionfo di nemici estremamente pericolosi. Per la donna il cuore incarna la figura del marito.

interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni interpretazione sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *