10 regole per leggere correttamente l’etichetta e scegliere bene quando si fa la spesa

 

Ecco 10 nuove regole suggerite dal ministero della Salute per scegliere bene gli alimenti evitando di incorrere in spiacevoli sorprese a tavola.

In particolare i consigli del dicastero si concentrano sul saper leggere le etichette e le altre informazioni riportate sulle confezioni dei prodotti, argomento di cui abbiamo parlato spesso e di cui vi continuamo a sottolineare l’importanza se voleteavere un’alimentazione più consapevole che vi permetta di scegliere gli alimenti migliori per la vostra salute.

Ecco allora le 10 regole d’oro per una spesa migliore:

1) ETICHETTA

Mai comprare un prodotto senza aver prima letto l’etichetta, indispensabile per capire meglio cosa si sta acquistando, una vera e propria carta d’identità di quell’alimento.

2) ILLUSTRAZIONI

Tanti prodotti riportano sulla confezione illustrazioni fuorvianti, realizzate ad hoc per attirare la vostra attenzione, non lasciatevi ingannare e andate oltre l’apparenza!

3) INGREDIENTI

Per sapere cosa c’è dentro la confezione che avete in mano non c’è altro da fare che leggere gli ingredienti, tenendo conto che nella lista l’ordine è fatto a seconda del quantitativo presente, ovvero il primo ingrediente è quello maggiormente presente e via via a decrescere.

4) SCADENZA

Il ministero consiglia di consumare i prodotti entro la data di scadenza indicata con la dicitura “da consumarsi entro…“, dopo potrebbero non essere più sicuri.

5) TERMINE MINIMO CONVERSAZIONE

Non bisogna confondere la data di scadenza di un prodotto con il termine minimo di conversazione, in questo caso sull’etichetta si trova scritto “da consumarsi preferibilmente entro...”. Se c’è questa scritta significa che l’alimento non va categoricamente consumato entro la data ma che quest’ultima si può anche superare tenendo però conto che alcune caratteristiche come odore e sapore del prodotto potrebbero essere ridotte. Non ci sono comunque rischi per la salute.

6) PESO

Le confezioni spesso sono più grandi rispetto al quantitativo di prodotto all’interno. Ecco perché è bene controllare sulla confezione il peso netto/sgocciolato dell’alimento.

7) ALLERGIE

Particolare attenzione devono prestare alle etichette coloro che soffrono di allergie alimentari. E’ bene, anche se si è soliti comprare sempre gli stessi alimenti della stessa marca, controllare periodicamente gli ingredienti perché potrebbero essere state apportate delle modifiche alla lista. Sulle etichette per legge devono essere sempre riportati gli allergeni presenti nel prodotto.

8) SURGELATI

Se acquistate alimenti surgelati non tergiversate troppo nel tragitto dal supermercato a casa e una volta arrivati riponeteli subito nel freezer mantenendoli sempre alla temperatura consigliata sull’etichetta.

9) PESCE

Che sia confezionato o sfuso, il pesce deve essere sempre corredato da un cartello che ne indica la provenienza e se si tratta di pesce fresco o decongelato.

10) MATERIALE RICICLATO

Il ministero suggerisce, a parità di qualità e prezzo, di scegliere gli alimenti che sono confezionati con materiale riciclato e riciclabile. Su ogni confezione, infatti, si trovano le indicazioni del materiale utilizzato. La vostra spesa consapevole in questo modo contribuirà anche a salvaguardare l’ambiente.

Per saperne di più potete scaricare e leggere tutto l’interessante manualetto redatto dal ministero della Salute dal titolo “Etichettatura degli alimenti: cosa dobbiamo sapere”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *