L’asma si può curare con una dieta corretta! Lo conferma la scienza…

curare-asma-con-la-dieta

L’asma è una malattia infiammatoria caratterizzata da attacchi ricorrenti durante i quali le vie respiratorie si restringono e si gonfiano, causando fiato corto, affanno e tosse.

Può manifestarsi a qualunque età, ma in genere insorge durante l’infanzia. È una delle patologie croniche più comuni fra i bambini e si diffonde sempre di più con il passare degli anni. Negli Stati Uniti colpisce venticinque milioni di persone, tra cui sette milioni di bambini.

Cosa dice la scienza?

Di recente uno studio rivoluzionario ha dimostrato che i tassi di asma variano di molto da un Paese all’altro.

L’International Study of Asthma and Allergies in Childhood (Studio internazionale sull’asma e le allergie nell’infanzia) ha seguito negli anni oltre un milione di bambini in quasi cento Paesi, il che lo rende il più completo mai realizzato su questa malattia.

La ricerca ha rilevato variazioni da venti a sessanta volte nella presenza di asma, allergie ed eczemi.

Perché l’incidenza delle rinocongiuntiviti (occhi infiammati e naso che cola) spaziava dall’1% dei bambini di alcune zone dell’India al 45% altrove?

Se da un lato fattori quali l’inquinamento atmosferico o il fumo possono avere il loro peso, le associazioni più significative non riguardavano ciò che accadeva nei polmoni dei bambini, ma nelle loro pance.

Quel che mangiamo può far venire l’asma?

Gli adolescenti che vivevano in zone in cui si consumavano più cibi ricchi di amido, cereali, verdure e frutta a guscio avevano probabilità molto minori di manifestare sintomi cronici di affanno, rinocongiuntiviti allergiche ed eczemi da allergia.

I ragazzi e le ragazze che assumevano due o più porzioni di verdura al giorno avevano solo la metà delle probabilità di soffrire di asma allergica.

 In generale, è stato provato che l’incidenza dell’asma e dei sintomi di insufficienza respiratoria è inferiore nelle popolazioni che mangiano più cibi di origine vegetale.

Gli alimenti di origine animale sono stati collegati a un maggiore rischio di asma.

Uno studio condotto su oltre centomila indiani adulti ha scoperto che chi mangiava carne ogni giorno, e persino di tanto in tanto, aveva molte più probabilità di soffrire di asma rispetto a chi non mangiava mai carne né uova.

Un ulteriore studio ha affermato che anche le uova (e le bibite gassate) sono state associate agli attacchi di asma nei bambini e a sintomi di insufficienza respiratoria quali affanno, fiato corto e tosse provocata dall’attività fisica. È stato dimostrato che eliminare uova e latticini dalla dieta migliora la funzione polmonare dei bambini asmatici in sole otto settimane.

Perchè determinati alimenti creano problemi respiratori?

Il modo in cui la dieta influisce sull’infiammazione delle vie respiratorie può avere a che fare con il sottile strato di fluido che costituisce l’interfaccia tra le pareti del tratto respiratorio e l’aria esterna.

Grazie agli antiossidanti contenuti nella frutta e nella verdura che mangiamo, tale fluido agisce come prima linea difensiva contro i radicali liberi che favoriscono l’ipersensibilità, la contrazione e la produzione di muco delle vie respiratorie dei soggetti asmatici.

I sottoprodotti dell’ossidazione possono essere rilevati nel respiro e diminuiscono in maniera significativa se si adotta una dieta più orientata agli alimenti di origine vegetale.

Se gli asmatici mangiano meno frutta e verdura, la loro funzione polmonare peggiora?

I ricercatori australiani hanno cercato di eliminare questi cibi dalla dieta dei pazienti asmatici per scoprire che cosa sarebbe successo.

Nel giro di due settimane, i sintomi dell’asma sono molto peggiorati.

È interessante notare che la dieta con poca frutta e verdura adottata in questa ricerca – cioè non più di una porzione di frutta e due di verdura al giorno – è il tipico regime alimentare occidentale.

In altre parole, la dieta usata in via sperimentale per indebolire la funzione polmonare dei pazienti e peggiorare la loro asma corrispondeva di fatto alla dieta americana standard.

Sarebbe invece possibile guarire l’asma aggiungendo frutta e verdura alla dieta?

I ricercatori hanno ripetuto l’esperimento, ma stavolta hanno aumentato il consumo di frutta e verdura portandolo a sette porzioni al giorno.

Il semplice fatto di aggiungere qualche alimento di origine vegetale alla dieta quotidiana ha portato a una drastica riduzione (pari alla metà) del tasso di esacerbazione dell’asma nei soggetti esaminati.

Questo è quanto riesce a fare una dieta sana.

Se il segreto sta negli antiossidanti, perché non limitarsi ad assumere un integratore?

Dopotutto, ingoiare una pillola è più facile che mangiare una mela. Il motivo è semplice: pare che gli integratori non funzionino.

Le ricerche hanno ripetutamente dimostrato che gli integratori a base di antiossidanti non producono effetti positivi sulle malattie o le allergie respiratorie, evidenziando il fatto che l’assunzione di cibi integrali è molto più efficace di quella di componenti isolate o di estratti sotto forma di compressa.

Ad esempio, l’Harvard Nurses’ Health Study ha scoperto che le donne che seguivano una dieta ricca di frutta a guscio, che contiene vitamina E, avevano circa la metà delle probabilità di contrarre l’asma rispetto a quelle che non la seguivano, mentre coloro che prendevano vitamina E in pillole non ne traevano alcun beneficio.

Chi pensate che se la sia cavata meglio? Il gruppo di pazienti asmatici che ha mangiato sette porzioni di frutta e verdura al giorno o quello che ne ha assunte tre insieme a quindici «porzioni equivalenti» sotto forma di pillole?

Di fatto, è stato dimostrato che le pillole non hanno portato alcun vantaggio.

Il miglioramento della funzione polmonare e dell’asma si è riscontrato solamente quando i pazienti hanno aumentato l’assunzione di frutta e verdure vere, il che evidentemente suggerisce che il consumo di cibi integrali è fondamentale.

L’asma si può curare seguendo una dieta esclusivamente vegetale!

Se aggiungere qualche porzione giornaliera di frutta e verdura può produrre un effetto così significativo, cosa accadrebbe nel caso in cui gli asmatici si sottoponessero a una dieta composta esclusivamente di prodotti di origine vegetale?

Alcuni ricercatori svedesi hanno deciso di testare un’alimentazione del genere su un gruppo di asmatici gravi che non miglioravano nonostante le migliori terapie mediche:

trentacinque soggetti con asma di lunga data, certificata dai medici venti dei quali erano stati ricoverati in ospedale per gravi crisi respiratorie nei due anni precedenti.

Uno di questi pazienti era stato sottoposto a infusione intravenosa d’emergenza per un totale di ventitré volte, mentre un altro aveva dichiarato di essere stato ricoverato più di cento volte e un altro ancora aveva subito un arresto cardiaco in seguito a un attacco d’asma e aveva dovuto essere rianimato e attaccato a un respiratore.

Si trattava di casi piuttosto gravi.

Dei ventiquattro pazienti che hanno rispettato la dieta a base di prodotti di origine vegetale, il 70% è migliorato nel giro di quattro mesi e il 90% nel giro di un anno.

E si trattava di soggetti che non avevano sperimentato alcun miglioramento nell’anno precedente al cambiamento di regime alimentare.

Entro un solo anno dall’inizio di una dieta sana, tutti i pazienti tranne due hanno potuto ridurre le dosi di medicinali contro l’asma o smettere completamente di prendere steroidi e altri farmaci. I valori delle misurazioni oggettive, come la funzionalità polmonare e le capacità fisiche sotto sforzo, sono migliorati; inoltre, dal punto di vista soggettivo, alcuni pazienti hanno dichiarato che il beneficio era tale che gli sembrava di avere iniziato «una nuova vita».

In conclusione, cosa puoi fare per l’asma?

Se anche voi siete tra i milioni di persone che soffrono di malattie polmonari, smettere di fumare e cambiare alimentazione può ancora fare la differenza.

Non è mai troppo tardi per iniziare a vivere e a mangiare in modo più sano.

Il potere di autoguarigione del corpo umano è incredibile, ma l’organismo ha bisogno del vostro aiuto.

Mangiando cibi che contengono composti in grado di combattere il cancro e grandi quantità di frutta e verdura ricchi di antiossidanti, potete rafforzare le vostre difese e respirare meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *