Non è autunno senza Castagne….buonissime,e fanno (stra) bene!

castagne

Fino a qualche decennio fa le castagne rappresentavano la base dell‘alimentazione quotidiana delle popolazioni di montagna, note per la loro robustezza, vigore e forza, e in seguito, con l’arrivo del “benessere” il loro utilizzo è stato ridotto di molto a favore di prodotti più raffinati.

In tempi passati i nobili erano soliti conservare le castagne dopo averle bollite nel vino bianco.

Per scartare da subito le castagne non buone si possono mettere a bagno nell’acqua per circa un’ora, quelle che verranno a galla si possono scartare in quanto sicuramente “fallate”.

Per schiarire le macchie della pelle si consiglia di far bollire le castagne e di schiacciarle poi come per il purè aggiungendovi del succo di limone; applicate il tutto sulle macchie per una ventina di minuti.

Esistono due tipi di castagne secche: uno morbido che può essere consumato nell’immediato ed uno duro che necessita di essere messo in ammollo per circa una mezz’oretta prima di essere consumato.

Il legno del castagno, è compatto ed elastico, grazie a queste proprietà è usato nella costruzione di botti e pali.

L’acqua di cottura delle castagne può essere utilizzata sui capelli biondi dopo il lavaggio per esaltarne i riflessi.

 

Delizie di CastagneDelizie di Castagne
Dolcificate solo con frutta fresca e sciroppo d’agave

Compralo su il Giardino dei Libri

Gluten Free - Pennette di Castagna BioGluten Free – Pennette di Castagna Bio
Trafilata al bronzo ed essiccata a bassa temperatura

Compralo su il Giardino dei Libri

Tisana Magica Gr. 30Tisana Magica Gr. 30
Compralo su il Giardino dei Libri

 

L’infuso di foglie di castagno è ottimo per gargarismi in caso di infiammazione della gola e della bocca.

Con le castagne si prepara un ottima farina che può essere utilizzata per preparare pane, ciambelle, polenta, frittelle e torte.

Il buon contenuto di rame può aiutare a prevenire il precoce ingrigimento dei capelli.

Premettiamo che le castagne non contengono glutine e sono quindi consumabili da tutte le persone intolleranti o celiache.

Le castagne sono molto digeribili e sono consigliate in casi di anemia e inappetenza; grazie all’abbondante presenza di fibre sono molto utili per la funzionalità dell’intestino. 

Essendo ricche di minerali le castagne sono particolarmente indicate per chi soffre di stanchezza cronica, per chi deve riprendere le forze dopo l’influenza e per bambini ed anziani; il potassio è utile per rinforzare i muscoli, il fosforo collabora alla costituzione del tessuto nervoso, lo zolfo è antisettico  e disinfettante, il sodio è utile alla digestione, il magnesio agisce sulla rigenerazione dei nervi.

Grazie alla presenza di vitamina B e di fosforo, le castagne contribuiscono al mantenimento dell’equilibrio nervoso e, grazie alla presenza di zuccheri, possono costituire un alimento alternativo per i bambini allergici al latte.

Le castagne sono anche un frutto ricco di vitamina C che sappiamo avere proprietà antiossidanti molto utili alla salute dell’organismo. La vitamina C è molto utile anche per la formazione di collagene, una proteina responsabile dell’elasticità dei nostri tessuti, la pelle in particolare; una maggior produzione di collagene equivale ad una pelle più elastica, meno rughe e quindi aspetto più giovanile. Un’altra proprietà della vitamina C è il rafforzamento del sistema immunitario rendendoci più forti di fronte alle infezioni; inoltre la vitamina C contrasta l’attività dei radicali liberi che come sappiamo tendono ad ossidare le cellule del nostro organismo .

La vitamina B9 è utile per la sintesi del DNA e per la produzione di globuli rossi; il consumo di alimenti ricchi di questa vitamina durante la gravidanza protegge il feto da alcune gravi patologie.

Le castagne hanno un alto contenuto di carboidrati, per questo motivo sono un alimento molto indicato per calmare la fame e dare un senso di sazietà. A causa di queste proprietà nutritive si potrebbe pensare che questo frutto sia un alimento che faccia ingrassare, ma in realtà le castagne contengono pochi grassi, molta acqua ed il loro apporto calorico non è molto alto; per questi motivi le castagne possono essere introdotte nella nostra dieta senza problemi per quanto riguarda il controllo del peso.

Le castagne possono essere consumate arrostite , bollite(ad esempio  con cannella o zenzero)  e crèpe (acqua e farina di castagne: facilissime da fare per una colazione energetica). Comunque si scelga di mangiarle, andrebbero consumate come portata principale del pasto, accompagnate da verdure crude e cotte possibilmente evitando l’associazione con altri carboidrati e con le proteine. Infatti l’errata abitudine di mangiarle al termine di un pranzo/cena porta spesso a senso di pesantezza o a quel fastidioso senso di gonfiore (per eccesso di fermentazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *