Vergine e Gemelli: sono segni compatibili?

Vergine-Gemelli

Le informazioni presenti nell’articolo sono state tratte dal libro di Chiara Bertrand – Amore e segni zodiacali

È un’accoppiata piena di interrogativi, quella tra due segni così simili eppure così diversi. Ambedue segni Mobili governati da Mercurio, possiedono un “cervello fino”, un penetrante senso critico e una lingua altrettanto pungente. Tra loro la simpatia nasce immediata, sul filo di sottili provocazioni verbali, di pungolanti sfide intellettuali: dopo aver visto un film o uno spettacolo, dopo aver letto lo stesso libro, possono passare ore a discuterci su, così come si divertono un mondo a prendere in giro il prossimo.

Insomma, niente a che vedere con la passione (debolezza a cui nessuno dei due è soggetto): si tratta invece di un intreccio di pensieri, idee e giudizi che per loro risulta molto più eccitante dell’esibizione di curve femminili e muscoli maschili. Ma questo comune denominatore non impedisce che i due abbiano caratteri assai differenti: sempre alla ricerca della novità, i Gemelli si disperdono in mille direzioni, esprimono la loro inquietudine intima assumendo ruoli sempre diversi; al contrario la Vergine, consapevole delle sue insicurezze, cerca appoggio nei fatti concreti, costruendosi un mondo lindo e ordinato in cui non corre il rischio di smarrirsi.

È dunque pressoché scontato che la disordinata estrosità dei Gemelli riesca estremamente sgradevole alla metodica Vergine, che viene presa dal panico in ogni situazione che sfugge al suo controllo; allo stesso modo, i Gemelli si sentono mancare l’aria nel ben definito universo virginiano, sottoposto a regole e ritmi precisi. Così, se tra i due un’amicizia affettuosa può offrire eccitanti stimoli culturali, un intrigante raffronto di stili e opinioni, un’eventuale vita insieme metterà impietosamente a nudo i difetti di entrambi, con reciproca sofferenza.

L’amalgama riesce solo nei casi di personalità aperte, che sappiano utilizzare la duttilità mercuriana per comprendere le ragioni dell’altro e non solo le proprie; altrimenti devono intervenire correzioni astrali di pianeti in segni più congeniali.

Le informazioni presenti nell’articolo sono state tratte dal libro di Chiara Bertrand – Amore e segni zodiacali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *