Cancro e Acquario: Sono segni compatibili?

Cancro-Acquario

Le informazioni presenti nell’articolo sono state tratte dal libro di Chiara Bertrand – Amore e segni zodiacali

Fra questi due segni l’intesa appare una specie di miracolo, che però quando accade crea un legame decisamente fuori dall’ordinario. Il Cancro è tutto ricordi e nostalgie, oltre a incarnare la quintessenza dell’emotività; l’Acquario invece guarda deciso al futuro e come se non bastasse sfoggia un distacco che lo fa parere immune dagli alti e bassi emozionali.

A nessuno dei due manca la fantasia, che può indurre il Cancro a immaginare una natura angelica nel partner (che sembra fluttuare un buon palmo sopra la terra), e l’Acquario a inventarsi idealistiche affinità che poi non reggono alla prova dei fatti. La cruda realtà può dunque diventare un problema in un ipotetico ménage Cancro-Acquario: perfettamente a loro agio nel mondo dell’immaginario, quando si tratta di fare i conti con la materia si trovano entrambi spiazzati e cercano di addossarsi a vicenda i compiti sgraditi. Il Cancro (specie se donna) per amore sarebbe anche disposta a farsi carico di quest’onere, ma pretende in cambio un partner che le offra oceani di affetto, montagne di protezione e che nutra come unico (o quasi) desiderio quello di mettere su casa e famiglia.

E quasi sempre l’Acquario non la pensa affatto così: indipendente com’è, non sopporta le regole e non brucia dalla voglia di accasarsi; è pieno di interessi e amici tutti suoi e non pretende che il partner li condivida, pretende però di essere totalmente libero di praticarli e frequentarli come e quando vuole, con gran dispiacere del Cancro che vorrebbe l’essere amato tutto per sé.

Anche sul piano dei sentimenti c’è scarso feeling: l’Acquario si esalta per un’idea, è capace di grande altruismo, ma non si chiude su una sola persona, vorrebbe idealmente abbracciare tutto il mondo. Non che sia infedele per natura: ma i suoi orizzonti sono alti, ampi, la vita insieme a lui (o lei) può riservare improvvise sorprese anche dopo mesi o anni di tranquillità. E il miracolo? Ci vogliono due esseri “superiori” o, più facilmente, la complicità di fattori astrali in segni più compatibili.

Le informazioni presenti nell’articolo sono state tratte dal libro di Chiara Bertrand – Amore e segni zodiacali

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *